MENU
3 Dicembre 2022 07:54
3 Dicembre 2022 07:54

Ita Airways: parte il negoziato con la cordata Af-Klm, Certares e Delta

L'offerta da 800-850 milioni di euro messa sul tavolo dalla cordata Msc-Lufthansa L'offerta da 800-850 milioni di euro messa sul tavolo dalla cordata Msc-Lufthansa e che prevedeva di acquistare l'80% dell'aviolinea (60% Msc, 20% Lufthansa e 20% il Mef) non è stata sufficiente a convincere il Tesoro che ha preferito scegliere l'offerta di oltre 600 milioni di euro circa di Certares-Delta-Air France - Klm che prevederebbe invece l'acquisizione di circa il 56% di Ita

Il governo italiano ha deciso per la trattativa su Ita Airways con il consorzio, costituito da Certares-Air France-Klm e Delta Airlines. “Un negoziato in esclusiva” che il ministero dell’Economia e delle Finanze, nonostante la campagna elettorale in corso, ha avviato da oggi perché l’offerta “è stata ritenuta maggiormente rispondente agli obiettivi, fissati dal Dpcm“. Alla conclusione della trattativa in esclusiva, che non avrebbe una scadenza prevista, “si procederà alla sottoscrizione di accordi vincolanti solo in presenza di contenuti pienamente soddisfacenti per l’azionista pubblico“, come hanno spiegato fonti del Mef.

L’offerta da 800-850 milioni di euro messa sul tavolo dalla cordata Msc-Lufthansa e che prevedeva di acquistare l’80% dell’aviolinea (60% Msc, 20% Lufthansa e 20% il Mef) non è stata sufficiente a convincere il Tesoro che ha preferito scegliere l’offerta di oltre 600 milioni di euro circa di Certares-Delta-Air France – Klm che prevederebbe invece l’acquisizione di circa il 56% di Ita. Il 44% restando nelle mani pubbliche con il Mef che di fatto occuperebbe una posizione di rilievo. In questo schema lo Stato italiano dovrebbe avere due rappresentanti su cinque nel Cda della compagnia.

Air France – Klm ha ricordato di avereun rapporto di lunga data con Ita e di averlo avuto in precedenza con Alitalia di cui era stato anche azionista arrivando fino al 25% prima di ridurre progressivamente la sua quota a partire dal 2013. “Insieme al suo partner di joint venture Delta Air Lines, Air France-Klm non vede l’ora di avere legami più stretti con Ita e di basarsi sulla partnership commerciale esistente che le compagnie aeree hanno formato, in particolare attraverso l’attuazione di accordi di codeshare e l’ingresso di Ita nell’alleanza SkyTeam, di cui Air France-Klm e Delta sono membri fondatori”.

La reazione di Lufthansa che ha preso atto della decisione del governo italiano “di intraprendere una strada che consenta una maggiore influenza dello Stato e non preveda una completa privatizzazione di Ita non si è fatta attendere. Per la compagnia aerea tedesca, comunque, “la nostra offerta congiunta con Msc era e continua ad essere la soluzione migliore per Ita“. Lufthansa comunque sottolinea inoltre che “anche senza una collaborazione con Ita, il Gruppo mantiene un ottimo posizionamento sul mercato italiano. Con la nostra compagnia aerea italiana Air Dolomiti e con tutti i nostri marchi aerei abbiamo già una forte presenza, con circa 4 milioni di passeggeri e oltre 130 partenze giornaliere da 21 destinazioni. Continueremo ad ampliare questo posizionamento con le nostre forze e a sviluppare ulteriormente la nostra offerta per offrire il miglior servizio ai nostri clienti e passeggeri italiani“.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Lavoro. L’ occupazione vola al massimo dal 1977
Previsti 19 milioni di euro nella Legge di Bilancio 2003 per integrazione salariale ai lavoratori ex-Ilva in a.s.
Poste Italiane ottiene la certificazione "Equal-Salary" per le politiche salariali tra donne e uomini
Esperti nazionali ed internazionali si confrontano a Bari sul futuro dell’acqua
L'Antitrust sanziona per 5 milioni di euro Enel ed agenzie partner
Acciaierie d'Italia (ex Ilva) non si presenta a Roma . Sit in a Taranto, lunedì sciopero di protesta dei sindacati. Il ministro Urso: "Salveremo il sito".
Archivi
Lucarelli censore del nulla: "Moglie Soumahoro sceglie Borrè, ex avvocato di Priebke". E si becca una querela !
Per la Corte dei Conti la legge di bilancio 2023 "Manovra di ampia portata. Coperture efficaci ma poco efficienti"
Soumahoro & Lucano: un loro collaboratore indagato dalla Corte dei Conti
Un video di un sommergibile della Marina Militare "smaschera" la Ong Open Arms: gli scafisti erano a bordo ?
Lavoro. L’ occupazione vola al massimo dal 1977

Cerca nel sito