MENU
3 Dicembre 2022 03:10
3 Dicembre 2022 03:10

Il Sindaco scrive al Prefetto. Inutilmente…

Questa la “letterina” inviata dal Sindaco di Taranto Ippazio Stefàno al Prefetto di Taranto dr. Guidato :   “Le scrivo per manifestarLe il mio più vivo apprezzamento per aver condiviso, nel recente incontro avuto con Lei sul tema del futuro dell’ILVA, la necessità che vi sia un costante aggiornamento sulla realizzazione del cronoprogramma fissato dall’AIA sui temi dell’ambientalizzazione della fabbrica, ma anche sulla salvaguardia dei posti di lavoro nonché sulla tutela della imprenditoria dell’indotto e per essa anche le sue maestranze. E’, dunque, fortemente avvertita la necessità di costanti confronti delle istituzioni locali con il Commissario Gnudi affinchè siano partecipate ed aggiornate costantemente sugli sviluppi degli aspetti di cui sopra che, con particolare attenzione e preoccupazione, vengono vissuti dai nostri cittadini. Dando vita a questo tipo di rapporto, è facile immaginare esso non potrà che giovare alla collettività potendo contare su una corretta e tempestiva informazione sui programmi in atto e per quelli futuri, attraverso Lei con un filo diretto col Governo, essere partecipi e possibilmente spettatori non più passivi. Confidiamo, dunque, che attraverso il suo interessamento il Governo impegni la gestione commissariale a maggiori confronti con il nostro territorio dando in questo senso, da subito, tangibili segnali di confronto

In pratica il Sindaco pretende di poter essere aggiornato dal Commissario Pietro Gnudi sullo stato della vicenda ILVA, dimenticando però che il Commissario risponde solo al Governo , e che delle trattative con gruppi  imprenditoriali e multinazionali prevedono sempre la massima riservatezza. Pretendere di sapere qualcosa di “riservato” è un pò troppo per un Sindaco. Il primo cittadino di Taranto farebbe meglio ad occuparsi del degrado della città, delle collusioni comunali con la criminalità organizzata come dichiarato dal dr. Motta, procuratore capo della Direzione Distrettuale Antimafia di Lecce, competente su Taranto. Occasione in cui stranamente il primo cittadino ha taciuto…..

 

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Soumahoro & Lucano: un loro collaboratore indagato dalla Corte dei Conti
Il Guardasigilli Nordio dispone l’ispezione sui pm della Procura di Firenze: "Accertamenti rigorosi"
Avvocati, accolta la proposta di Cnf e Cassa forense su compensazione debiti
Gli ispettori del ministero chiudono le cooperative della famiglia di Soumahoro
Il caso Ilva. I "furbetti" dell' acciaio: Arcelor Mittal
Smantellata la rete di spie russe infiltrate in Svezia
Archivi
Lucarelli censore del nulla: "Moglie Soumahoro sceglie Borrè, ex avvocato di Priebke". E si becca una querela !
Per la Corte dei Conti la legge di bilancio 2023 "Manovra di ampia portata. Coperture efficaci ma poco efficienti"
Soumahoro & Lucano: un loro collaboratore indagato dalla Corte dei Conti
Un video di un sommergibile della Marina Militare "smaschera" la Ong Open Arms: gli scafisti erano a bordo ?
Lavoro. L’ occupazione vola al massimo dal 1977

Cerca nel sito