MENU
16 Agosto 2022 02:50
16 Agosto 2022 02:50

Guerra in Ucraina. Riprendono i negoziati Kiev-Mosca. Usa: Putin chiede aiuti alla Cina. Pechino smentisce

Quella trascorsa, è stata un’altra notte di terrore: le sirene hanno suonato in almeno 19 regioni delle 24 del Paese. E ieri Zelensky ha messo in guardia la Nato: "senza una fly-zone è solo questione di tempo prima che un missile russo cada sul territorio dell'Alleanza atlantica".

Diciannovesimo giorno di guerra in Ucraina, una guerra che continua a seminare morti e paura: i raid e i bombardamenti proseguono senza sosta. mentre è in corso il quarto round questa volta in in videoconferenza dei negoziati tra Russia e Ucraina. All’alba di questa mattina missili russi secondo quanto riferisce la BBC hanno colpito una fabbrica a Sviatoshyn Airfield dove si producono gli aerei Antonov, e sempre nella capitale, un missile ha colpito un edificio residenziale di 9 piani, come riporta il Kyiv Independent. Almeno due persone sono morte e tre sono rimaste ferite. Per i media ucraini è stata colpita anche la torre della Tv di Rivne. Attacchi anche a Kharkiv.

Purtroppo non ce l’ha fatta la donna incinta che era stata evacuata su una barella dall’ospedale pediatrico di Mariupol. La donna era stata trasportata d’urgenza in un altro ospedale dopo l’attacco russo la scorsa settimana ed era stata fotografata, distesa su una barella, mentre si teneva con le mani il grembo insanguinato. La foto fece il giro del mondo in pochi minuti. Nonostante il rapido intervento, i medici non sono riusciti a salvare né lei, né il bimbo.

Un’altra donna, Marianna Pidhurska, la beauty blogger fotografata con il pigiama a pois mentre scendeva le scale tra le macerie delll’ospedale pediatrico di Mariupol bombardato, la sera del 10 marzo ha invece dato alla luce la sua bimba Veronika. L’annuncio, su Twitter, è stato dato della giornalista Olga Tokariuk: la piccola Veronika è nata alle 22 (ore locali) del 10 marzo. “Stanno bene, ma c’è molto freddo a Mariupol e i bombardamenti non si fermano“, scrive la giornalista.

Secondo la stampa Usa Vladimir Putin avrebbe chiesto aiuto alla Cina. Ma Pechino nega e parla di “disinformazione Usa“. Secondo il ministero degli Esteri cinese, riporta il Global Times, la “parte americana ha diffuso disinformazione contro la Cina sulla questione ucraina con intenzioni sinistre“. La diplomazia cinese ribadisce la sua posizione sul “ruolo costruttivo per promuovere colloqui di pace”.

Slittato a domani il vertice Usa-Cina a Roma fra il consigliere alla Sicurezza nazionale americano Jack Sullivan ed il capo della diplomazia del Partito comunista cinese Yang Jiechi. A quanto si apprende, l’incontro tra Sullivan e Luigi Mattiolo consigliere diplomatico del premier italiano Mario Draghi, , si terrà domani mattina alle 8.30 a Palazzo Chigi.

Secondo quanto segnala il consigliere della presidenza ucraina, Mykhailo Podolyak, sul negoziato in corso fra Ucraina e Russia, con un tweet “le due parti esprimono attivamente le proprie specifiche posizioni: le comunicazioni vengono mantenute in piedi, ma è difficile“. Podolyak osserva come “alla base della discordia ci sono i sistemi politici troppo diversi. L’Ucraina è per la libertà di dialogo all’interno della società e del consenso, la Russia invece soffoca la propria società con degli ultimatum“. Il consigliere ucraino ribadisce poi la posizione di Kiev secondo cui i suoi negoziatori si rifiuteranno di iniziare a discutere la forma delle relazioni future con la Russia fino a quando Mosca non accetterà prima un immediato cessate il fuoco.

Parla invece di progressi Ihor Zhovkva, vice capo dell’ufficio del presidente ucraino Zelensky, dicendo di ritenere che la posizione di Mosca sia più costruttiva ora di quanto non lo fosse in precedenza. “Invece di darci un ultimatum o linee rosse o chiedere all’Ucraina di arrendersi, ora sembrano avviare negoziati costruttivi”, ha detto al canale della Bbc Radio 4. Anche secondo Leonid Slutsky, uno dei negoziatori sinora schierati dalla Russia, sarebbero stati fatti “progressi sostanziali” dalle delegazioni di Mosca e Kiev.

Duro come sempre il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ribadendo che “le tradizioni, la cultura e la lingua russe non devono essere in alcun modo sottoposte a discriminazioni sul territorio ucraino” aggiungendo che “dal territorio ucraino non deve più arrivare alcuna minaccia per la Russia“.. Lavrov, in una conferenza stampa a Mosca con il ministro degli esteri del del Qatar Mohamed bin Abdulrahman Al-Thani, ha riferito che “Abbiamo parlato dell’attenzione alla creazione di corridoi umanitari” in Ucraina tornando a denunciare i “neonazisti” di Ucraina. Lavrov ha 71 anni, ed ha conosciuto Putin quando era viceministro degli esteri sotto Eltsin. La stampa internazionale ne elenca le proprietà: una palazzina di tre piani a Zhukovka al confine con la Bielorussia e un appartamento nel centro di Mosca per un valore, prima del crollo del rublo, di oltre 7 milioni di euro ed infine, 12 milioni di beni intestati alla sua amante, l’attrice Svetlana Polyakova.

il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov

“Perché non punite anche la figliastra di Sergej Lavrov?” fedelissimo ministro di Vladimir Putin? La sollecitazione arriva al governo inglese da Maria Pevchikh, a capo delle inchieste della “Fbk” la Fondazione Anti Corruzione creata dal dissidente Alexej Navalnij, da molti mesi in carcere in Russia e sopravvissuto anche a un tentativo di avvelenamento con mandante molto probabilmente il presidente russo in carica. Dopo le rivelazioni pubblicate lo scorso autunno, la Pevchikh torna alla carica, alla luce delle ultime sanzioni del governo britannico che hanno colpito oligarchi russi sinora intoccabili, come per esempio il patron della squadra di calcio del Chelsea e Oleg Deripaska, cui sono stati congelati tutti i beni e asset requisibili sul suolo britannico, inclusa la squadra di calcio campione d’Europa e del mondo.

Polina Kovaleva (foto da Instagram polina_polyakova13) 

Polina Kovaleva 26 anni russa, è la figlia di Svetlana Polyakova, cioè l’amante di Lavrov, la donna che accompagna da oramai molti anni il ministro degli Esteri anche nelle visite ufficiali, seppur quest’ultimo sia ancora ufficialmente sposato con la moglie Maria Lavrova. Comportamenti pubblici e acclarati nella nomenklatura russa, come lo stesso Vladimir Putin per molti anni.  La giovane Polina, plurilaureata in marketing ed economia e con un master all’Imperial College di Londra, vive proprio nella capitale britannica da molto tempo, in un lussuoso appartamento su Kensington High Street da 5,2 milioni di euro, acquistato nel 2016 senza neanche accendere un mutuo.

Com’è possibile si chiede la Fondazione Anti Corruzione “Fbk” visto che il papà naturale della giovane non è ricco e sua madre Svetlana è praticamente disoccupata in questo momento, e possiede a Mosca un appartamento del valore di quasi 6 milioni di euro? L’accusa del team di Navalnij è che gran parte dei soldi di Polina Kovaleva, che avrebbe lavorato per la compagnia di Stato russa del gas Gazprom e poi per Glencore, arriverebbero dal patrigno Lavrov. E quindi andrebbero sanzionati anch’essi. Una ipotesi che al momento le autorità britanniche starebbero valutando. Il deputato dell’opposizione laburista inglese Chris Bryant ha proposto di aggiungere alla “lista nera” dei sanzionandi anche la Kovaleva e sua madre Svetlana Polyakova

I collegamenti tra Polina Kovaleva e la nomenklatura russa, infatti, sembrano più profondi e radicati delle apparenze. Secondo il quotidiano inglese The Times, prima di trasferirsi nello sfarzoso appartamento di Kensington con piscina, spa, palestra e cinema inclusi, la giovane avrebbe vissuto in un’abitazione di Holland Park, sempre a West London, di proprietà dell’ambasciata russa nel Regno Unito. E guarda caso il suo profilo Instagram polina_polyakova13 è scomparso subito dopo la brutale invasione della Russia in Ucraina.

Nel frattempo Israele ha fatto chiarezza.Israele non sarà la via per aggirare le sanzioni imposte alla Russia dagli Stati Uniti e dagli altri Paesi occidentali“. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri israeliano, Yair Lapid, nel corso di una visita in Slovacchia, secondo quanto riferito dai media israeliani. “Il ministero degli Affari esteri si sta coordinando sulla questione con partner tra cui la Banca d’Israele, il ministero delle Finanze, il ministero dell’Economia, l’Autorità aeroportuale, il ministero dell’Energia ed altri”, ha affermato Lapid dopo aver incontrato il suo omologo slovacco, Ivan Korcok.

E’ salito a 2.500 il numero delle persone che hanno perso la vita a Mariupol, città portuale nel sud dell’Ucraina assediata e bombardata dalle truppe russe, dall’inizio della guerra lo scorso 24 febbraio. Lo ha detto Oleksiy Arestovych, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, spiegando che i dati sono stati forniti dall’amministrazione comunale di Mariupol. Arestovych ha poi anche accusato la Russia di impedire l’arrivo degli aiuti umanitari in città.

A mezzogiorno di oggi, alcune parti di un razzo russo si è abbattuto su Kiev colpendo un edificio residenziale e un bus nella capitale ucraina, uccidendo una persona. Lo riporta su Telegram il quotidiano ‘The Kyiv Independent’.

La Procura di Roma alla luce dell’aumento del prezzo di gas, energia elettrica e carburanti ha aperto un fascicolo di indagine. Si tratta di un procedimento al momento contro ignoti senza indagati e senza ipotesi di reato. “L’indagine è volta a verificare le ragioni di tale aumento ed individuare eventuali responsabili”, spiega la Procura. Gli accertamenti sono stati affidati al Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Roma. Nei giorni scorsi il ministro per la Transizione ecologica Cingolani aveva parlato in merito all’aumento dei prezzi di una “colossale truffa” ai danni dei cittadini italiani.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Buon ferragosto
L'ex presidente USA Donald Trump è sotto indagine per spionaggio
Trump si rifiuta di rispondere alle domande sull'inchiesta a suo carico per frode fiscale
Perquisizione dell' Fbi a casa di Trump in Florida, portate via scatole di documenti.
Calenda chiude l'alleanza con il Pd: "Hanno voluto l'ammucchiata e perderanno"  
Stato-mafia, depositate le motivazioni delle assoluzioni in appello
Archivi
Buon ferragosto
Quello che le "toghe rosse" non dicono sul Csm...e le loro carriere "correntizie"
Ferragosto 2022, apertura straordinaria di musei e siti archeologici statali
Benedetta Pilato ha pianto "per Stefano" dopo aver vinto agli Europei di nuoto
L'ex presidente USA Donald Trump è sotto indagine per spionaggio

Cerca nel sito