MENU
4 Ottobre 2022 04:51
4 Ottobre 2022 04:51

Giornalisti che parlano a vanvera sulla vicenda Cimino, e speculazioni varie

Un nostro collega, attraverso il social network, ha pubblicato ieri sera questo documento scrivendo “Come dimostra il non voto di ieri in consiglio comunale, esiste un partito trasversale che spinge per l’espansione della città verso e oltre Cimino. Il Pd, dietro il no di facciata, con il suo atteggiamento dilatorio è a pieno titolo responsabile del mancato stop a questa nuova cementificazione. Ma lo stesso sindaco Ippazio Stefàno ha grosse responsabilità in questo pastrocchio. Se ora, infatti, il sindaco dice di essere contrario al Piano Cimino, quattro anni fa fu proprio lui a sollecitare la commissione assetto del territorio a dare seguito al piano particolareggiato. Ecco la lettera, firmata di suo pugno, che lo prova“.

Purtroppo chi ha scritto questo commento è un po a “digiuno” di lessico amministrativo e burocratico. In realtà il Sindaco Ippazio Stefano scrivendo ” Si caldeggia inoltre, che lòe decisioni relative siano prese a tutela della totalità dei cittadini interessati alla pianificazione ed alla città nel suo complesso” intendeva dire ai consiglieri comunali membri della Commissione competente , decidete solo e soltanto nell’interesse della città a 360°, invece di farvi condizionare dalle associazioni territoriali (Confcommercio e Confersercenti) che cercano di tutelare i propri interessi dei rispettivi “giardinetti” associativi. Al nostro collega che non  citiamo solo per non esporlo a figuraccia, consigliamo di leggere meglio le carte, e sopratutto di farsele spiegare bene magari anche da un avvocato esperto di diritto amministrativo.

E’ un dovere quello di un Sindaco sollecitare una discussione, sopratutto quando la controparte è agguerrita legalmente come il Gruppo Auchan. Quindi di non si capisce di quale responsabilità possa essere accusato il Sindaco, così come non si capisce come si possa incolpare il Partito democratico, che attraverso la voce del suo capogruppo Gianni Azzaro aveva fatto una proposta, secondo moi, intelligente. Cioè attendere la decisione del TAR e così successivamente poter procedere senza il rischio di responsabilità penali, amministrative, civili e politiche.

CdG cimino - progetto

Alcuni lettori ci hanno chiesto la nostra posizione-opinione sulla vicenda Cimino. Premesso che un giornale deve fare informazione, e non assumere mai posizioni che possano essere di parte, riteniamo che sia giusto ampliare il centro commerciale alle porte di Taranto con l’arrivo di nuovi gruppi (Decathlon, Le Roy Merlin ecc.) per evitare che i tarantini debbano andare a Mesagne (BR)  e a Casamassima (BA) per poter fare acquisti in detti negozi che non hanno paragoni con i “negozietti” tarantini spesso gestiti da personale incompetente ed a volte anche maleducato. Ed inoltre si ricorda ai lettori che questi gruppi assumono personale (e non sfruttano lavoratori in “nero”). Imbarazzante l’ambiguità delle associazioni dei commercianti ed esercenti tarantini che osteggiano il raddoppio del centro commerciale Auchan. Come mai non hanno fiatato invece per quello del centro commerciale Ipercoop a Taranto Nord dove nel 2015 arriva il colosso tedesco MediaWorld che aprirà  una nuova sede ?   Forse perchè, come si racconta fra gli addetti ai lavori del settore dei centri commerciali, qualche dirigente di qualche associazione sarebbe stato abbondantemente “oliato” e convinto a tacere ? !!!!

Quello che non riusciamo a capire è come si possano costruire in quella zona priva di strutture urbanistiche, 500 abitazioni  allorquando il mercato immobiliare a Taranto è ai minimi storici, la città è piena di abitazioni, uffici e negozi  in affitto ed in vendita che nessuno vuole. E su questo punto cioè una nuova colata di cemento e conseguente speculazione edilizia. pur nel rispetto del diritto all’impresa, non siamo d’accordo.

Questa la lettera pubblicata su Facebook, dal nostro collega:

Schermata 2014-11-27 alle 12.52.16

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Emergenza gas. Il ministro Cingolani rassicura: "Per l'inverno siamo coperti"
La relazione del 2° semestre 2021 delle attività della D.I.A depositata alla Camera e Senato
I deputati M5S esclusi dalle elezioni verranno retribuiti come dirigenti (con i soldi pubblici)
Il Senato pronto ad accogliere i nuovi senatori: numero telefonico per gli eletti
Montecitorio accoglie i nuovi deputati dal 10 ottobre
Il Viminale corregge l'assegnazione dei seggi: alla Camera entra il consigliere regionale De Palma
Archivi
Da oggi a Bari il "Prix Italia 2022"
Il Presidente della Repubblica del Congo Denis Sassou Nguesso incontra l’Ad di Eni Claudio Descalzi
Emergenza gas. Il ministro Cingolani rassicura: "Per l'inverno siamo coperti"
Boselli "cavaliere" nella vita e nella moda
La relazione del 2° semestre 2021 delle attività della D.I.A depositata alla Camera e Senato

Cerca nel sito