Di tutto di più …

Di tutto di più …

Tutto il peggio della settimana raccontata dai media e sui socialnetwork

Luigi Di Maio Il vice presidente della Camera prova per tre volte a coniugare correttamente il verbo “spiare” al congiuntivo presente, cancellando i tweet e riprovando, ma fallendo in tutti e tre i casi:

1° tentativo: “Se c’è il rischio che soggetti SPIANO massime istituzione dello Stato qual è livello di sicurezza che si garantisce ai cittadini?“. 2° tentativo:Se c’è rischio che massime istituzioni dello Stato VENISSERO SPIATE qual è livello di sicurezza che si garantisce ai cittadini?“. 3° tentativo, stavolta su Facebook: “Se c’è rischio che due soggetti SPIASSERO le massime istituzioni dello Stato qual è il livello di sicurezza che si garantisce ai cittadini?”

Gianfranco Rotondi Il parlamentare di Forza Italia sul caso della centrale di cyberspionaggio smantellata dalla polizia.

 “Spero di essere tra i politici spiati, così recupero i file delle Winx spariti dal mio computer dove le figlie in quel periodo li custodivano” (fonte: Twitter)

Matteo Renzi: La prima intervista rilasciata dall’ex premier dopo le dimissioni di dicembre 

Ora rifletto, leggo, sto in famiglia. Vado al ricevimento professori dei genitori dei miei figli. Ho ripreso a usare la bici (…) il mio nuovo slogan è meno slide, più cuore” (fonte: La Repubblica)

La sottosegretaria Boschi commenta su Facebook il via libera definitivo alle unioni civili, e Lorenzo Gasperini.  il consigliere regionale leghista della Toscana posta quanto segue…

Finalmente ciucciare piselli guadagnandone un riconoscimento istituzionale non sarà più un privilegio di Ministri e Sottosegretari

Carlo Giovanardi Il senatore del centrodestra ritorna a parlare della morte di Stefano Cucchi  

Io tra gli spacciatori e i carabinieri sono dalla parte dei Carabinieri, sia chiaro. La droga ha avuto una parte rilevante nella morte di Stefano Cucchi, un ruolo determinante nel decesso. Cucchi era uno spacciatore e fare lo spacciatore non è una cosa gloriosa, non è un benemerito della Nazione. Inoltre Ilaria Cucchi, il suo compagno l’avvocato Anselmo, il senatore Manconi, fanno parte di una lobby, un gruppo di pressione. Loro hanno interessi economici, sono stati liquidati con un milione di euro dai medici che erano innocenti” . (fonte: La Zanzara, Radio 24)

 Virginia Raggi La sindaca di Roma  sul caso delle presunte cimici in Comune

Lei Floris è mai venuto sui tetti in Campidoglio? Io li frequento da quando stavo all’opposizione. C’è chi ci va a fumare, io ci vado a mangiare e chiacchierare. Tra l’altro ci sono i gabbiani che nidificano, è molto carino”. E Floris: “Lei lo sa che i gabbiani ci sono per la monnezza no?” (fonteDi Martedì La7)

Fabrizio Rondolino. Su L’Unità compare una lettera dell’ex editorialista, rivolta al direttore Sergio Staino

Caro direttore, hai distrutto l’Unità, con boria e insipienza, dimenticando di aver proibito al MIGLIORE e al più NOTO dei commentatori renziani di continuare a scrivere sul tuo foglietto“. Il giorno dopo, Rondolino precisa su Facebook: “Quello era un sms privato. Nei prossimi giorni valuterò insieme con i miei avvocati come procedere”

Sibilia vs. Mentana Dopo la puntata di  dedicata alla “post verità”, con Enrico Mentana, Francesco Merlo e la conduttrice Lucia Annunziata L’onorevole 5 Stelle Carlo Sibilia cinguetta:

Tre giornalisti falliti si autointerrogano sui motivi del loro fallimento. Pubblicamente. Senza che nessuno glielo abbia chiesto“. E Mentana, su Facebook: “Quando gli indichi la luna, lo stupido vede solo la scia chimica” ( fonte“In mezz’ora – Raitre)”)

Fedele Confalonieri . L’aneddoto raccontato dal presidente di Mediaset e storico amico di Silvio Berlusconi

Eravamo con il nostro gruppo musicale in una balera dalle parti di Baggio, periferia di Milano, e Berlusconi invece di cantare e suonare il contrabbasso era sempre giù a ballare con le ragazze… il lupo cominciava col vizio allora… lui doveva cantare e suonare, ma era sempre giù dal palco. Si giustificava dicendo che stava facendo pubbliche relazioni per il gruppo, e io lo licenziai”

Matteo Orfini. Il presidente Pd e Renzi

Alla playstation io sceglievo il Milan, Renzi la Fiorentina. Ma con Matteo ho sempre vinto io” (fonte:  Piazzapulita – La7)

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?