Coronavirus, Giorgio Armani converte la produzione in Italia: produrrà camici monouso

Coronavirus, Giorgio Armani converte la produzione in Italia: produrrà camici monouso

La decisione annunciata da un comunicato del gruppo Armani : tutti gli stabilimenti saranno destinati alla produzione di indumenti di protezione individuale degli operatori sanitari

ROMA –  Il Gruppo Armani converte tutti i propri stabilimenti produttivi italiani nella produzione di camici monouso destinati alla protezione individuale degli operatori sanitari impegnati a fronteggiare l’ emergenza CoronaVirus. ringraziando tutti gli operatori sanitari,  con una lettera pubblicata sui quotidiani nazionali

Lo comunica una nota del Gruppo. Inoltre, nelle scorse settimane, a seguito dell’iniziale donazione stanziata a favore della Protezione Civile e degli ospedali Luigi Sacco, San Raffaele, Istituto dei Tumori di Milano e dell’ Ospedale Spallanzani di Roma, Giorgio Armani ha deciso di dare il suo contributo anche all’ Ospedale di Bergamo, a quello di Piacenza e a quello della Versilia, arrivando cosi’ a una donazione complessiva di 2 milioni di euro.

A dare l’annuncio della donazione all’ Ospedale della Versilia , è stato il sindaco di Forte dei Marmi Bruno Murzi, nel corso del messaggio video su Facebook del tardo pomeriggio di ieri. “Armani è da una vita un caro amico del Forte e sono lieto di annunciare che ha donato 200mila euro all’ospedale Versilia” ha detto Burzi, “Grazie signor Armani non ci conosciamo personalmente, ma lei mi sta simpatico, perché amico del Forte e ancora di più dopo questa iniziativa“.

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?