MENU
30 Settembre 2022 01:41
30 Settembre 2022 01:41

Coppia rumena arrestata dalla Polizia dopo un furto in gioielleria

SAVA Lazar
SAVA Lazar

Nel tardo pomeriggio di ieri, gli agenti della Polizia di Stato hanno tratto in arresto per rapina impropria due cittadini di nazionalità rumena: SAVA Lazar di anni 48 e KVEC Salinca di anni 46. Intorno alle ore 19.00, giungeva alla Sala Operativa 113 una segnalazione da parte del titolare di una gioielleria, sita in Via Cavallotti, che dichiarava di essere stato vittima di una rapina da parte di una coppia di stranieri, probabilmente di nazionalità rumena. I due erano stati visti allontanarsi verso via Pitagora direzione Ponte Girevole a bordo di un BMW di colore con targa straniera.

Un equipaggio dei “Falchi” della Squadra Mobile, in servizio in zona Borgo, veniva allertato dalla Sala Operativa ed allo scopo di bloccare i fuggitivi si posizionava lungo via Pitagora in attesa del passaggio dell’auto segnalata. Dopo alcuni minuti, sbarrandogli la strada, gli agenti riuscivano a fermare la coppia a bordo della BMW. Gli immediati controlli permettevano di recuperare indosso al conducente dell’auto, il SAVA, un sacchetto di stoffa contenente sei collanine d’oro ed una busta da lettera con all’interno 3.600 euro in contanti e 200 sterline. Nel prosieguo del controllo, esteso anche alla BMW, gli agenti recuperavano nel vano portaoggetti un cellulare “IPHONE 6 plus” nuovo di zecca ed un bracciale d’oro ravvolto in un fazzoletto di carta.

KVEC Salinca
KVEC Salinca

Dalle successive dichiarazioni del negoziante, che riconosceva la coppia responsabile del furto, i poliziotti apprendevano che i due cittadini rumeni erano entrati nel negozio chiedendo di poter visionare un orologio ed alcune collanine. Nel frangente, il SAVA poggiava sul bancone, quasi ostentando, una busta da lettera dalla quale si intravedevano numerose banconote in euro. Dopo aver scelto i preziosi, la coppia chiedeva di poterli raccogliere in un sacchetto di stoffa come confezione regalo. Approfittando di un momento di distrazione del negoziante la coppia si impossessava rapidamente della confezione regalo per dileguarsi a bordo della BMW parcheggiata nelle vicinanze. I due, nella fuga, puntavano con l’autovettura il gioielliere che, nel frattempo, si era posto davanti alla loro auto per bloccarli. Solo la sua prontezza evitava il peggio.

Pertanto, dopo quanto accertato, i due fermati venivano condotti negli uffici di via Palatucci e, dopo le formalità di rito, venivano tratti in arresto ed accompagnati presso la locale Casa Circondariale. I preziosi rubati venivano restituiti ai legittimi proprietari

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Licenziata l'ex vice questore "no-green pass" Nunzia Schilirò
La Milano by-night schiava di droga e sesso
Alberto Genovese condannato a 8 anni e 4 mesi per aver dopo averle stordite con mix di droghe e violentato due modelle
Ecco chi sarebbe la donna "anonima" che accusava il Sen. Matteo Richetti (Azione)
Fabrizio Corona a processo a Milano per resistenza e tentata evasione
Nuovo processo per Fabrizio Corona: danneggiamento e tentata evasione
Archivi
Confermate le condanne definitive per Buzzi e Carminati che ritornano in carcere 
Licenziata l'ex vice questore "no-green pass" Nunzia Schilirò
L’Opinione del Direttore
Il Viminale corregge l'assegnazione dei seggi: alla Camera entra il consigliere regionale De Palma
"Monnezzopoli". L'imbarazzante silenzio della Gazzetta del Mezzogiorno sui processi del proprio co-editore Antonio Albanese imprenditore dei rifiuti

Cerca nel sito