MENU
13 Giugno 2024 15:49
13 Giugno 2024 15:49

Condòmini spiati e filmati a Genova, da un vicino. A processo lo stalker, un giudice di pace

Tutto è iniziato con l’esposto presentato nel gennaio 2017 dagli otto condomini. Da qui le prime indagini che avevano portato al sequestro delle immagini registrate dalle telecamere “puntate” verso l’ingresso di casa di alcuni inquilini. Oltreché cellulari e altri apparecchi elettronici.

Con telecamere piazzate di fronte all’ingresso di casa altrui, pronte a registrare le immagini di vita privata, e con riprese fatte con il cellulare “ha reso la vita impossibile” a quasi tutto lo stabile. Atteggiamenti che “ci hanno portato a uno stato perenne di ansia e terrore” al punto che “alcuni di noi hanno provato a cambiare abitazione, mentre nemmeno più invitiamo gli amici a casa” e “non troviamo più amministratori di condominio disposti a venire. In sei mesi ne sono fuggiti almeno tre“. Una situazione letteralmente da incubo.

Gli otto inquilini di uno stabile genovese, poco distante dalla stazione Principe, hanno denunciato per stalking il vicino in questione, non si sono trovati di fronte a un cittadino qualunque: infatti quello che hanno accusato di essere un molestatore seriale è un avvocato, all’epoca dei fatti giudice di pace fra Genova e Savona (la cui identità viene omessa per tutelare le presunte vittime dei molti atteggiamenti persecutori denunciati). I procedimenti penali che sono seguiti a due diversi esposti, presentati fra il 2017 e il 2018, che hanno innescato il solito balletto di competenza (fra la procura di Torino chiamata a indagare e giudicare sui magistrati liguri) e la procura di Genova.

Tutto è iniziato con l’esposto presentato nel gennaio 2017 dagli otto condomini. Da qui le prime indagini che avevano portato al sequestro delle immagini registrate dalle telecamere “puntate” verso l’ingresso di casa di alcuni inquilini. Oltreché cellulari e altri apparecchi elettronici. Dopo questi fatti, nel 2018 ecco un’altra denuncia, da parte di due degli otto vicini che avevano già presentato il primo documento.

Dopo che la procura di Torino ha decretato il rinvio a giudizio e rispedito solo una parte degli atti nel capoluogo ligure la situazione è la seguente: un processo è in corso a Torino, un altro deve ancora iniziare a Genova, di fronte al giudice Ferdinando Baldini, uno dei tre componenti del collegio impegnato nel dibattimento sul tragico crollo del ponte Morandi.

Sul banco degli imputati sempre lui, l’ avvocato-giudice di pace che si è difeso sostenendo come in ballo ci fossero soltanto problemi e discussioni condominiali, come se ne possono trovare in qualunque situazione. La linea difensiva sostiene che nemmeno permangono più conflitti di vicinato, visto che l’uomo si è trasferito in tutta un’altra zona della città ed eventuali condanne a questo punto comporterebbero “soltanto risarcimenti alle vittime“. L’ormai ex giudice di pace – ha lasciato l’incarico per motivi non dipendenti dai fatti in questione – è difeso dall’avvocato Stefano Savi, mentre gli inquilini del palazzo sono assistiti da Maurizio e Andrea Tonnarelli. Ora è atteso il verdetto dei giudici.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

Articoli Correlati

Ndrangheta e politica a Reggio Calabria: operazione del ROS e della Dda.
Traffico di droga tra le province di Bari e Bat: 29 arrestati dalla Guardia di Finanza
Maxi furto da Bulgari a Roma: per la “banda del buco” bottino da 500mila euro
False accuse di stalking al calciatore Lorenzo Pellegrini, indagato anche Fabrizio Corona
Perquisizioni dalla Guarda di Finanza 5 società del Barese. Bancarotta fraudolenta nel settore edilizio: coinvolta la famiglia Mazzitelli, editore di Telebari
Omicidio Capriati, identificata ed arrestata la donna che fece sparire la pistola di Lello Capriati
Cerca
Archivi
G7 Italia. La premier Meloni: "Rafforzare dialogo con il sud del mondo"
Il G7 in Puglia, con l' Italia protagonista
Il presidente USA Joe Biden arrivato a Brindisi
Autonomia, scontri alla Camera: rissa in Aula, il deputato Donno (M5S) finisce in infermeria
Tamberi e Battocletti oro, Sibilio argento, dei buoni esempi per tutta l'Italia.

Cerca nel sito