MENU
1 Dicembre 2022 05:06
1 Dicembre 2022 05:06

Valle d’ Itria. Terminato il ciclo di conferenze sulla legalità nelle scuole dei comuni limitrofi a cura dei Carabinieri.

Gli incontri hanno avuto l’obiettivo di illustrare i compiti che svolge l’Arma dei Carabinieri al servizio del cittadino, nonché quello di sensibilizzare gli studenti all’importanza del principio di legalità. L’iniziativa è destinata a proseguire l’anno prossimo, privilegiando quegli istituti scolastici ove ancora essa non ha trovato realizzazione.

MARTINA FRANCA (TA) – Si è concluso alcuni giorni fa un ciclo di conferenze sul tema della legalità che i Carabinieri della Compagnia di Martina Franca hanno tenuto a partire dallo corso  mese di febbraio presso gli i istituti scolastici della giurisdizione della Valle d’ Itria . Il Comandante della Compagnia, Cap. Giovanni Piscopo, con la collaborazione del Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile e dei Comandanti delle  Stazioni territoriali, ha tenuto 14 incontri con gli studenti di ogni ordine e grado dei comuni ricadenti sotto la giurisdizione del reparto, in particolare a Martina Franca, Grottaglie, Monteiasi, Montemesola, Monteparano e San Giorgio Jonico.

Gli incontri hanno avuto l’obiettivo di illustrare i compiti che svolge l’Arma dei Carabinieri al servizio del cittadino, nonché quello di sensibilizzare gli studenti all’importanza del principio di legalità. Tra i temi trattati anche quelli del bullismo e delle sostanze stupefacenti, problemi purtroppo ricorrenti, soprattutto presso le scuole medie inferiori e superiori. Agli studenti  sono stati indicati tutti gli aspetti negativi che fenomeni del genere comportano e sono state fornite indicazioni e suggerimenti sul come reagire quando si è a conoscenza di siffatte situazioni.

L’occasione è stata preziosa anche per illustrare i rischi che si corrono con connessioni a internet non sicure e soprattutto con un incauto utilizzo dei social network. Agli studenti delle scuole medie superiori, inoltre, sono stati rivolti diversi cenni anche sul tema della violenze di genere. Il feedback ottenuto dagli studenti di tutti gli istituti visitati è stato sempre positivo: l’interazione tra i militari intervenuti e gli studenti è stata proficua e costruttiva, viste anche le numerose domande che questi ultimi hanno rivolto.

L’iniziativa è destinata a proseguire l’anno prossimo, privilegiando quegli istituti scolastici ove ancora essa non ha trovato realizzazione.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Maxiprocesso clan Casamonica, per la Corte d' Appello di Roma "È mafia"
La D.I.A. arresta 27 persone a seguito della sentenza di condanna emessa dalla Corte di Appello di Lecce
Arrestati agenti penitenziari a Reggio Calabria responsabili di torture a un detenuto
I Carabinieri di Taranto confiscano beni per 230mila euro ad un condannato per associazione di tipo mafioso
Continuano l'offensiva della Polizia di Stato alla criminalità locale in provincia di Taranto
La Procura di Taranto indaga sui concorsi pilotati all' AMIU, l'azienda municipalizzata per l'ambiente.
Archivi
Previsti 19 milioni di euro nella Legge di Bilancio 2003 per integrazione salariale ai lavoratori ex-Ilva in a.s.
Maxiprocesso clan Casamonica, per la Corte d' Appello di Roma "È mafia"
La lezione di Giorgia Meloni a Roberto Saviano:"Non è al di sopra della legge".
La D.I.A. arresta 27 persone a seguito della sentenza di condanna emessa dalla Corte di Appello di Lecce
Smantellata la rete di spie russe infiltrate in Svezia

Cerca nel sito