MENU
5 Dicembre 2022 01:13
5 Dicembre 2022 01:13

Arrestata una nigeriana che gestiva il traffico clandestino di immigrati

Gli Agenti della Polizia di Stato hanno sottoposto a fermo di P.G. una cittadina di nazionalità nigeriana di 24 anni per favoreggiamento all’immigrazione clandestina.

Ieri mattina è giunta nel porto di Taranto una nave mercantile battente bandiera danese con circa 200 immigrati, tutti di provenienza centro africana, che lo scorso 4 maggio erano stati salvati mentre a bordo di un barcone salpato dalle coste libiche cercavano di raggiungere l’Italia. Durante il  corso delle procedure di accoglienza e di identificazione, gli agenti della Squadra Mobile, riuscivano a contattare un cittadino nigeriano che mostrandosi collaborativo iniziava a raccontare la sua lunga odissea iniziata nei primi mesi del 2014 lungo il confine del NIGER e terminata alcuni giorni fa lungo le coste libiche.

Dal suo racconto si apprendeva, che dopo numerosi trasferimenti a bordo di autocarri giungeva in terra libica e veniva condotto in piccolo paese che affaccia sul mare a circa due ore di auto da Tripoli. Durante i cinque giorni di permanenza in quella località in compagnia di circa un migliaio di persone in attesa, come lui, della traversata verso le coste italiana, l’uomo notava la presenza di una coppia la quale aveva palesemente in gestione il traffico di immigrati ed che si occupava di riscuotere materialmente tutto il denaro versato dai presenti in attesa del loro “viaggio della speranza”.

donna-nigerianaLa sera del 2 maggio intorno alle 23 circa 200 persone scelte tra quelle che stazionavano in quella località di mare, venivano fatte salire a bordo di un gommone per la traversata. Nell’occasione l’imbarcazione era condotta da due dei giovani clandestini istruiti per l’occasione dall’organizzazione criminale. Il cittadino nigeriano, nel corso della sua collaborazione dichiarava inoltre di aver visto la donna che si preoccupava di raccogliere il denaro e che di fatto sembrava gestire i vari viaggi, salire a bordo del gommone. A seguito di queste ultime dichiarazioni si riusciva ad identificare quest’ultima che nel frattempo era stata accompagnata presso la Questura di Bari per l’identificazione ed il successivo accompagnamento in un centro di accoglienza di quella provincia.

Così gli Agenti della Squadra Mobile rintracciavano la donna, una 24 enne di nazionalità nigeriana, che accompagnata in serata negli Uffici della Questura tarantina veniva riconosciuta senza ombra di dubbio dal testimone. Pertanto dopo aver accertato la sue responsabilità, la donna veniva sottoposta a fermo di P.G. e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente veniva accompagnata presso la locale Casa Circondariale.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Killer Roma. Giandavide De Pau interrogato confessa: "Ricordo casa delle cinesi, poi il black out". Tradotto in carcere a Regina Coeli
Primo processo per Amara a Milano: "Calunniò ex Csm Mancinetti". Rinviato a giudizio con Calafiore e Centofanti
Scovato dalla Polizia di Stato gruppo di neonazisti in Campania
Procuratore capo degli arbitri di calcio italiani arrestato per traffico internazionale di droga
Le accuse alla società della Santanchè: bancarotta e false comunicazioni. Ed un conflitto d'interesse imbarazzante
Scippano il Rolex ad un medico che prima reagisce e poi aiuta la Polizia a identificare l’autore del furto
Archivi
Governo: "Durerà per intera legislatura"
Renzi lancia l'accordo di federazione Italia Viva-Azione
L'eleganza made in Italy piange la scomparsa di Cesare Attolini, "padre" della sartoria napoletana
Le Ferrovie dello Stato lanciano gara collegamento Aeroporto del Salento. I nuovi treni per la Puglia
Scoperti a Roma 95 "furbetti" del Reddito di cittadinanza: alcuni erano ai domiciliari e percepivano il sussidio

Cerca nel sito