Arpa: “L’aria di Taranto migliora solo per la bassa produzione dell’Ilva”

Arpa: “L’aria di Taranto migliora solo per la bassa produzione dell’Ilva”

Ora la situazione di qualità dell’aria è accettabile nel quartiere Tamburi, ma questo è legato al fatto della minor produzione e al fermo di alcuni impianti“. Lo ha dichiarato Giorgio Assennato (nella foto) il direttore generale di Arpa Puglia, che è intervenuto nel corso di una puntata della trasmissione ‘Radio Anch’io‘ di Radio1, in cui si parlava della questione dell’ ILVA .

Allo stato attuale – ha aggiunto Assennatola situazione è particolarmente complessa perché siamo in una fase di transizione nella quale sono spente molte delle batterie della cokeria e le cokerie sono l’impianto nettamente più inquinante soprattutto per quanto riguarda l’inquinante maggiormente cancerogeno, che è il benzo(a)pirene“.

Assennato,  ha spiegato che  quando riapriranno, “potrà ripresentarsi una situazione inaccettabile. Noi lo abbiamo attestato nel nostro studio di valutazione di impatto sanitario e ambientale in cui dimostriamo che anche quando saranno realizzate tutte le prescrizioni della nuova Aia, se la produzione sarà di 8 milioni di tonnellate annue, resteranno i problemi dell’impatto ambientale“.

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?