MENU
30 Settembre 2022 02:09
30 Settembre 2022 02:09

Affondato un altro peschereccio nel Mar Piccolo. La Guardia Costiera e la procura indagano

Un nuovo episodio di affondamento, il secondo in pochi giorni, di un peschereccio nelle acque di Taranto.

Nella prima mattina del 2015  è pervenuta alla Sala operativa della Guardia Costiera di Taranto una segnalazione da parte del proprietario di un peschereccio iscritto nei Registri tenuti dalla Capitaneria di porto di Taranto, di lunghezza pari a 7 metri in legno, circa l’avvenuto affondamento dell’unità mentre si trovava all’ormeggio lungo la banchina Cariati del Mar Piccolo di Taranto.

L’unità sarebbe affondata in un fondale di circa tre metri nel corso della notte di Capodanno, per delle ragioni ancora sconosciute. Inviato sul posto via terra personale della Guardia Costiera, si è appurata la fondatezza della segnalazione, oltre che l’assenza di tracce di inquinamento in atto.

La Guardia Costiera ha quindi diffidato il proprietario dell’unità ad adottare con urgenza ogni iniziativa atta a prevenire eventuali forme di inquinamento, sebbene al momento non ne siano state accertate ed a rimuovere l’unità che rappresenta pericolo per la navigazione. Immediatamente  è stata informata dell’accaduto  l’ Autorità Giudiziaria.

Sono in corso accertamenti a cura della Guardia Costiera, a seguito del recupero dell’unità, per individuare la dinamica e le possibili cause dell’affondamento.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Confermate le condanne definitive per Buzzi e Carminati che ritornano in carcere 
Licenziata l'ex vice questore "no-green pass" Nunzia Schilirò
Danno da 11 milioni alla Regione Lazio, Zingaretti sotto inchiesta per le mascherine mai consegnate
La Milano by-night schiava di droga e sesso
Esercitazione aeronavale delle Fiamme Gialle nel golfo di Taranto
Alberto Genovese condannato a 8 anni e 4 mesi per aver dopo averle stordite con mix di droghe e violentato due modelle
Archivi
Confermate le condanne definitive per Buzzi e Carminati che ritornano in carcere 
Licenziata l'ex vice questore "no-green pass" Nunzia Schilirò
L’Opinione del Direttore
Il Viminale corregge l'assegnazione dei seggi: alla Camera entra il consigliere regionale De Palma
"Monnezzopoli". L'imbarazzante silenzio della Gazzetta del Mezzogiorno sui processi del proprio co-editore Antonio Albanese imprenditore dei rifiuti

Cerca nel sito