Duello referendario: il meglio del peggio !

Duello referendario:  il meglio del peggio !

CdG elezioniNon c’è altra arma che guardarli in faccia: quando siete davanti al televisore togliete l’audio, concentrandovi sulle loro facce. Votate con l’intestino, senza cagarvi addosso.

(Beppe Grillo)

 

Bocelli vota Sì. Avrà letto la riforma o di Renzi si fida ciecamente? 

(Andrea Tosatto, autore di inni per il M5S)

 

Alex Zanardi vota Sì. Peccato lo facevo più in “gamba”.

(Giuliano Parodi, sindaco di Sovereto, Livorno)

 

 

Se vince il Sì, Renzi farà con meno violenza, meno arresti, meno morti, quello che hanno già fatto Mussolini, Franco, Salazar, Ceausescu, Erdogan.

 (Maurizio Bianconi, conservatori e riformisti)

 

State lontani dalle camionette! La settimana prima di un referendum importante in cui il governo va sotto di sei punti può accadere che il destino (…) possa essere indirizzato da una bomba.

(Bartolomeo Pepe, Gal)

 

Nulla sarà come prima e voi sarete stati inesorabilmente dalla parte sbagliata, come coloro che nel ’43 scelsero male (…) questa riforma è fondata sui valori del clientelismo scientifico e organizzato, del voto di scambio, della corruzione.

(Francesco Caruso presidente del Tribunale di Bologna)

 

Offri una frittura di pesce, portali sulle barche, sugli yacht, fai come cazzo vuoi tu, ma falli votare Sì.

(Vincenzo De Luca, governatore della Campania)

 

 Meravigliosa frittura, col peculato. Meravigliosa paura di andare sotto. Faccia di bronzo…

(Maurizio Gasparri,FI rivisitando Gianna Nannini)

 

Con il Sì daremo ai malati di cancro cure migliori.

(Maria Elena Boschi)

 

La riforma soddisfa le esigenze di lobby occulte anche criminali.

(Antonio Ingroia, Rivoluzione civile)

 

Qui c’è da liberare un Paese: questo è un nuovo Comitato di liberazione nazionale da Renzi e dai suoi amichetti banchieri che passa dall’Anpi alla Cgil a Forza Italia ai Cinque stelle.

(Matteo Salvini)

 

Se perdiamo sarà un Natale con la casta.

(Comitato bastaunsì)

 

 

Votano Sì solo le persone molto anziane forse anche perché hanno maggiore difficoltà a comprendere questa riforma.

(Massimo D’Alema)

 

Meglio succhiare un osso che un bastone.  

(Romano Prodi)

 

Prodi è molto legato a Goldman Sachs e quindi non mi sorprende che voti Sì.

(Alessandro Di Battista, M5S)

 

È come se i ladri che ci hanno rubato in casa per 30 anni oggi ci chiedessero di sostituirci la serratura di casa per non rubare più. Per questo bisogna votare No.

(Alessandro Di Battista, M5S)

 

Con il No vince l’Italia del rancore e dell’odio, l’italietta senza credibilità

(Simona Vicari, sottosegretario)

 

Con il Sì si va contro i sardi.

(Ugo Cappellacci, FI)

 

 

La nuova Carta ci riporta a quando il potere politico era concentrato nelle mani di ristrette oligarchie, le stesse che detenevano il potere politico.

(Roberto Scarpinato,magistrato di Palermo)

 

Se vince il Sì l’Italia sarà più simile all’Ungheria.

(Ferdinando Imposimato)

 

Anche Lenin voterebbe Sì.  

(Matteo Salvini)

 

Ho deciso di denunciare alla magistratura l’agenzia di rating Moody’s che sta condizionando il dibattito

(Maurizio Gasparri)

 

La riforma attua il piano rinascita di Licio Gelli.

(Beppe Grillo)

 

Con il Sì lo Stato potrebbe estendere la ricerca di petrolio ovunque.

(Michele Emiliano, governatore della Puglia)

 

Votiamo no e gli amici di Renzi (JP Morgan in primis con il loro consulente Tony Blair) ci rimettono un sacco di soldi.

(Renato Brunetta)

 

 Il referendum lui stesso lo sta facendo diventare un voto sul suo personaggio (…) come ai tempi di Pinochet in Venezuela (ma Pinochet era cileno, ndr).

(Luigi DiMaio, M5S)

 

Il No avrà una funzione educativa e farà crescere il Paese.

(Gianna Fracassi, Cgil)

 

 

Vinciamo e gli italiani che sono andati via torneranno in Italia.

(Luigi Di Maio, M5S)

 

Se Renzi vince il referendum, le conseguenze ambientali sarebbero gravi.

(Angelo Bonelli, Verdi)

 

Votare No per evitare una dittatura.

(Silvio Berlusconi)

 

La democrazia è in pericolo.

(Luigi De Magistris, sindaco di Napoli)

 

Se vince il No lascio la politica.

(Alberto Baccini, sindaco di Porcari, Lucca)

 

L’Italia ha troppe leggi e soprattutto troppe leggi di merda.

(Alessandro Di Battista, M5S)

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !