Verso la conferma l’utilizzo dei contratti di solidarietà all’ ILVA

Verso la conferma l’utilizzo dei contratti di solidarietà all’ ILVA

La Fim Cisl chiede subito delle risorse finanziarie all’ ILVA per evitare lo stop impianto ed una vera “bomba” sociale

Al termine dell’incontro avuto ieri a Roma con Gnudi, Laghi e Carruba i tre commissari dell’amministrazione straordinaria ILVA , il segretario generale della Fim Cisl Marco Bentivogli con una nota ha dichiarato: “abbiamo chiesto di sciogliere due nodi fondamentali: il primo, recuperare la disponibilità di risorse finanziarie nell’immediato a partire da quelle relative al contenzioso Fintecna (155 milioni ), risorse necessarie da subito per: salari, pagamenti fornitori e gestione industriale e che non possono attendere l’avvio della newco che ci confermano sarà operativa non prima di marzo. Il secondo, quello dell’utilizzo dei contratti di solidarietà su cui fino al 28 febbraio, vi è copertura del precedente accordo e sulla necessità di costruirne uno nuovo, che conferma l’utilizzo dello strumento della solidarietà, che riteniamo debba ridurre drasticamente i numeri circolati nello stabilimento e sulla stampa.

Marco Bentivogli FIM Cisl

nella foto Marco Bentivogli segretario nazionale FIM Cisl

I Commissari ci hanno risposto – ha aggiunto Bentivogli – che stanno operando al fine di accelerare la tempistica relativa alle risorse Fintecna e al rientro dei soldi sequestrati alla famiglia Riva (1.2 miliardi di euro) di cui 129 milioni già in Italia presso il FUG ( il Fondo Unico di Garanzia). Inoltre si stanno svolgendo le verifiche presso il Ministero del Lavoro per la conferma dei contratti di solidarietà. Sui numeri di questi ultimi, i commissari ci hanno dichiarato l’impossibilità di stimarne l’entità in quanto correlata alle verifiche in corso e al reperimento delle risorse.

Richiamiamo ancora una volta il Governo – ha concluso Bentivogliaffinché si recuperi maggiore tempestività vista la drammaticità che si aggrava giorno per giorno dell’ ILVA e del suo indotto.

I commissari hanno garantito il pagamento degli stipendi di gennaio e confermato l’impegno a reperire le risorse economiche necessarie per i lavoratori degli appalti, anche se su questo punto si attende che il decreto di dicembre venga convertito in legge , atto che di fatto sbloccherebbe importanti finanziamenti per Taranto.

I tre commissari nominati dal Governo Renzi saranno oggi a Taranto per incontrare il prefetto Guidato, il sindaco Stefàno , il vescovo (anche se non si capisce a quale titolo…) ed i dirigenti dell’ ILVA.

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?