MENU
15 Agosto 2022 11:41
15 Agosto 2022 11:41

Venduta la villa di Berlusconi dove viveva Francesca Pascale

1.140mq circondati da un parco di 30.000mq, queste le dimensioni del “nido d’amore” dell’ex Premier e Francesca Pascale. Non è noto il prezzo richiesto per "Villa Maria", ma è noto che era stata acquistata per 2.5 milioni di euro e poi sottoposta ad una importante ristrutturazione

D’intesa con la famiglia Berlusconi, la società immobiliare Lionard S.p.A. ha reso noto con un comunicato che “Villa Maria” la residenza che Silvio Berlusconi ha acquistato a Casatenovo, nel cuore della Brianza non lontano da Arcore, non è più sul mercato. La proprietà, che è stata oggetto di importanti opere di restauro e valorizzazione, è stata gestita da Lionard S.p.A. e, dopo un brevissimo periodo sul mercato, ha trovato immediatamente un acquirente.

Sino ad oggi è stato osservato il massimo riserbo sia sulla proprietà che sulla trattativa, nel rispetto della privacy che garantiamo ai nostri clienti – spiega Dimitri Corti, CEO & Founder di Lionard S.p.A – tuttavia, alla luce delle recenti speculazioni rilasciate da soggetti terzi non coinvolti nella negoziazione, abbiamo scelto di derogare al nostro modus operandi per precisare che la villa non è più disponibile sul mercato.”

1.140mq circondati da un parco di 30.000mq, queste le dimensioni del “nido d’amore” dell’ex Premier e Francesca Pascale. Non è noto il prezzo richiesto per “Villa Maria”, ma è noto che era stata acquistata per 2.5 milioni di euro e poi sottoposta ad una importante ristrutturazione. Le poche informazioni disponibili riguardano la struttura della casa: un’ampia zona giorno con saloni doppi, divisi da leggere soprelevazioni del pavimento, sala da pranzo con open space, bellissimi quadri e un elegante camino doppio inserito in una parete di pietra viva. Ampie vetrate che “permettono agli interni di dialogare con gli esterni, rendendo la natura ancora più protagonista”. Parquet di colore chiaro, così come gli arredi e inoltre uno studio nella stanza mansarda, con travi inclinate. Numerose, infine, le opere d’arte mentre la camera da letto era impreziosita da un letto a baldacchino color tortora. 5 le stanze e 3 i bagni totale.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Quello che le "toghe rosse" non dicono sul Csm...
I vertici nazionali e provveditori regionali del DAP a ferragosto negli istituti penitenziari
Fratelli d’Italia e Crosetto ridicolizzano il TG1 e l' Usigrai sul Pnrr
Sondaggi elettorali: il centrodestra in netto vantaggio
La sede del quotidiano La Stampa imbrattata con scritte "no war" e "no vax"
Caos procure: Palamara "ho dato mandato ai legali per querelare il Fatto Quotidiano per diffamazione"
Archivi
Quello che le "toghe rosse" non dicono sul Csm...
Ferragosto 2022, apertura straordinaria di musei e siti archeologici statali
Benedetta Pilato ha pianto "per Stefano" dopo aver vinto agli Europei di nuoto
L'ex presidente USA Donald Trump è sotto indagine per spionaggio
Operazione “Stazioni Sicure” della Polizia di Stato

Cerca nel sito