MENU
5 Dicembre 2022 01:20
5 Dicembre 2022 01:20

Tentano una rapina a mano armata ma vengono fermati ed arrestati da un Carabiniere libero dal servizio

Nel tardo pomeriggio di ieri i Carabinieri della Compagnia di Martina Franca hanno tratto in arresto, per tentata rapina e detenzione e porto abusivi di arma da sparo in concorso  Giovanni Cardiota, classe 1983, censurato e un minorenne, classe 1998, incensurato, entrambi tarantini. Gli arresti sono maturati grazie alla brillante intuizione di un militare del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto che, libero dal servizio, percorreva le vie cittadine. Ad un tratto, il militare, che ha riconosciuto il Cardiota di cui aveva ben presente il curriculum criminale, si è insospettito per l’atteggiamento dei due che si aggiravano in prossimità degli esercizi commerciali presenti in zona con un comportamento circospetto, che lasciava presagire un’imminente azione delittuosa.

Schermata 2014-11-20 alle 11.33.07Dopo aver allertato l’equipaggio di turno dell’Aliquota Radiomobile, il militare del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo ha continuato a seguire i due fino a quando sono stati sul punto di introdursi all’interno di un negozio martinese. A quel punto il Carabiniere è intervenuto e, supportato dal personale del N.O.R. di Martina, ha bloccato i due che nel frattempo avevano tentato di celare la propria identità indossando dei cappucci. La perquisizione personale ha consentito, poi, di rinvenire, nella disponibilità degli arrestati una pistola a salve, fedele riproduzione di una semiautomatica, modificata in modo tale da poter esercitare efficace azione di fuoco. L’arma, che aveva un colpo in canna ed un altro inserito nel caricatore, è stata messa in sicurezza e sottoposta a sequestro. I due, terminati gli accertamenti, sono stati arrestati per detenzione e poro abusivi  di arma e per tentata rapina, sventata solo grazie all’intuito del giovane Carabiniere che da casa stava andando in palestra, quando si è accorto della situazione. Il minorenne, come disposto dal Pm minorile Dr. Giuseppe Carabba, è stato collocato agli arresti domiciliari, mentre il maggiorenne, su disposizione del Pm Dr. Remo Epifani condotto presso la casa Circondariale di Taranto.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

La ricorrenza della “Virgo Fidelis” celebrata dall' Arma dei carabinieri a Taranto
Primo processo per Amara a Milano: "Calunniò ex Csm Mancinetti". Rinviato a giudizio con Calafiore e Centofanti
Scovato dalla Polizia di Stato gruppo di neonazisti in Campania
Procuratore capo degli arbitri di calcio italiani arrestato per traffico internazionale di droga
Arrestati 3 agenti della polizia penitenziaria di Bari: pestarono e torturano un detenuto con problemi psichici per poi occultarne le prove
Si è ucciso l'uomo che si era spacciato online per la fidanzata, dopo il servizio televisivo de Le Iene
Archivi
Governo: "Durerà per intera legislatura"
Renzi lancia l'accordo di federazione Italia Viva-Azione
L'eleganza made in Italy piange la scomparsa di Cesare Attolini, "padre" della sartoria napoletana
Le Ferrovie dello Stato lanciano gara collegamento Aeroporto del Salento. I nuovi treni per la Puglia
Scoperti a Roma 95 "furbetti" del Reddito di cittadinanza: alcuni erano ai domiciliari e percepivano il sussidio

Cerca nel sito