MENU
28 Giugno 2022 12:22
28 Giugno 2022 12:22

Procura di Napoli

Features
Su delega del procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli, la Digos della Questura del capoluogo campano ha perquisito gli uffici ed abitazioni di Amato e Caruso alla ricerca di elementi che possano dimostrare come i due «si siano accreditati» presso «istituzioni internazionali», come riportato nel decreto di perquisizione, allo scopo di fare affari. 
20 Maggio 2022
L’operazione coordinata da quattro diverse procure Antimafia ha portato anche al sequestro di circa 1 miliardo di euro. ALL’INTERNO IL VIDEO DELL’OPERAZIONE. L’accusa a carico della Bettozzi è di essere a capo del sodalizio criminale. La donna si occupava praticamente di tutto. Stringeva accordi con i “clan” di camorra dei Moccia, Formicola e dei Casalesi e progettava modifiche societarie per “tenere indenni da indagini i componenti del sodalizio” .
9 Aprile 2021
Un’inchiesta che ha messo in fibrillazione un intero mondo di relazioni, uno giro di amicizie influenti che ruotava attorno ai cantieri di Di Leva, a qualche “attenzione” di troppo: dalle gite in barca o alle tessere gratis per una vacanza a Capri in favore di questo o quel magistrato. 
5 Dicembre 2019
Dopo l’inchiesta giornalistica del quotidiano La Repubblica, Maria Busiello lascia il consiglio comunale: “La decisione non per motivi personali ma per il mio ruolo istituzionale”
25 Novembre 2018
Arrestata la zia per abbandono di minore. Indagini in campo rom di Scampia a Napoli
28 Ottobre 2017
Il presidente della Cassazione Canzio: “No a pregiudizi sulle carriere parallele come avvenne per Falcone e D’Ambrosio. Magistrati come Melillo vanno incoraggiati e non delegittimati”
28 Luglio 2017
La vicenda che riguarda il pm napoletano è arrivato davanti al plenum del Csm per iniziativa del pg della Cassazione Pasquale Ciccolo, titolare insieme al Ministro di Giustizia dell’azione disciplinare verso i magistrati, che ha contestato al pm Woodcock una sua intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica in difesa del capitano del No
7 Giugno 2017
Il pm contesta a Sergio Di Palo il fidanzato della ragazza suicida il reato di falso, simulazione di reato per la falsa denuncia di smarrimento del telefonino della ragazza
6 Marzo 2017
Per una “esigenza di chiarezza la Procura di Roma – conclude la nota – ha pertanto revocato al Nucleo Operativo Ecologico la delega per le ulteriori indagini che è stata affidata al Nucleo Investigativo di Roma dell’Arma dei Carabinieri
5 Marzo 2017
Recuperati dai tecnici informatici della sezione cyber-crime del comando provinciale di Napoli dell’ Arma i file audio risalenti alle ore precedenti alla morte della ragazza
17 Febbraio 2017
La ragazza si era uccisa dopo la diffusione sul web, a sua insaputa, di video hard. A Monaco di Baviera, per la prima volta, la magistratura ha indagato i vertici di Facebook, tra cui il fondatore Mark Zuckerberg per la mancata rimozione di contenuti criminali. Alla denuncia è allegata una lista di casi nei quali si mostra che alcuni contenuti, nonostante ripetute sollecitazioni, non sarebbero stati rimossi.
4 Novembre 2016

Cerca nel sito