MENU
30 Gennaio 2023 15:00
30 Gennaio 2023 15:00

Ministero dello Sviluppo Economico

Ambiente & Energia | Imprese |
La Commissione europea ha approvato il progetto del Gruppo Poste Italiane per l’installazione di 5 mila stazioni di ricarica in 2.100 comuni con meno di 15 mila abitanti
9 Ottobre 2022
La normativa prevede che il 40% delle risorse del Pnrr con destinazione territoriale sia diretto alle regioni del mezzogiorno. Un obiettivo che deve essere rispettato da tutte le organizzazioni titolari ma che i ministeri guidati da esponenti della Lega sono molto distanti da raggiungere.
26 Giugno 2022
Alla nuova agevolazione potranno accedere i cittadini di età superiore a 70 anni e titolari di una pensione fino a 20.000 euro annui che saranno informati dall’Azienda guidata da Matteo Del Fante
20 Dicembre 2021
Le Associazioni dei consumatori pugliesi, con grande amarezza e delusione, oltre ad aumentare di molto il carico giudiziale nei confronti della Banca Popolare di Bari, fino a quando la governance della banca non formulerà proposte serie e rispettose degli azionisti, i quali, secondo il parere unanime di Consob, Banca d’Italia e Procura Penale, sono stati vittime di condotte gravemente scorrette
19 Maggio 2021
Come ben noto il “dossier ILVA”, su cui hanno messo le mani i ministri grillini Luigi Di Maio e Stefano Patuanelli combinando più guai ed inutili proclami al vento, giace da mesi sulle scrivanie del Ministero dello Sviluppo Economico che adesso ha messo 470 milioni di euro a disposizione di Invitalia per entrare nella società al momento controllata da Arcelor Mittal. Il Governo ha sbloccato inoltre altri 30 milioni di Ilva in amministrazione straordinaria , società proprietaria degli impianti dati in gestione ad ArcelorMittal , per realizzare interventi di carattere sociale in favore dei comuni dell’area di crisi ambientale e cioè Taranto, Crispiano, Massafra, Montemesola e Statte
8 Agosto 2020
Slitta incontro tra commissari e Mittal. La formalizzazione dell’accordo, dunque, salvo ulteriori ennesimi rinvii, dovrebbe arrivare settimana prossima e comunque entro il 6 marzo, data della prossima udienza dinnanzi al giudice Claudio Marangoni  del Tribunale Civile di Milano. Ufficialmente, la ragione dell’ennesimo slittamento sarebbe soltanto “tecnica” e dovuta alla mancata acquisizione delle firme dei ministri interessati.
28 Febbraio 2020
Secondo fonti confidenziali partecipanti alle trattative la nuova bozza d’accordo si basa su occupazione, investimenti ed in particolare un impegno finanziario diretto dello Stato nella “nuova” ILVA, i pagamenti dei canoni restanti da parte di ArcelorMittal ridotti però del 50% rispetto agli accordi iniziali (cioè soltanto 7,5 milioni di euro invece dei 15 previsti dal contratto iniziale)
7 Febbraio 2020
La ripresa delle forniture  ed il conseguente riempimento dei magazzini, lo sblocco di pagamenti ai fornitori dell’indotto che aspettano di incassare 60 milioni di euro annunciato oggi, e la riprese della continuità aziendale evidenziano una nuova luce su molte delle ipotesi di reato, come le distrazione fallimentare e quella ancora più grave di attentato a un asset strategico dell’economia nazionale.
25 Novembre 2019
Il numero dei dipendenti delle aziende presenti ed operanti nell’ indotto ex ILVA di Taranto ammonta a circa 6mila unità, molte delle quali hanno già sacrificato e perso fra il 2014 e il 2015 la somma di 150 milioni di euro nel passaggio fra ILVA spa (falllita) ed ILVA in Amministrazione Straordinaria  (crediti confluiti nello stato passivo).
15 Novembre 2019
L’ “ok” arrivato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 6 agosto al testo che conferisce alcune tutele legali ad Arcelor Mittal affittuari del Gruppo ILVA che ancora non è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. L’obiettivo previsto era la pubblicazione per la fine di agosto, per concedere più tempo ai due rami parlamentari (Camera dei Deputati e Senato della Repubblica) per poterlo convertire.
16 Agosto 2019
Il ministero dello Sviluppo Economico ha ordinato all’emittente della Lega la sospensione dell’attività sulla rete digitale che gli consentiva la diffusione in tutta Italia, aggirando la licenza
1 Maggio 2019
Legittimo chiedersi a questo punto:  cosa ha fatto in questi mesi il governo per l’ex-Ilva? A noi risulta poco, o meglio nulla ! Tant’è che soltanto 48 ore prima della calata dei ministri a Taranto, qualcuno si è accorto che era possibile annullare la norma sulle immunità penali, che in realtà erano già scadute, quindi decadute a fine marzo 2019, cioè praticamente un mese fa.
28 Aprile 2019
Il CORRIERE DEL GIORNO è in grado di rivelare che sulla vicenda si è già attivato il Nucleo Speciale per la Radiodiffusione e l’Editoria presso l’ AGCOM della Guardia di Finanza, che vuole fare chiarezza su questi passaggi di rami d’azienda e sui contributi richiesti dalla Mastermedia s.r.l
27 Dicembre 2018
Convocato un tavolo ministeriale a cui parteciperà il Ministro Luigi Di Maio, fissato per mercoledì prossimo 5 settembre alle ore 14, per proseguire il confronto sulla cessione della società ILVA
31 Agosto 2018
A questo punto i consigli, giunte e presidenti delle Camere di Commercio di Taranto e Brindisi, restano in carica fino alla nomina del prossimo consiglio, della prossima giunta e del prossimo presidente della Camera di commercio accorpata di Brindisi e Taranto.
31 Agosto 2018
Secondo nostre fonti confidenziali il parere dell’ Avvocatura Generale dello Stato, sulla gara per l’assegnazione dell’ ILVA sarebbe già arrivato sulla scrivania del Ministro dello Sviluppo economico, e ricalca quello precedente del giugno 2017, con analoga conclusione: la procedura di gara è stata regolare e l’ ILVA è aggiudicata alla cordata guidata di Arcelor Mittal
17 Agosto 2018
Il ministro grillino: “Chiederemo subito un parere all’Avvocatura dello Stato per annullare la gara”. Ipotesi irreale considerato che l’ Avvocatura ha già dato semaforo verde alla cessione
6 Agosto 2018
Questo nuovo confronto alla presenza del Ministro Di Maio potrebbe risultare decisivo dati i tempi stretti a disposizione per una soluzione positiva della  vicenda in considerazione della situazione economica dell’ILVA in amministrazione straordinaria che dal 1 settembre non avrà più liquidità finanziaria a disposizione per fornitori e dipendenti.  
4 Agosto 2018
La multinazionale franco-indiana Arcelor Mittal, leader mondiale nella produzione dell’ acciaio,  nella sua proposta d’acquisizione ha previsto di raggiungere, una riduzione entro il 2023,  delle emissioni di CO2 per tonnellata di acciaio liquido pari al 15% rispetto ai dati del 2017, e l’azzeramento delle polveri al 2020 con 18 mesi in anticipo rispetto a quanto previsto dal Dpcm del dicembre 2017, l’anticipazione della fine dei lavori per la copertura dei parchi delle materie prime (da realizzare entro giugno 2020 per il carbone e gennaio 2020 per il minerale ferroso), indicando l’obiettivo di supporto alla crescita e al benessere delle comunità locali.
30 Luglio 2018

Cerca nel sito