MENU
26 Settembre 2022 23:57
26 Settembre 2022 23:57

Italo Bocchino

Cronaca Giudiziaria | Italia |
Nei giorni scorsi la procura di Roma ha depositato una lista testi da oltre cinquanta nomi, tra cui anche quelli dell’ex premier Matteo Renzi, del presidente di Italia Viva Ettore Rosato e del Governatore della Regione Puglia Michele Emiliano. Tra le persone da ascoltare, secondo l’accusa, anche il colonnello Sergio Di Caprio, meglio noto come il capitano “Ultimo”
30 Gennaio 2021
Il 3 marzo scorso i pm avevano proceduto alla chiusura del filone di inchiesta per Lotti e Saltalamacchia. Una decisione arrivata alcuni giorni dopo quella del gip Sturzo che il 17 febbraio scorso aveva disposto nuovi accertamenti anche nei confronti di Tiziano Renzi, padre dell’ex presidente del Consiglio, accusato di traffico di influenze illecite.
30 Luglio 2020
La procura aveva chiesto di archiviare le accuse a carico del padre dell’ex premier ed segretario Pd , che adesso deve rispondere di traffico di influenze illecite.  Il giudice ha detto «no» oltre alla posizione di Renzi senior, anche per altri nove indagati, Tra loro l’ex ministro dello Sport Luca Lotti, l’ex parlamentare del Pdl Italo Bocchino ed il generale dei Carabinieri Emanuele Saltalamacchia
26 Luglio 2019
La Procura di Roma dopo due anni di indagini ha chiuso la maxi  indagine sul caso Consip,per la quale ha seguito tre filoni d’inchiesta. In sette rischiano di finire a processo .
29 Ottobre 2018
Nei confronti del maggiore Scafarto, già indagato per falso e rivelazione del segreto d’ufficio, è scattata anche l’ipotesi di depistaggio. Stessa ipotesi accusatorio per il colonnello Sessa, già iscritto per depistaggio per “false dichiarazioni” ai magistrati romani  durante un precedente interrogatorio in merito all’inchiesta asu Consip.
13 Dicembre 2017
La rivelazione del segreto d’ufficio contestata al maggiore Scafarto sarebbe stata compiuta, con il giornalista Giacomo Amadori del quotidiano La Verità diretto da Maurizio Belpietro
12 Settembre 2017
La vicenda che riguarda il pm napoletano è arrivato davanti al plenum del Csm per iniziativa del pg della Cassazione Pasquale Ciccolo, titolare insieme al Ministro di Giustizia dell’azione disciplinare verso i magistrati, che ha contestato al pm Woodcock una sua intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica in difesa del capitano del No
7 Giugno 2017
La frase falsamente attribuita, su cui il capitano si è riservato di non rispondere, era molto rilevante nella relazione sulle indagini fatte, come scrive lo stesso carabiniere: “Questa frase assume straordinario valore e consente di inchiodare alle sue responsabilità il Renzi Tiziano in quanto dimostra che effettivamente il Romeo e il Renzi si siano incontrati”. Insomma, con la falsa attribuzione cade la principale prova di contatto fra Romeo e Renzi.
11 Aprile 2017
L’ufficiale risulta indagato al momento con l’accusa di falso perché autore di un’informativa che da un lato ha accreditato la tesi del coinvolgimento di personaggi asseritamente appartenenti ai servizi segreti e dall’altro per aver riferito un passo di una intercettazione ambientale, fatto non corrispondente al vero.
10 Aprile 2017
Gli investigatori lo chiamano «sistema Romeo». Significa che l’imprenditore napoletano ha capito che la chiave che apre tutte le porte in tema di appalti pubblici è la politica. Romeo interrogato questa mattina si è avvalso della facoltà di non rispondere, Nei prossimi giorni verrà interrogato anche Michele Emiliano
6 Marzo 2017
Per una “esigenza di chiarezza la Procura di Roma – conclude la nota – ha pertanto revocato al Nucleo Operativo Ecologico la delega per le ulteriori indagini che è stata affidata al Nucleo Investigativo di Roma dell’Arma dei Carabinieri
5 Marzo 2017
L’ inchiesta sugli appalti della Spa del Ministero dell’Economia, vede indagati anche il ministro Luca Lotti, il generale dei carabinieri Tullio Del Sette, il comandante dell’Arma Emanuele Saltalamacchia ed il padre dell’ex premier, Tiziano Renzi. Perquisito l’ex deputato Italo Bocchino attuale direttore editoriale del quotidiano online Secolo d’ Italia. Rinviato alla settimana prossima l’interrogatorio di Michele Emiliano
1 Marzo 2017

Cerca nel sito