MENU
8 Febbraio 2023 14:48
8 Febbraio 2023 14:48

Sparatoria da farwest ad Ancona, fermato un poliziotto

Due persone sono rimaste coinvolte in una sparatoria nei quartieri nuovi del capoluogo marchigiano. Uno è un poliziotto fuori servizio che avrebbe ferito un ragazzo di vent'anni al culmine di una lite

Un poliziotto di 40 anni Alessandro Giordano è stato fermato per aver sparato a N.G. un ragazzo di 21anni intorno alle 4 della notte fra sabato e domenica , nei nuovi quartieri di Ancona, nei pressi del centro di aggregazione giovanile comunale ‘La bottega della fantasia‘. La sparatoria sarebbe avvenuta al termine di un diverbio tra i due, che si conoscevano: l’agente, aggredito dal giovane, ha prima sparato un colpo in aria, poi un altro che ha raggiunto il ragazzo a una gamba.

A soccorrere il giovane sono stati i suoi amici, che l’hanno portato al pronto soccorso dell’ospedale regionale di Torrette, dove poco dopo è arrivato anche il poliziotto, anche lui ferito: ci sono stati minuti di tensione dopo che gli amici del ferito avrebbero riconosciuto l’uomo, tanto che sono dovute intervenire le forze dell’ordine. Al momento il poliziotto è in stato di fermo, mentre la Squadra Mobile di Ancona continua le indagini. Per Alessandro Giordano è scattata, insieme al procedimento penale, la sospensione temporanea dal servizio, a seconda dell’evolversi della vicenda giudiziaria potrebbe arrivare la sua destituzione, dopo un iter disciplinare interno.

Da una prima ricostruzione della vicenda, i due, che si conoscevano, si sono incrociati all’interno di un locale notturno e avrebbero continuato la lite per strada, dopo essere stati accompagnati fuori dalla sicurezza: prima una colluttazione e poi almeno due colpi di pistola, il secondo dei quali ha raggiunto il giovane a una gamba.

Da quanto si è appreso, il poliziotto presta servizio a Civitanova Marche e risiede ad Ancona nella strada in cui è avvenuta la sparatoria. Le indagini sono affidate ai colleghi di Ancona, che durante la mattinata hanno sentito diversi testimoni presenti sia all’interno del locale sia in strada, al momento della sparatoria, per ricostruire le cause del diverbio e per quale motivo il poliziotto abbia sparato. Sul posto è arrivata la Polizia Scientifica che ha trovato i proiettili sull’asfalto nelle vicinanze della fermata del bus e di un centro di aggregazione, e l’area è stata isolata per cercare di trovare indizi maggiori che possano aiutare alle indagini. 

La direzione generale ad interim dell’Aou ha reso noto che alle 4:34 di oggiha fatto accesso al pronto soccorso dell’Azienda Ospedaliera Universitaria delle Marche un ragazzo di 21 anni con una ferita da arma da fuoco, non in pericolo di vita; successivamente alle ore 6:58 giungeva un uomo di 40 anni ferito con traumi contusivi vari, non in pericolo di vita”. La nota continua: “nei minuti successivi hanno fatto accesso al Pronto Soccorso due gruppi di persone, presumibilmente amici dell’uno e dell’altro; nella sala di attesa del Pronto Soccorso tra i due gruppi è avvenuto un alterco che ha determinato attimi di tensione – si legge -. Il tempestivo intervento delle forze dell’ordine, della vigilanza privata nonché il rispetto delle norme di sicurezza interne all’ospedale ha comportato un rapido ripristino della normalità”.

Il testimone e sullo sfondo la fermata del bus dove è avvenuta la sparatoria (fonte: CentroPagina.it)

Il poliziotto dopo aver ferito il ventenne, ha raggiunto l’ospedale di Torrette circa due ore dopo la sparatoria e si è fatto medicare al pronto soccorso. Un testimone, Francesco Saverio De Dominicis che abita in via Flavia, come riporta il quotidiano online CentroPagina ha affermato: “Io ero in sala e dopo la trasmissione della De Filippis (“C’è Posta per te” n.d.r.) seguivo i canali musicali perché sono un appassionato di canzoni. Saranno state le due di notte e mentre ascoltavo la musica prima ho sentito che c’era gente che discuteva in strada, una discussione ad alta voce che poi s’è fatta animata, anche con urla, e ho pensato che fossero dei giovani che litigavano animatamente. Ho sentito il primo colpo, che credo sia stato di una pistola. Mi sono affacciato dal terrazzino e nel frattempo è partito un altro colpo. Ma non ho fatto in tempo a capire se qualcuno fosse stato ferito o meno, né chi avesse sparato, ma quando mi sono affacciato ho visto nel buio che alcune persone entravano in un grosso furgone bianco e altre due su un’autovettura che mi è sembrata una Punto nera, ma era buio. Andiamo, scappiamo, ho sentito gridare, e i due mezzi sono partiti a grande velocità“.

Aggiungendo: “Entrambi i mezzi sono partiti verso piazza Salvo d’Acquisto ma hanno girato subito a sinistra, l’ho capito dal rumore che facevano, sembrava che si stessero inseguendo, poi però nel giro di pochissimo tempo la Punto nera – ha spiegato il testimone – è passata nuovamente qui davanti, sempre a gran velocità, evidentemente aveva fatto il giro dell’isolato. Il furgone, invece, non l’ho più rivisto. Questo è un posto dove accadono spesso episodi incresciosi“.

“La Direzione Aziendale, accorsa sul posto, unitamente alla responsabile del Pronto Soccorso ha rilevato che nessun danno di rilievo è stato registrato alle suppellettili e alle persone nel corso dell’alterco e che la situazione è tornata alla normalità” prosegue la nota che ribadisce: “I due feriti, sottoposti alle cure, non corrono pericolo di vita” 

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Pubblicava sui social minacce di morte ed insulti al premier Meloni: scoperto e denunciato dalla Polizia di Stato
Dopo il terremoto in Turchia e l'allerta tsunami, Treni fermi un'ora in Sicilia, Calabria e Puglia . Allerta della Polizia di Bari: possibili onde di maremoto
Arresti nella notte a Napoli: blitz al clan Mazzarella, le mani della camorra sulla benzina
Reddito di cittadinanza, maxi-truffa a Roma: 61 denunciati per "false dichiarazioni"
'Ndrangheta, struttura 'locale' a Roma: 67 verso il processo
Arrestato in Francia il latitante della ’Ndrangheta Edgardo Greco ricercato da 17 anni
Archivi
Arrestato Tumbarello, il medico di Messina Denaro. Il gip: “Il medico massone ha firmato 137 ricette per il latitante”
Sanremo 2023, anche il presidente della Repubblica Mattarella stasera sarà in prima fila
Continuano le "furbate" di Arcelor Mittal sull'acciaio italiano. E nessuno dice niente!
Pubblicava sui social minacce di morte ed insulti al premier Meloni: scoperto e denunciato dalla Polizia di Stato
Il "caso Donzelli" divide gli elettori. Sondaggio: due italiani su tre difendono il 41 bis

Cerca nel sito