MENU
13 Giugno 2024 15:29
13 Giugno 2024 15:29

Poste Italiane ottiene la certificazione “Equal-Salary” per le politiche salariali tra donne e uomini

Il riconoscimento conferma il valore dei risultati conseguiti dal Gruppo guidato dall’AD Matteo Del Fante nell’ambito del pilastro ESG Diversity&Inclusion

Poste Italiane è la prima tra le società del FTSE MIB settore assicurativo e la più grande azienda per numero di dipendenti a ricevere la certificazione “EQUAL-SALARY” per la rigorosa applicazione delle politiche retributive senza pregiudizi di genere. L’attestazione testimonia l’impegno di Poste Italiane nella creazione di un ambiente lavorativo inclusivo e di una cultura aziendale improntata sul rispetto e sulle pari opportunità nei percorsi di carriera.

La certificazione, rilasciata da “EQUAL-SALARY”, organizzazione svizzera indipendente senza scopo di lucro, è stata sviluppata in collaborazione con l’Università di Ginevra, rispettando gli standard e le best practice internazionali e permette alle società di verificare e rendere pubblica l’equità retributiva, a parità di mansione, all’interno dell’organizzazione aziendale. Il riconoscimento è stato conferito al termine di un percorso, basato su una rigorosa metodologia riconosciuta dalla Commissione Europea, e con il supporto della società PwC Italia, e ha previsto una analisi dettagliata dei livelli retributivi di tutta la popolazione aziendale, focus group, interviste e survey sulla percezione dei dipendenti dell’impegno aziendale in tema di inclusione e diversità. È stato inoltre effettuato uno studio delle politiche di gestione e sviluppo delle risorse umane.

“Siamo lieti di dare il benvenuto a Poste Italiane, il più grande datore di lavoro in Italia, come azienda certificata EQUAL-SALARY. Con oltre 120.000 dipendenti, Poste Italiane diventa la più grande organizzazione ad aver mai ottenuto la certificazione EQUAL-SALARY. Questo traguardo rappresenta un momento storico per la causa della parità di genere in Italia e nel mondo. Siamo molto orgogliosi di questo grande risultato e siamo fiduciosi che ispirerà altre aziende ad aderire al movimento per la parità retributiva”, ha commentato Noémie Storbeck co-CEO della EQUAL-SALARY Foundation.

Matteo Del Fante, Amministratore Delegato di Poste Italiane

“Come società quotata e primo datore di lavoro in Italia siamo molto soddisfatti per questo riconoscimento che attesta la concreta applicazione dei principi di equità salariale e conferma l’impegno continuo di Poste Italiane nelle politiche di Diversity&Inclusion, uno dei pilastri del nostro Piano strategico ‘2024 Sustain & Innovate Plus’ – ha dichiarato Matteo Del Fante, Amministratore Delegato di Poste Italiane. “Favorire lo sviluppo di una cultura basata sull’equità e sul merito anche nelle politiche retributive e nel percorso di carriera è fondamentale nella nostra strategia per garantire la competitività del Gruppo e generare effetti positivi per il sistema-Paese”.

Giuseppe Lasco, Condirettore Generale di Poste Italiane

“Siamo orgogliosi di ricevere questa certificazione che sottolinea la validità del nostro modello basato sull’inclusione e sulla valorizzazione delle diversità e fa di Poste Italiane un riferimento nazionale nell’applicazione dei principi di Diversity&Inclusion – commenta Giuseppe Lasco, Condirettore Generale di Poste Italiane -. “Investiamo quotidianamente nella creazione di un ambiente di lavoro inclusivo, improntato sul rispetto e sulla tutela della figura femminile in azienda, dunque la parità retributiva è un pilastro fondamentale anche per attrarre e far crescere professionalmente i migliori talenti contribuendo alla crescita del Gruppo nel lungo periodo”.

La certificazione “EQUAL-SALARY” si aggiunge ad altri importanti riconoscimenti ottenuti da Poste Italiane, tra cui la leadership globale nell’uguaglianza di genere secondo il Gender-Equality Index di Bloomberg, l’ingresso nella classifica globale Top 100 sulla parità di genere stilata da Equileap e l’attestazione secondo lo standard ISO 30415:2021 Human resource management – Diversity and inclusion per la sua capacità di integrare i principi di diversità e inclusione in tutti i processi di progettazione, indirizzo, controllo, coordinamento e fornitura dei servizi postali, finanziari, assicurativi e digitali.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

Articoli Correlati

Imu, ecco per chi sarà più caro il conto finale
Le "fake news" di Briatore. Dichiara che il Twiga paga 3 milioni di tasse ed invece sono 165mila euro! I dipendenti? Solo 53 e non 150
L' "indiana" Morselli ed il "fido" Ponzio dopo i loro disastri nell' ex-Ilva pretendono anche 8milioni di euro !
Il Messaggero, via il direttore Barbano: alla guida arriva Boffo. Alla Gazzetta del Mezzogiorno invece gli editori non hanno lo stesso coraggio: tanto paga lo Stato !
Bollette luce e gas: l’Antitrust avvia azione nei confronti di 13 società energetiche
L’Antitrust sanziona il cartello di 14 aziende nella navalmeccanica all’Arsenale di Taranto.
Cerca
Archivi
G7 Italia. La premier Meloni: "Rafforzare dialogo con il sud del mondo"
Il G7 in Puglia, con l' Italia protagonista
Il presidente USA Joe Biden arrivato a Brindisi
Autonomia, scontri alla Camera: rissa in Aula, il deputato Donno (M5S) finisce in infermeria
Tamberi e Battocletti oro, Sibilio argento, dei buoni esempi per tutta l'Italia.

Cerca nel sito