MENU
7 Dicembre 2022 23:30
7 Dicembre 2022 23:30

Operaio ex Ilva si sente male in fabbrica a Taranto. E’ positivo al Covid-19

L'operaio dopo il malore iniziale aveva lasciato la fabbrica ed è stato riaccompagnato a casa in taxi. Dopo ore di isolamento domiciliare durante le quali ha avvertito uno stato febbrile, è stato trasportato nel reparto Malattie Infettive dove ha effettuato il test del tampone al Centro Covid 19 dell’Ospedale Moscati di Taranto, che è risultato positivo

ROMA – E’ risultato positivo al CoronaVirus l’operaio addetto agli impianti di ossigeno (reparto PGT) dello stabilimento siderurgico ArcelorMittal,  di Taranto, che venerdì notte, ha accusato malore e febbre mentre era la lavoro sugli impianti in fabbrica. Si tratta del primo caso di Coronavirus che si verifica nel siderurgico tarantino.

L’operaio dopo il malore iniziale aveva lasciato la fabbrica ed è stato riaccompagnato a casa in taxi. Dopo ore di isolamento domiciliare durante le quali ha avvertito uno stato febbrile, Successivamente ieri notte,  è stato trasportato nel reparto Malattie Infettive dove ha effettuato il test del tampone al Centro Covid 19 dell’Ospedale Moscati di Taranto. Il risultato positivo del campione a cui è stato sottoposto il lavoratore, è arrivato in mattinata.

Adesso tutti coloro che hanno avuto contatti con l’operaio negli ultimi giorni, compresi i colleghi di lavoro, dovranno essere sottoposti al test . L’azienda ArcelorMittal ha già proceduto da ieri a sanificare l’edificio con ozono e ipoclorito, attuando il protocollo Covid.

I sindacati avevano evidenziato  da tempo  la necessità di “contenere al minimo tecnico gli impianti riducendo la presenza di dipendenti diretti e dell’appalto all’interno dello stabilimento“. Il prefetto di Taranto Demetrio Martino ha firmato l’altro ieri un decreto che dispone la sospensione dell’attività produttiva ai fini commerciali fino al 3 aprile, consentendo l’impiego nelle 24 ore  di 3.500 lavoratori di ArcelorMittal e di 2.000 dell’appalto .
TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Le Ferrovie dello Stato lanciano gara collegamento Aeroporto del Salento. I nuovi treni per la Puglia
Lavoro. L’ occupazione vola al massimo dal 1977
Previsti 19 milioni di euro nella Legge di Bilancio 2003 per integrazione salariale ai lavoratori ex-Ilva in a.s.
Poste Italiane ottiene la certificazione "Equal-Salary" per le politiche salariali tra donne e uomini
Esperti nazionali ed internazionali si confrontano a Bari sul futuro dell’acqua
L'Antitrust sanziona per 5 milioni di euro Enel ed agenzie partner
Archivi
Stadi o cattedrali nel deserto ?
Identificato e denunciato dalla Polizia Postale l’autore delle minacce di morte al presidente del Consiglio Meloni ed alla figlia
Libro dei Fatti Adnkronos, da 32 anni la cronaca nel mondo e in Italia
La presidenza del Copasir a Lorenzo Guerini (Pd)
Giustizia. Il programma-bomba del ministro Nordio: “Carriere separate, basta abusi dei pm”

Cerca nel sito