LEFT 4 DEAD 2

LEFT 4 DEAD 2

di Paolo Campanelli

Sequel del premiato Left 4 Dead, prodotto dalla Valve e rilasciato per Xbox 360 e PC, è un survival horror sparatutto che riprende tutti gli elementi del gioco precedente e gli espande, aggiungendo nuovi fattori che posso aiutare o contrastare i tentativi di sopravvivenza dei giocatori, costretti dalle situazioni a collaborare per la salvezza; il gioco è improntato verso il multiplayer, ma è possibile giocare da soli, sostituendo ai giocatori l’I.A.  integrata dalle altalenanti prestazioni in gioco.

Il gioco segue le vicissitudini di 2 gruppi di 4 Sopravvissuti ciascuno durante la “febbre verde”, un epidemia virale che trasforma le persone in zombie nell’area della costa orientale americana, e i loro tentativi di raggiungere un luogo sicuro. Il gruppo originale,  formato dai personaggi già presenti nella prima versione, è giocabile in mappe che replicano gli ambienti del gioco originale, riviste e aggiornate con le aggiunte del secondo gioco, terminando poco prima che vengano portati al sicuro da una nave, ma non prima di aver perso un membro. Il secondo gruppo, invece, viene controllato in mappe nuove e piene di particolari, progredendo più a sud, dopo una breve interazione con i rimanenti Sopravvissuti del gruppo originale, fino a raggiungere la salvezza sotto forma di trasporto militare

Left 4 Dead 2 ha una caratterizzazione ad episodi consequenziali, ma sostanzialmente slegati l’uno dall’altro, della durata media di mezzora abbondante e giocabili singolarmente. Le Campagne sono suddivise in episodi, che consistono dal muoversi dal punto di partenza della campagna e da una saferoom all’altra, fino a raggiungere l’episodio del salvataggio, dove i 4 giocatori devono collaborare per sopravvivere fino al momento in cui la via di fuga è pronta. Ad impedire il passaggio dei giocatori, gli zombie sfruttano ciò che può essere considerata una effettiva suddivisone del lavoro, con attacchi ritmati da parte dell’orda e con infetti speciali in grado di immobilizzare o altresì danneggiare i giocatori, l’enorme Tank e la suscettibile Witch come apice della pericolosità

Il gioco sfrutta  un sistema di Dynamic Mapping, che permette dei procedimenti “dietro le quinte” dell’ia, qui soprannominata Director, risultanti in differenti densità di nemici, armi, pericoli e, talvolta, persino tragitti da percorrere in ogni differente partita in determinate zone della mappa, dando così l’impressione di ignoto e tensione, e, in qualche modo, penalizzare i giocatori veterani senza per questo influire sugli altri. Ambientato in AmericaLeft 4 Dead 2 arriva al punto di ironizzare sull’usanza americana di avere armi di vario genere sparse ovunque, fornendo una vasta gamma di fucili a pompa, fucili d’assalto, pistole, armi contundenti e esplosivi, coadiuvate da kit di pronto soccorso e le iconiche pillole di antidolorifici per curare le ferite presenti pressoché ovunque.

L’ambientazione è ben definita e parte integrante della storia,  in quanto alle rovine delle due settimane di contagio e saccheggi, vanno ad unirsi graffiti e tracce di altri sopravvissuti passati precedentemente nei percorsi dei 4, talvolta con ironia, insultando chi è passato prima, indicando possibili vie di fuga o pericoli; le missioni sono ambientate in un aria compresa tra la città di Fairfield e New Orleans, passando per Savannah, in Georgia, ricostruendo in maniera eccellente la diversità delle varie arie transitate

 L’ambiente di gioco è ampio ed esplorabile, seppur pieno di pericoli, avendo talvolta differenti percorsi completamente esplorabili  e, come suddetto, zone differenti da partita a partita, la musica è integrata perfettamente nel gioco, al punto tale che la semplice presenza di un infetto speciale provoca un cambiamento del brano di sottofondo, mettendo in guardia, e talvolta in paranoia, i giocatori. Le modalità di gioco principali sono  Campagna, Versus, Scavenge, Survival e Mutation La campagna segue la storia dei vari personaggi ed è giocabile anche  in single player

Versus  mette i giocatori nei panni degli infetti speciali, mentre un secondo team gioca come i sopravvissuti attraversando mappe standard; gli infetti devono collaborare per fermare i sopravvissuti mentre questi devono concludere le mappe nelle migliori condizioni possibili; alla fine del livello vengono calcolati i punti dei sopravvissuti in base alle prestazioni della squadra.Entrambe le modalità dispongono di un opzione “Realismo”, che riduce il quantitativo di armi trovate e disabilita le aure luminose attorno ai personaggi, rendendo molto più difficile intuire quando un compagno ha bisogno di aiuto Scavenge usa la stessa meccanica di base di versus, ma i sopravvissuti adesso devono recuperare delle taniche nel tempo limite mentre gli infetti devono impedirglielo; alla fine del round le squadre vengono  invertite e quella con il punteggio più alto vince.

In Survival i 4 devono collaborare per resistere il più a lungo possibile contro l’orda, che continuerà imperterrita a sciamare nell’area fino alla sconfitta dei Sopravvissuti. Mutation, invece, aggiunge altre regole a scelta al gioco base, rendendolo molto differente in ogni sotto-modalità, fra qui una variante la cui unica arma presente è la motosega, una in cui un singolo giocatore deve andare attraverso le varie campagne armato solo di una pistola di grosso calibro, una in cui la vita viene continuamente drenata, o una in cui è necessario che i sopravvissuti trasportino uno gnomo da giardino attraverso tutta la campagna, per citarne alcune.

 Il gioco ha un enorme seguito, con una fanbase costante e produttiva, campagne aggiuntive create dai fan, reskin dei modelli dei giocatori o degli oggetti di gioco, video e fan art della serie vengono create continuamente ed è possibile prendere parte ad una partita online in qualsiasi momento, con tuttavia parecchie riserve sulle modalità realistiche e Mutazione per via della difficoltà al limite dell’impraticabile. Ridotto è anche il numero di giocatori per la versione Xbox, in quanto il gioco è leggermente datato

È da segnalare che, benché esista per Xbox360 e Pc, è la seconda a possedere più del 90% dei giocatori attuali, principalmente per l’enorme modalità di mod e contenuto scaricabile, che spazia dal ricolorare armi a modalità di gioco per Mutazione e intere campagne; è inoltre una fanbase molto attiva anche nel settore più “artistico”, creando continuamente immagini e video. In conclusione il gioco è indicato a tutti i fan dello “sparare agli zombie” che non hanno paura di una sfida consistente ai livelli più alti e ai fan degli sparatutto cooperativi in generale; seppur durante le partite più prolungate il gioco possa diventare leggermente ripetitivo, e il rischio di incontrare il giocatore incapace che si rifiuta di ascoltare consigli è sempre presente, come in ogni gioco online basato sulla cooperatività

Il prezzo della versione pc, acquistabile su Steam, è intorno ai 15euro, con la possibilità di comprare un pacchetto di 4 giochi condivisibili con amici, e con frequenti sconti e week-end “play to try” durante i quali è anche possibile giocare gratuitamente. La versione Xbox è più diffide da trovare, in quanto fuori produzione e quindi rintracciabile nel mercato dell’usato, cioè di seconda mano.

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?