MENU
28 Marzo 2023 16:19
28 Marzo 2023 16:19

Le mostre del week end, dalla stampa a cultura Napoli

Dalla storia della stampa a Venezia a quella della cultura partenopea a Napoli con Chisesi, e poi la progettualità del lavoro di Morandini a Cannobio e la pittura di Orquín a Lecce: sono alcune delle mostre che si apriranno nel primo week end di settembre

di Federica Gagliardi

Dalla storia della stampa a Venezia a quella della cultura partenopea a Napoli con Chisesi, e poi la progettualità del lavoro di Morandini a Cannobio e la pittura di Orquín a Lecce: sono alcune delle mostre che si apriranno nel primo week end di settembre.

VENEZIA – Si inaugurerà il 1 settembre al Museo Correr la mostra “Printing Revolution 1450-1500. I 50 anni che hanno cambiato l’Europa”, che rappresenta il risultato di un grande progetto di ricerca europeo che usa i libri come fonte storica. Il percorso si articola in 10 sezioni (una allestita anche nelle Sale Monumentali della Biblioteca Nazionale Marciana) e documenta, attraverso strumenti digitali e metodi di comunicazione innovativi, l’impatto della rivoluzione della stampa sullo sviluppo economico e sociale della prima Europa moderna.

NAPOLI – La storia di Napoli e della sua cultura dalle origini fino alla modernità: si aprirà il 31 agosto la mostra di Andrea Chisesi (Roma, 1972) “Street Home”, al Castel dell’Ovo fino al 15 ottobre. L’itinerario espositivo presenta 135 opere eseguite attraverso “fusioni” realizzate con pitture, fotografie e inserti cartacei di manifesti raccolti in strada.

CANNOBIO (VB) – Primo week end per visitare la mostra “Marcello Morandini – La materia dell’arte: il progetto“, a Palazzo Parasi dal 1 settembre al 21 ottobre, che vuole porre l’accento sull’aspetto progettuale del lavoro dell’artista. Esposta una selezione di opere realizzate con diversi linguaggi, dalla pittura alla scultura, dalla grafica al design, fino all’architettura (sia d’interni che d’esterni) e all’arredo degli spazi urbani e industriali.

LECCE – La Biblioteca Bernardini – Convitto Palmieri accoglierà dal 31 agosto al 15 settembre la mostra gratuita “Próximo destino: Roma. Sulle tracce dei pittori spagnoli in Italia” del giovane pittore spagnolo Gonzalo Orquín (Siviglia, 1982).
L’artista propone al pubblico la sua personale rilettura di grandi maestri come Velázquez, Goya, Picasso nonché le sue ultime opere dedicate a Jusepe de Ribera detto “lo Spagnoletto” realizzate per l’occasione.

SASSUOLO (Mo) – “Dialogo con l’antico” è il titolo della mostra di Lawrence Beck (New York, 1962) ospitata nelle sale di Palazzo Ducale fino al 2 settembre. Le 8 fotografie di grandi dimensioni dedicate ai giardini italiani, che dialogano con i capolavori di arte antica conservati nel palazzo, svelano gli ultimi 5 anni di lavoro dell’artista in cui egli indaga il rapporto tra uomo e natura.

TRIESTE – Ultimo week end per visitare “Monaco, Vienna – Trieste – Roma”, la mostra allestita fino al 2 settembre al Museo Revoltella, che documenta l’influenza di Monaco di Baviera e di Vienna su Trieste, negli anni in cui la città apparteneva all’Impero d’Austria-Ungheria, e poi lo scambio tra gli artisti triestini e del territorio e l’Italia. Lungo 7 sezioni, che coprono un periodo che dai primi del ‘900 arriva al secondo conflitto mondiale, l’esposizione presenta dipinti, sculture e opere di grafica.

TREVISO – Chiuderà il 2 settembre la monografica “Federico Seneca (1891 – 1976). Segno e forma nella pubblicità” allestita al Museo Nazionale della Collezione Salce. In questo omaggio al “papà dei Baci Perugina“, grande protagonista della grafica pubblicitaria, viene illustrato l’intero percorso creativo di Seneca, dagli esordi belle époque agli sviluppi futuristi alla teatralità di matrice bauhaus.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

E' morto Gianni Minà, un "grande" del giornalismo italiano
La Fondazione FS Italiane compie 10 anni. Le celebrazioni al Museo Ferroviario di Pietrarsa
Interviene il Consiglio nazionale dell' Ordine dei Giornalisti sul vergognoso giornalismo di "Piazza Pulita"
L' Italia saluta per l'ultima volta Maurizio Costanzo. Si chiude il sipario per un grande uomo e giornalista
La moda italiana sempre più green. Ma nel 2023 rallenta la crescita
Record di ascolti tv per il Festival Sanremo 2023: vince Mengoni. Ma per degli eccessi adesso in RAI molti rischiano il posto
Archivi
Ospedale San Cataldo Taranto: dal Ministero della Salute parere positivo ai finanziamenti per il completamento dei lavori
E' morto Gianni Minà, un "grande" del giornalismo italiano
Operazione antidroga della DDA di Lecce con i Carabinieri a Taranto
La Corte dei Conti analizza la gestione 2021 dell' Asset Management Company spa
Arrivi sulle coste del sud Italia. Gli sbarchi non si fermano.

Cerca nel sito