La Polizia di Stato sventa un attentato dinamitardo

La Polizia di Stato sventa un attentato dinamitardo

Continuano i capillari servizi anticrimine della Polizia di stato, ulteriormente intensificati negli ultimi giorni

nella foto Daniele Angelini

nella foto Daniele Angelini

Gli Agenti della Squadra Mobile hanno tratto in arresto la scorsa notte Daniele Angelini 24 anni , per detenzione e porto di materiale esplosivo. I poliziotti, mentre transitavano in via Maturi, hanno notato l’uomo che si aggirava, con fare circospetto, tenendo in mano una busta in cellophane dal colore bianco.

Questa strana circostanza, spingeva gli agenti della Polizia a seguirlo a distanza ed a intervenire  ad un certo punto,  cioè quando l’uomo si piegava estraendo dalla busta un oggetto di forma cilindrica munito di una lunga miccia. E’ stato proprio allora che l’uomo si è accorto della presenza dei poliziotti ed ha quindi immediatamente riposto l’oggetto nella busta, dandosi alla fuga in direzione di via Dante.

L’ Angelini , quindi, veniva inseguito e bloccato in via Dante, dove  aveva tentato invano di liberarsi della busta che veniva recuperata e il contenuto sottoposto a sequestro. Sul posto, sono intervenuti anche gli Artificieri della Polizia di Stato a bonificare l’area.

Gli accertamenti effettuati sull’oggetto hanno consentito di stabilire che si trattava di un ordigno esplosivo prodotto artigianalmente, dal medio potenziale, costituito da un barattolo in vetro contenente materiale esplosivo del peso di circa 500gr, munito di una miccia pirotecnica.

Al termine delle formalità di legge, l’ Angelini veniva associato alla Casa Circondariale di Taranto. Sono in corso approfondite indagini volte a fare luce sull’episodio.

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?