MENU
29 Settembre 2022 03:02
29 Settembre 2022 03:02

La Lega si espande anche in provincia di Taranto

Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato l' on. avv. Gianfranco Chiarelli, componente dell'esecutivo regionale della Lega ed il coordinatore provinciale Giacomo Conserva che hanno illustrato ai giornalisti i programmi politici e di espansione della Lega a Taranto e provincia.

TARANTO – Dopo l’ adesione e le nomine dei coordinatori cittadini di alcuni giorni fa la squadra della Lega in provincia di Taranto si espande.  In una conferenza stampa tenutasi nella sede del nuovo coordinamento provinciale di Taranto è stata annunciata l’adesione alla Lega dell’ ing. Franco Lupoli, attuale sindaco di Pulsano (eletto in una lista civica) insieme a Luigi Laterza e Marika Mandorino, entrambi consiglieri -assessori comunali del Comune di Pulsano. Con il suo ingresso nella Lega, Lupoli diventa quindi il primo sindaco leghista in provincia di Taranto

Hanno aderito alla Lega in provincia di Taranto, anche il consigliere comunale Domenico Gigante e  l’ assessore Silvio Buttazzo del Comune di Sava.

Alla conferenza stampa di presentazione ha partecipato l’ on. avv. Gianfranco Chiarelli, componente dell’esecutivo regionale della Legge ed il coordinatore provinciale avv. Giacomo Conserva, consigliere comunale a Martina Franca  che hanno illustrato ai giornalisti i programmi politici e di espansione della Lega.

” La Lega è oggi un partito nazionale che ha al suo interno tutte le rappresentanze locali, dal Nord al profondo Sud, e  che ha raggiunto alle ultime elezioni europee oltre il 30% di consensi in tutt’ Italia e quindi non può più essere considerato un movimento locale o nordista” ha spiegato Chiarelli – ” Quindi ogni riferimento al passato è quindi solo strumentale. Se qualcuno ancora si chiede come sia possibile che al Sud si verifichi una forte crescita di consensi e radicamento  della Lega deve prima chiedersi cosa sia stato fatto sinora dagli altri partiti per il Sud, e se i temi che la Lega ha tra le priorità programmatiche, non siano alla fine la puntuale interpretazione delle istanze del popolo italiano nel suo insieme”.

 “Con Raffaele Fitto restano immutati i rapporti personali – ha aggiunto l’on. Chiarelli –  ma la mia storia politica, maturata sempre nell’ambito del centro destra, è incompatibile con i valori di una destra identitaria come quella di Fratelli d’ Italia a cui Fitto è approdato”. Parlando con i giornalisti Chiarelli ha anticipato come di qui a breve, forse sin già dai primi di di ottobre, dovrebbe definirsi il quadro delle alleanze per le prossime regionali in Puglia. La prospettiva è quella di un centro destra unito che metta insieme Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia.

Il segretario provinciale Conserva ha ribadito le ragioni della sua scelta, di cui è sempre più convinto: “Come è noto insieme ad altri 3 consiglieri comunali di Martina Franca, Pino Pulito, Mauro Bello, Pasqua D’Ignazio, abbiamo da tempo  preso la decisione di entrare nella Lega dopo averne maturato il convincimento, fatti alla mano, che ci si trovi in presenza di una nuova trasformazione radicale degli scenari politici e che, purtroppo, lo dico con rammarico, Forza Italia andava incontro ad una serie di diaspore che puntualmente si stanno realizzando in questi giorni. Abbiamo fatto la scelta di un partito ormai di respiro nazionale, strutturato e soprattutto radicato tra la gente.

nella fotografia d’archivio i quattro consiglieri comunali martinesi nella conferenza stampa del maggio scorso quando annunciarono il passaggio alla Lega

Queste le dichiarazioni del sindaco Lupoli: “Dopo undici anni di militanza politica entro personalmente  in un partito non in punta di piedi ma bensì dalla porta principale. Il più importante obiettivo è quello di replicare al Sud quella capacità di governo che la Lega ha dimostrato in molte regioni del Nord. Non è una questione di Nord e Sud anche perchè a nostri conterranei sono assegnati anche molti ruoli di rilievo al Nord  . E’ secondo me una questione di approccio alla politica e all’amministrazione. E’ uno dei pochi partiti che continua a mantenere forte il rapporto con la gente.

 

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Montecitorio accoglie i nuovi deputati dal 10 ottobre
Vincenti & Sconfitti: ecco chi sono
Tutti gli eletti dei "listini" nei collegi plurinominali alla Camera e Senato in Puglia
Elezioni 2022: successo per Giorgia Meloni, male gli alleati Lega e Fi. Crollo Pd e ripresa del M5s. Cresce il Terzo Polo
"La Meloni è il diavolo": a Taranto la Chiesa vuole condizionare la politica mentre si vota nei seggi
Elezioni CSM. Tutti gli eletti (ed i ripescati): ecco come sarà composto il prossimo plenum "togato"
Archivi
Governo Meloni, il vero totoministri (e non pilotato...)
Montecitorio accoglie i nuovi deputati dal 10 ottobre
Dopo Totti e la Blasi, si separano anche Alessia Marcuzzi ed il marito Paolo Calabresi
Arrivano le stangate sulle bollette: quella della luce a ottobre rischia un aumento del 60%, senza interventi del governo del 100%. Quella del gas del 70%
Rivoluzione bollette: saranno mensili per 7 milioni di famiglie.

Cerca nel sito