MENU
29 Novembre 2023 15:30
29 Novembre 2023 15:30

La Guardia di Finanza sequestra a Bari droga per 7 milioni di euro

Il dispositivo di vigilanza delle coste pugliesi disposto dalla Guardia di Finanza ha consentito di sequestrare 7 chili di marijuana trasportata su un potente gommone da due scafisti albanesi

L’operazione è stato condotta dalle unità del Reparto Operativo Aeronavale di Bari, chiamato a contrastare i traffici illeciti via mare diretti in Puglia, in collaborazione con quelle del Gruppo Aeronavale di Taranto specializzato in operazioni a largo raggio nonché Centro di coordinamento locale per l’operazione “Triton” dell’Agenzia Europea Frontex. Nella serata di ieri, un grosso gommone, nel tratto di mare al largo di Bari, è incappato nel dispositivo aeronavale delle fiamme gialle, finalizzato alla vigilanza e al contrasto all’immigrazione clandestina ed agli altri traffici illegali che, com’è noto, in questo periodo è stato particolarmente intensificato.

Schermata 2016-03-19 alle 11.23.38

Ad insospettire gli uomini della Guardia di Finanza è stato il comportamento del natante che, proveniente dal largo, puntava sulla costa barese, e navigava a luci spente. Alcune motovedette, pertanto, si sono avvicinate per eseguire un controllo più accurato ma, alle intimazioni di “alt” per tutta risposta, il potente gommone, ha aumentato la velocità nel tentativo di raggiungere rapidamente terra. Ne è scaturito un movimentato inseguimento, reso ancor più difficoltoso dalle cattive condizioni del mare. Il gommone, nonostante le pericolose manovre e repentini cambi di rotta effettuati, non è riuscito a sfuggire alla cattura.

A bordo del mezzo venivano rinvenuti numerosi involucri, tipicamente utilizzati per il confezionamento di stupefacente e diverse taniche di benzina. Natante e responsabili venivano condotti presso gli ormeggi del reparto navale delle fiamme gialle, nel porto di Bari. All’esito degli accertamenti venivano sequestrati il gommone e oltre 7 quintali di marijuana, per un valore al mercato di dettaglio di circa 7 milioni di euro, mentre i due scafisti, T.K. di 45 anni ed D.Q. di anni 40, entrambi albanesi di Valona, venivano arrestati per traffico internazionale di stupefacenti e violazione delle norme sulla sicurezza della navigazione.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Incidente sulla Statale 100 fra Bari e Taranto: la strada delle stragi. Morti tre militari e un 60enne
Eletto il nuovo consiglio dell' Ordine Avvocati di Taranto
Polizia di Stato. 7 arresti a Taranto per estorsione, usura e detenzione di armi
Le arringhe della difesa nel processo Capristo dinnanzi al Tribunale di Potenza.
Indagati i tre vigili urbani di Taranto che malmenarono il"corriere" che aveva reagito alla multa
Eletto il nuovo consiglio dell' Ordine Avvocati di Taranto. Di Maggio riconfermato primo degli eletti, Albanese secondo.
Archivi
30 milioni di numeri di telefono italiani in "offerta" sul dark web. Ma come ci proteggono la Postale ed il Garante della Privacy ?
600 finanzieri della Legione Allievi di Bari rendono omaggio al Sacrario Militare Caduti d' Oltremare
Confiscati definitivamente dal ROS dei Carabinieri i beni dei mafiosi Lo Bue di Corleone
Pnrr Italia, semaforo verde dell' Ue alla quarta rata. Meloni: "16,5 miliardi entro la fine di quest'anno"
L’opinione del Direttore

Cerca nel sito