L’ ingegner Marco Pucci nuovo direttore generale all’ ILVA di Taranto

L’ ingegner Marco Pucci nuovo direttore generale all’ ILVA  di Taranto

I commissari dopo un anno sostituiscono il direttore generale uscente Rasini

CdG-commissari-ILVA

nella foto, i commissari ILVA,  Carruba, Gnudi e Laghi

Il direttore generale Massimo Rosini ed i commissari dell’ILVA in amministrazione straordinaria Corrado Carrubba, Piero Gnudi ed Enrico Laghi,  hanno convenuto congiuntamente di risolvere il rapporto di lavoro che legava Rasini allo stabilimento siderurgico di Taranto . Lo ha reso noto la stessa azienda con un comunicato con cui viene chiarito che la decisione è scaturita “a seguito del nuovo scenario, creatosi con i recenti sviluppi che hanno interessato il Gruppo ILVA ed essendo mutate le condizioni per le quali l’ingegner Massimo Rosini era stato chiamato un anno fa alla guida della società“.

nella foto Massimo Rasini

nella foto Massimo Rasini

 I commissari ringraziano l’ingegner Rosini – recita la nota – per il proficuo lavoro svolto durante la sua gestione e per aver guidato la fase di rilancio industriale della società, per aver continuato le attività di risanamento ambientale, in un contesto di mercato particolarmente difficile per ILVA e per l’intero settore siderurgico“.

Il suo posto è stato assunto dall’ingegnere Marco Pucci, che oltre ad essere stato  direttore commerciale precedentemente ricopriva l’incarico di responsabile del coordinamento delle società controllate del Gruppo.  Pucci “assume l’incarico – è detto in una nota – all’avvio dell’esecuzione del programma di trasferimento dei complessi aziendali dell’Ilva predisposto dai tre commissari e approvato con decreto dal Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi.

L’ing. Pucci, è un esperto del settore siderurgico, dopo una lunga carriera nel gruppo Tyssen, è stato Amministratore delegato di Acciai Speciali Terni.Laureato in ingegneria ad Ancona, ha svolto nel 1989 un anno di training presso lo stabilimento Nippon Steel di Kimitsu all’interno del progetto high potential che ha coinvolto 12 ingegneri selezionati in tutti gli stabilimenti del Gruppo ILVA. Dal 1990 al 1992 è stato responsabile produzione dell’acciaieria 2 dell’ILVA di Taranto. In seguito ha assunto la responsabilità della gestione delle materie prime di Acciai Speciali Terni (Ast), che era una società del Gruppo Ilva, con deleghe al marketing, commerciale, spedizioni e logistica, pianificazione commerciale e industriale, affari legali, personale e internal auditing. Consigliere di Aspasiel, presidente del Centro Inox, consigliere di Federacciai, membro di ISSF (International Stainless Steel Forum) e membro Eurofer.Nel 2014 dopo aver ricoperto l’incarico di CEO di AstTerninox e di presidente del Centro Inox, è rientrato all’ ILVA.

Chissà se adesso Gozzi il presidente di Federacciai e la Confindustria avranno il coraggio di dire e sostenere che il management dell’ ILVA di Taranto, selezionato dai Commissari straordinari, non è competente e qualificato !

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?