MENU
8 Febbraio 2023 14:29
8 Febbraio 2023 14:29

Il ministro guardasigilli Nordio smentisce le voci di dimissioni. Ed il “laico” eletto dal Pd al Csm non ha i titoli…

Il ministro della Giustizia assicura di essere "in perfetta sintonia" con Meloni e nega divisioni interne. problemi al Csm per un "laico" eletto in quota Pd che non avrebbe i titoli

Il ministro della Giustizia, Carlo Nordio, in una nota ha dichiarato chele voci sulle nostre divisioni interne sono manifestamente smentite dai voti” aggiungendo “Non ho mai minimamente pensato a dimettermi. In primo luogo perché con la premier siamo in perfetta sintonia. Poi perché le critiche, soprattutto quelle espresse in modo scomposto ed eccentrico, sono uno stimolo a proseguire. Ed infine perché la mia risoluzione sulla giustizia è passata con 100 voti contro 50 al Senato, e con la stessa percentuale alla Camera, con una standing ovation anche da una parte dell’opposizione

Arriva invece una bella gatta da pelare per la commissione verifica titoli del Csm che avrà una serie di gatte da pelare nell’ interpretazione sulla sussistenza dei requisiti che si annuncia difficoltosa a causa della posizione di alcuni membri laici appena eletti dal Parlamento che rischia di mettere in imbarazzo il Pd, per la mancanza di titoli del candidato ( propria espressione) Roberto Romboli. Infatti attuando un’ interpretazione letterale delle regole, l’allievo della toga “rossa” Alessandro Pizzorusso non è più “ordinario” ma è semplicemente un “docente esterno” come si legge sul sito dell’Università di Pisa e quindi non è in possesso dei necessari requisiti, considerato che non è neanche iscritto all’albo degli avvocati per approdare a Palazzo de’ Marescialli !

Roberto Romboli

“Sarà dirimente capire chi farà parte della commissione (per legge due togati e un laico, ndr.) per vedere come andrà a finire“, dice a IL GIORNALE un ex membro togato del Csm. Se a decidere venisse chiamato un neo-consigliere togato di Area o di Magistratura Democratica (Md) probabilmente sarebbe più morbido con Romboli proveniente dalla stessa area politica. Chi scrive che per Romboli vale il precedente di Annibale Marini sbaglia dimostrando di non conoscere di cosa parla, in quanto è vero che venne eletto al Csm anche se era in pensione dall’Università, ma dimentica che rimase “ordinario” in virtù di apposita delibera del Consiglio di Facoltà e soprattutto era anche un avvocato (titolo che manca a Romboli ) . E questo complica – e non di poco – i piani degli schieramenti eletti al Csm, sulla scelta del prossimo vicepresidente

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Il "caso Donzelli" divide gli elettori. Sondaggio: due italiani su tre difendono il 41 bis
La lettera del premier Meloni al Corriere della Sera sul caso Cospito
Qatargate. L'eurodeputata Eva Kaili si sente tradita da Francesco Giorgi continua a dichiararsi innocente
La relazione riservata mandata a Nordio. Cospito: "La sinistra mi tratta come una macchietta"
M5S o il partito di Conte ? Buona la seconda. Addio Movimento ed addio multe sul cambio di casacca
Ecco chi è Alfredo Cospito(dagli attentati al 41 bis) difeso dal PD ed i suoi alleati
Archivi
Arrestato Tumbarello, il medico di Messina Denaro. Il gip: “Il medico massone ha firmato 137 ricette per il latitante”
Sanremo 2023, anche il presidente della Repubblica Mattarella stasera sarà in prima fila
Continuano le "furbate" di Arcelor Mittal sull'acciaio italiano. E nessuno dice niente!
Pubblicava sui social minacce di morte ed insulti al premier Meloni: scoperto e denunciato dalla Polizia di Stato
Il "caso Donzelli" divide gli elettori. Sondaggio: due italiani su tre difendono il 41 bis

Cerca nel sito