MENU
16 Aprile 2024 19:11
16 Aprile 2024 19:11

Il calciatore Dani Alves condannato a 4 anni e mezzo per stupro

L’ex giocatore di Barcellona e della nazionale del Brasile era accusato di aver violentato una donna nei bagni di una discoteca di Barcellona nel 2022.

 L’ex campione del Barcellona e del PSG Dani Alves è stato condannato a 4 anni e mezzo di carcere per stupro. Il calciatore brasiliano, era accusato di aver violentato una donna nei bagni di una discoteca di Barcellona. Alves è stato portato in tribunale a Barcellona a bordo di un furgone della polizia proveniente dal carcere spagnolo dove è detenuto da 13 mesi in attesa di giudizio,

Secondo i giudici spagnoliè dimostrato che la vittima non ha acconsentito e che esistono elementi di prova, oltre alla testimonianza del denunciante, per ritenere provato lo stupro”, nella loro decisione pubblicata due settimane dopo la fine del processo.

La violenza si sarebbe consumata nel bagno della discoteca Sutton di Barcellona, nella notte tra il 30 e il 31 dicembre 2022. Secondo l’accusa i fatti sarebbero avvenuti in una zona riservata del locale alla moda dove Alves – che conosceva il locale e si trovava lì con un amico – si sarebbe incontrato con la donna, che era accompagnata da un cugino. Dopo averli invitati a bere champagne, l’ex terzino della Nazionale brasiliana avrebbe invitato la giovane a entrare in un’altra zona esclusiva dove si trovava il piccolo bagno, di cui lei non era a conoscenza. Lì, secondo il Pubblico Ministero, Alves l’ha aggredita e costretta ad avere rapporti sessuali, nonostante la sua resistenza.

Protetta dalle misure per tutelare il suo anonimato, la vittima ha testimoniato a porte chiuse. Due testimoni hanno confermato che uscì dal bagno “piangendo inconsolabilmente” e disse loro che Alves le aveva fatto “molto male”. Il calciatore brasilinao , che ha partecipato al processo solo nell’ultima giornata e per rispondere alle domande del suo legale, ha però negato di aver utilizzato qualsiasi tipo di violenza e ha ribadito che i rapporti erano stati consensuali. “Poteva andarsene in qualsiasi momento, non era obbligata a essere lì”, ha detto AlvesCi siamo divertiti entrambi”

Il tribunale ha imposto ad Alves 5 anni di libertà vigilata, un ordine restrittivo di 9 anni e mezzo e il pagamento di un risarcimento di 150.000 euro. La Procura aveva chiesto una condanna a 9 anni. La sua difesa, invece, ne aveva chiesto l’assoluzione e, in caso di condanna, il suo legale aveva evocato il consumo di alcol come una delle possibili attenuanti. Il 40enne ex calciatore adesso può impugnare in appello la sentenza.

© CDG1947MEDIAGROUP – RIPRODUZIONE RISERVATA |

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

Articoli Correlati

Giochi del Mediterraneo 2026: semaforo verde di Emiliano al governo
Sinner-Dimitrov: 6-3, 6-1 il risultato della finale del Masters 1000 di Miami. E' numero 2 al momdo
F1. Doppietta Ferrari nel Gp Australia, Sainz trionfa e Leclerc secondo
Giochi del Mediterraneo 2026. Un nuovo stadio Iacovone all'inglese, progettato dalla società "Sport e Salute"
La Procura di Madrid chiede 4 anni e 9 mesi per mister Carlo Ancelotti
100 eventi in programma a Genova,  Capitale europea dello sport 2024
Cerca
Archivi
Il professor Canfora a processo per aver diffamato la premier Giorgia Meloni
Agenzia delle Entrate, arrestati tre funzionari per corruzione
La Procura europea indaga D'Adamo assessore al bilancio del Comune di Bari per "truffa allo Stato". Il sindaco Decaro gli revoca l'incarico
Par condicio, abolire la commissione di vigilanza ?
Conte il "furbetto": finge di uscire per rientrare ottenendo più poltrone per il M5s in Puglia

Cerca nel sito