MENU
30 Settembre 2022 02:12
30 Settembre 2022 02:12

I sindacati uniti nel tutelare gli addetti ai trasporti pubblici

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Come è noto negli ultimi tempi si sono verificati una serie di episodi violenti che hanno avuto come vittime incolpevoli i dipendenti AMAT (autisti e ausiliari della sosta).

E’ del tutto evidente che questi episodi , che stanno diventando sempre più gravi ma che restano impuniti, mettono in seria difficoltà gli operatori. Le Federazioni dei Trasporti , unitariamente, hanno già chiesto, perché fortemente preoccupate per quanto accade,  già dal 23 di Luglio alle istituzioni un tavolo di confronto necessario ad analizzare il tema della sicurezza per individuare soluzioni di breve e di medio-lungo termine, al fine di rendere sicuro il trasporto sia per gli autisti sia per l’utenza.    

A tutt’oggi nulla è accaduto, se non il ripetersi degli eventi violenti,  e così FILT-CGIL, FIT-CISL e UILTRASPORTI hanno   reiterato stamattina la richiesta di incontro diretta all’ AMAT ed alle Istituzioni (Sindaco, Prefetto e Questore), minacciando anche l’avvio delle procedure propedeutiche allo sciopero.

Le scriventi OO.SS. non intendono stare a guardare né limitarsi alla sterile denuncia ma vogliono essere propositive per contribuire alla sicurezza degli operatori e della grande parte dei cittadini che tutti giorni si avvalgono del servizio.

Riteniamo, infatti, che denunciare gli episodi alla stampa (come ha fatto AMAT)  senza prodigarsi né intervenire fattivamente mettendo in campo elementi innovativi in termini di prevenzione e di sanzione sia quanto meno inutile. Né , ci risulta che AMAT abbia sollecitato le Istituzioni perché intervengano.

 Il Sindacato ci sta provando

FILT CGIL                                              

FIT CISL                               

UILTRASPORTI

 

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Rivoluzione bollette: saranno mensili per 7 milioni di famiglie.
Poste Italiane conquista la doppia "A” di Morgan Stanley e debutta nell'indice dello Stoxx Global Esg Leaders
Oltre 580 mila posti di lavoro a rischio nel 2023 a causa del caro gas ed elettricità
L’Istituto per il Credito Sportivo e la Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del MIC per un concreto sostegno al settore cinematografico
Poste: Del Fante, con LIS Holding 55mila nuovi punti di contatto con 5 milioni di visite al giorno
Assolta l'ex-segretaria del presidente della Confcommercio: "le accuse di Sangalli inattendibili e fantasiose. Voleva coprire la realtà"
Archivi
Confermate le condanne definitive per Buzzi e Carminati che ritornano in carcere 
Licenziata l'ex vice questore "no-green pass" Nunzia Schilirò
L’Opinione del Direttore
Il Viminale corregge l'assegnazione dei seggi: alla Camera entra il consigliere regionale De Palma
"Monnezzopoli". L'imbarazzante silenzio della Gazzetta del Mezzogiorno sui processi del proprio co-editore Antonio Albanese imprenditore dei rifiuti

Cerca nel sito