MENU
29 Gennaio 2023 13:30
29 Gennaio 2023 13:30

I Carabinieri dei NAS , del NOE, con Arpa ed Asl Taranto per la tutela dell’ ambiente

Controlli straordinari in materia ambientale dei Carabinieri. Ispezionate 49 attività. Elevate sanzioni per oltre 12.000,00 euro.

Cdg NAS CCNelle ultime settimane, i Carabinieri del Comando Provinciale di Taranto, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Operativo Ecologico di Lecce, del Nucleo Antisofisticazione e Sanità ed il coinvolgimento dell’ ASL Taranto e dell’ARPA di Taranto hanno effettuato estesi e mirati controlli finalizzati a contrastare i fenomeni criminali connessi all’inquinamento ambientale.

I controlli disposti dal Comando Interregionale Carabinieri Ogaden di Napoli, si sono svolti contemporaneamente in tutte le province pugliesi. All’esito dell’attività, i risultati sono stati soddisfacenti. La “Task Force” tarantina, composta da 198 militari, ha operato mediante un orientato controllo volto a contrastare ogni forma di inquinamento da quello ambientale, quale l’abusivismo edilizio, l’abbandono dei rifiuti, lo scarico dei reflui nel suolo e nelle acque interne e costiere, a quello connesso al ciclo dei rifiuti con l’interessamento delle ditte che si occupano della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti in genere, gli autodemolitori ma anche i centri di raccolta di materiale ferroso, intensificando anche i controlli su strada dei veicoli adibiti al loro trasporto.

In tale quadro, sono state identificate 1058 persone controllando 788 veicoli; 49 le attività controllate, (2 centri di smaltimento di rifiuti, 1 autodemolitore, 1 centro di raccolta di materiale ferroso, 7 aziende agricole, 38 tra officine meccaniche, autolavaggi, stabilimenti balneari, alberghi, B&B ed attività per la ristorazione in genere) 23 delle quali trovate irregolari  un’officina meccanica di Carosino, un ristorante di Martina Franca un autolavaggio di Grottaglie dove è stata contestata la violazione di cui all’art. 258 co. 5 D.Lgs. 152/2006, perché sprovvisti del previsto registro di carico e scarico dei rifiuti.

Irregolari anche due societa’ per lo smaltimento dei rifiuti, una con sede in Montemesola ed una a San Giorgio Jonico, dove è stata accertata la violazione art.258 co. 4 lett. b del Dec. Legislativo 152/2006 per aver effettuato il trasporto di rifiuti la cui documentazione riportava dati incompleti e inesatti. Per tutti è scattata la segnalazione alla Provincia di Taranto per irrogazione della prevista sanzione amministrativa per un importo che potrà variare tra i 260 ed i 1.550 euro.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Elezioni Ordine avvocati a Taranto: "tutto in famiglia". Un'elezione falsata (?) dai diversi conflitti di interesse della commissione
Berlusconi dovrà risarcire con 50 mila euro il pm Robledo per averlo diffamato durante il processo Mills. Respinto il ricorso in Cassazione
Beppe Grillo condannato per diffamazione su un ex parlamentare pugliese del Pd
Dietro le quinte delle elezioni dell' Ordine degli Avvocati di Taranto. Qualcuno chiede "trasparenza" ma non risponde su una vecchia storia...
La strategia del silenzio dei complici di Matteo Messina Denaro
'Ndrangheta, blitz della Polizia contro le cosche del Vibonese: 56 arrestati
Archivi
Elezioni Ordine avvocati a Taranto: "tutto in famiglia". Un'elezione falsata (?) dai diversi conflitti di interesse della commissione
Imputati assolti, raddoppiato il fondo rimborso spese legali
Berlusconi dovrà risarcire con 50 mila euro il pm Robledo per averlo diffamato durante il processo Mills. Respinto il ricorso in Cassazione
Ita Airways, il Mef firma con Lufthansa la lettera di intenti
Poste Italiane si conferma leader globale nella lotta al cambiamento climatico

Cerca nel sito