MENU
30 Giugno 2022 15:46
30 Giugno 2022 15:46

Guerra Russia-Ucraina. La Finlandia ufficializza la richiesta di entrare nella Nato. L’intelligence Gb: “L’offensiva russa nel Donbass ha perso impeto”

Helsinki insiste, il G7 blinda i confini. Le forze armate di Kiev respingono 12 attacchi russi nel Donbass. La Turchia apre all’alleanza ma con condizioni. Ue verso il taglio delle stime di crescita. Trionfo dell’Ucraina all’Eurovision, Zelensky: «Il prossimo a Mariupol»

Ottantunesimo giorno di guerra. Il segretario di Stato Usa Antony Bliken ha assicurato al ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba un nuovo invio di armi ed aiuti per sostenere la guerra. Oggi a Stoccolma, il partito socialdemocratico (il primo dal 1917) dovrebbe votare l’intenzione di ingresso e far cadere l’ultimo “diaframma” per l’adesione della Svezia alla Nato.   Il vicesegretario della Nato Mircena Geoana, a margine del vertice dei ministri degli esteri dell’Alleanza ha affermato che “l’Ucraina può vincere” mentre Kiev fa sapere che i russi hanno lanciato bombe  al fosforo a Mariupol contro l’acciaieria Azovstal.

Mircea Geoana, vice segretario generale NATO a colloqui con il ministro degli esteri tedesco Annalena Baerbock

La vittoria dell’Ucraina all’Eurovision diventa piena di significati e messaggi politici, e Zelensky promette: “Faremo di tutto per ospitare la manifestazione a Mariupol l’anno prossimo” ricevendo un pieno appoggio dai vertici dell’Unione Europea. Nel frattempo il cantante della band si dice pronto a tornare e combattere. Mosca prospetta la “reazione politica” sulla richiesta di adesione alla Nato presentata dalla Finlandia escludendo però “il dispiegamento delle forze nucleari russe nella regione baltica”.

Al vertice Nato di Berlino la Turchia fa marcia indietro ed apre all’adesione dei due Paesi nordici criticando però “l’appoggio ai terroristi kurdi del Pkk“. Ankara offre anche una nave per i feriti di Azovstal, ma Kiev dice: “Verso l’accordo, non per tutti“. I russi si stanno ritirando dalla regione di Kharkiv, nel nord, cercando di assicurarsi “il pieno controllo” di Donetsk, Lugansk e Kherson. Zelensky ha firmato una legge che vieta i partiti filo russi e, incontrando una delegazione di senatori Usa, invita a dichiarare la Russia “stato terrorista“.

notizie in aggiornamento

La cronaca della giornata |

h. 22:28 | Zelensky destituisce comandante forze difesa territoriale

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha destituito Yurii Halushkin, nominando comandante delle forze di difesa territoriale delle forze armate ucraine il maggiore generale Ihor Tantsiura. Secondo Ukrinform, i decreti sono stati pubblicati sul sito web del capo dello Stato. Halushkin è stato nominato comandante delle forze di difesa territoriale delle forze armate ucraine lo scorso primo gennaio.

h. 22:22 | Zelensky: “La Russia attaccherà il Donbass, ma ha già fallito”

L’Ucraina si sta preparando “a nuovi tentativi della Russia di attaccare il Donbass, per consolidare le sue posizioni nel sud dell’Ucraina. Gli occupanti ancora non vogliono ammettere di essere in un vicolo cieco e che la loro cosiddetta ‘operazione speciale’ è già fallita. Il popolo spingerà gli invasori al pieno riconoscimento della realtà“. Lo annuncia il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, citato da Unian. Parlando delle aree al momento occupate dai russi, il presidente ha affermato che “la loro permanenza è temporanea. Ci sarà ancora la bandiera ucraina, la legge ucraina, la vita ucraina“.

Volodymyr Zelensky presidente dell’ Ucraina

h.20:29 | Giornalista simbolo tv russa: l’ex marito chiede custodia figli

Marina Ovsyannikova, la giornalista russa autrice del celebre blitz anti-guerra durante il telegiornale di Vremya, fa sapere che l’ex marito, un dipendente della tv di stato RT, le fa causa per ottenere la custodia dei figli, che hanno 17 e 11 anni. Lo afferma la stessa reporter, che ora vive e lavora in Germania, parlando al sito russo Holod, ripreso dal Guardian. La Ovsyannikova dice nell’intervista che non intende tornare in Russia fino a quando Vladimir Putin sarà al potere. Secondo la giornalista, l’ex marito non permette ai figli di uscire dalla Russia per vederla. Uno di loro, il maggiore, è un forte sostenitore della guerra in Ucraina e la considera una “traditrice“, aggiunge.

la giornalista russa dissidente Marina Ovsyannikova

h. 20:17 | Kiev: Mosca potrebbe arruolare le donne

Secondo Lyudmila Denisova, commissario per i diritti umani del Parlamento ucraino, “la Russia sta conducendo una mobilitazione segreta nei territori ucraini temporaneamente occupati in base alla quale anche le donne potrebbero essere arruolate nelle forze armate russe. In particolare, tali misure sono iniziate nella Crimea temporaneamente occupata, dove molti coscritti si sono rifiutati di combattere contro l’esercito ucraino. Tutti gli uomini di età inferiore ai 60 anni, che sono registrati nel distretto di Saki, dal 16 al 20 maggio 2022 saranno chiamati all’ufficio di registrazione militare e arruolamento per la riconciliazione. A loro volta, nell’ambito della mobilitazione, gli occupanti hanno informato che era necessario “verificare i dati” delle donne dai 18 ai 45 anni con le seguenti specializzazioni: contabile, cuoca, infermiera, assistente di laboratorio, autista, addetto alle pulizie“. “La mobilitazione forzata” prosegue Denisova, “è vietata dal diritto internazionale umanitario, articolo 51 IV della Convenzione di Ginevra relativa alla protezione delle persone civili in tempo di guerra. Faccio appello alla Commissione investigativa delle Nazioni Unite sulle violazioni dei diritti umani durante l’invasione militare russa dell’Ucraina affinché tenga conto di questo fatto delle violazioni dei diritti umani da parte della Russia in Ucraina“.

h. 20:13 | Kadyrov: “Erdogan non aiuti oppositori Islam

Il leader ceceno Ramzan Kadyrov ha invitato sulla sua pagina Telegram il presidente della Turchia Recep Tayyip Erdogan a non fornire nessun contributo nell’evacuazione di Azovstal. “Se i musulmani russi si sono sorpresi alla notizia che droni Bayraktar siano stati forniti all’Ucraina da un paese musulmano, immaginiamoci come potrebbero reagire se la Turchia fosse pronta ad aiutare ad evacuare gruppi di oppositori dell’Islam“.

h. 20:06 | Kiev: 616 strutture mediche distrutte, 101 rase al suolo

Dall’inizio dell’attacco lanciato da Mosca contro l’Ucraina, le truppe russe hanno già distrutto 616 strutture mediche, 101 delle quali sono state completamente rase al suolo.Secondo il ministro della Salute ucraino Viktor Lyashko, per ripristinarle saranno necessari 32 miliardi di grivna. Lo riferisce sul suo canale Telegram il commissario per i diritti umani del Parlamento ucraino Lyudmila Denisova.

h. 19:44 | Identificati 300 corpi soldati russi con riconoscimento facciale

Gli ucraini hanno inviato immagini di cadaveri alle famiglie dei soldati russi. Lo riferisce la Cnn ricordando che i corpi dei soldati russi erano accatastati in un treno merci. Il ministero ucraino per la trasformazione digitale ha utilizzato la tecnologia di riconoscimento facciale per identificare i soldati russi morti. La tecnologia digitale ha quindi incrociato i riferimenti per confermare le loro identità utilizzando i social media. Secondo quanto riferito, il ministero ha identificato oltre 300 corpi.

h. 19:21 | Daily Mail: frontman Kalush parte per arruolarsi

Oleh Psjuk, il frontman della Kalush Orchestra vincitrice dell’Eurovision Song Contest, ha salutato la sua ragazza per unirsi alla prima linea nella guerra in Ucraina, riferisce il Daily Mail. Psiuk è stato fotografato mentre – dopo avere caricato i suoi effetti personali su un taxi – abbracciava la sua ragazza Oleksandra fuori dal suo hotel a Torino, prima di partire per l’Ucraina con indosso il suo caratteristico cappello rosa e uno zaino.

h. 18:58 | Le russe vincono il doppio femminile agli Internazionali di tennis

La Russia, anche senza nazionalità e bandiera sui tabelloni del circuito di tennis, ha vinto il doppio femminile agli Internazionali d’Italia di tennis: Veronika Kudermetova e Anastasia Pavlyushenkova, presenti a livello individuale ma abbinate nel torneo romano, hanno battuto in finale 1-6 6-4 10-7 al super-tie break la coppia formata dalla canadese Gabriela Dabrowski e dalla messicana Giuliana Olmos. Russia e Bielorussa sono squalificate da Wta e Atp per sanzionare la guerra in Ucraina.

h. 18:50 | Governatore Lugansk: “Tutti vadano via da Severodonetsk o nei rifugi

I corpi di altre due persone sono stati trovati a Severodonetsk. “La città è sotto attacco da ieri notte. Invito tutti quelli che ancora non lo hanno fatto a lasciare la città o rifugiarsi nei sotterranei“, scrive sul suo canale telegram Serhiy Gaidai, governatore del Lugansk.

h. 18:28 | Socialdemocratici: “Anche nella Nato, la Svezia contro il nucleare”

In una nota diffusa dal Partito socialdemocratico si legge che, nel caso di via libera all’ingresso nella Nato, si lavorerà per fissare le condizioni unilaterali contro il dispiegamento di armi nucleari e basi permanenti in territorio svedese. In un tweet, la ministra degli Esteri svedese Ann Linde ha parlato di una “decisione storica“: “L’invasione russa dell’Ucraina ha deteriorato la situazione di sicurezza per la Svezia e per l’Europa nel suo insieme“.

h. 18:12 | Premier Svezia: “Saremo vulnerabili durante il processo ingresso Nato”

Il primo ministro svedese Magdalena Andersson: “Durante il processo per entrare nella Nato saremo vulnerabili“. “Le esigenze di sicurezza della Svezia sono soddisfatte al meglio con l’adesione alla NATO” ha affermato Andersson, dopo che il suo partito ha abbandonato decenni di opposizione all’adesione all’alleanza atlantica. “La cosa migliore per la sicurezza della Svezia e del popolo svedese è entrare a far parte della Nato. Riteniamo che la Svezia abbia bisogno delle garanzie formali di sicurezza che derivano dall’adesione alla Nato”.

Il primo ministro svedese Magdalena Andersson

h. 17:39 | Leader repubblicani Senato Usa: Biden dichiari la Russia sponsor terrorismo

Mitch McConnell, leader dei repubblicani al Senato Usa, chiede al presidente Joe Biden di dichiarare la Russia uno stato sponsor del terrorismo. McConnell nelle ultime ore ha visitato Kiev e guida una delegazione di repubblicani a Stoccolma e a Helsinki.

Mitch McConnell, leader dei repubblicani al Senato Usa accolto al suo arrivo a Kiev dal presidente dell’ ucraina

h. 17:34 | Socialdemocratrici, via libera all’ingresso Svezia nella Nato

Il Partito socialdemocratico al potere in Svezia ha dichiarato di essere favorevole all’adesione alla Nato, uno storico mutamento di posizione che apre la strada alla candidatura ufficiale. “I socialdemocratici lavoreranno quindi per garantire che la Svezia, se la domanda sarà approvata, esprima riserve unilaterali contro il dispiegamento di armi nucleari e basi permanenti sul territorio svedese”, si legge in una nota.

h. 17:12 | Media GB: tre britannici all’interno di Azovstal

Secondo il Daily Express, che cita un altro ex soldato che si era unito alla cosiddetta Brigata internazionale Donetsk, all’interno dell’acciaieria Azovstal di Mariupol ci sono almeno tre combattenti britannici. Sono ex militari con precedente esperienza di combattimento in Afghanistan, due nella fanteria e uno come medico, che starebbe aiutando a curare i feriti nell’impianto.

h. 17:05 | Medvedev: “Non ci interessa se il G7 non riconosce i nuovi confini”

Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitry Medvedev sul suo canale Telegram scrive che la Russia non è preoccupata della possibilità di un non riconoscimento da parte del G7 dei confini russi, se includeranno i territori occupati dell’Ucraina. “Mettiamola così: il nostro paese non si cura del mancato riconoscimento da parte del G7 dei nuovi confini. Quello che conta è il reale desiderio delle persone che vivono lì“.

l’ ex-premier russo Dmitry Medvedev 

h. 16:57 | Bloomberg: per la Nato la Russia diventerà “minaccia diretta”

La Nato potrebbe definire la Russia non più “partner“, come era dal 2010, ma “minaccia diretta” nel documento strategico che sarà approvato dagli Alleati nel vertice di Madrid, a giugno. Lo riporta Bloomberg citando un fonte dell’Alleanza. Gli alleati manterrebbero comunque aperta la possibilità di rilanciare le relazioni se il comportamento di Mosca cambiasse.

h. 16:45 | Il presidente finlandese: “Putin calmo quando gli ho annunciato il nostro sì alla Nato

Il presidente della Repubblica Finlandese Sauli Niinisto racconta alla Cnn  il dialogo con Vladimir Putin in cui ha informato il presidente russo della decisione di aderire alla Nato: “La sorpresa è stata che l’ha presa con tanta calma e freddezza. Ma nella politica di sicurezza, specialmente parlando con la Russia, devi tenere a mente che quello che Putin ha detto non significa che non bisogna stare in allerta“.

h. 16:32 | Mediatore russo: “No al negoziato Azov, sono criminali di guerra

I combattenti del battaglione Azov non possono essere oggetto di “negoziati politici“: è la posizione di Vladimir Medinsky, capo della delegazione russa ai colloqui con Kiev. Secondo la Tass il mediatore ha utilizzato l’appellativo di “criminali di guerra” nei confronti del battaglione ucraino che resiste all’interno dell’acciaieria di Mariupol. 

Militari della difesa ucraina nei sotterranei di Azovstal 

h. 16:18 | Moglie soldato Azov: “Perse le speranze, pronti alla battaglia finale

Hanno perso le speranze e si preparano alla battaglia finale” i soldati asserragliati nell’acciaieria Azovstal di Mariupol: lo dichiara, in una conferenza stampa Kateryna, moglie di un militare del Reggimento Azov, citata dai media ucraini. “Difficilmente salgono in superficie, il più delle volte restano seduti nei bunker. Sono pessimisti, perché non c’è quasi speranza di salvezza. Si stanno preparando per l’ultima battaglia perché non credono in una soluzione diplomatica“.

h.16:16 | Autorità Kharkiv: “Russi spinti verso il confine

Il governatore dell’Amministrazione militare regionale di Kharkiv, Oleg Sinegubov, dichiara che le forze armate ucraine nella regione di Kharkiv stanno spingendo l’esercito russo verso il confine.

h. 16:06 | Presidente Finlandia: “Mosca dimostra di poter attaccare un Paese indipendente”

Il 24 febbraio la Russia ha mostrato di essere pronta ad attaccare un paese indipendente“: così il presidente della Finlandia Sauli Niinisto alla Cnn in merito alla richiesta di adesione alla Nato.

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a Berlino

h. 15:55 | Di Maio: “Sui mercati globali è già guerra mondiale

Sui mercati globali è già guerra mondiale, sul tema dei prezzi e della sicurezza alimentare” dichiara il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che auspica “iniziative per abbassare i prezzi del grano” e ha ricordato che “i Paesi del Nord Africa stanno soffrendo”. “L’8 giugno alla Fao ci sarà un dialogo mediterraneo sulle nuove politiche Onu per abbassare il prezzo delle materie prime” ha aggiunto.

h. 15:39 | Stoltenberg: “Sicurezza Svezia e Finlandia? Parliamone subito

Non c’è bisogno di aspettare l’adesione di Svezia e Finlandia alla Nato: il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg propone di “sedersi subito” con i due Paesi, e dare loro garanzie di sicurezza prima che sia finito l’iter per l’adesione.

il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg

h. 15:33 | Blinken: “Sì degli Usa all’ingresso di Finlandia e Svezia nella Nato

Gli Usa sostengono fortemente l’adesione di Svezia e Finlandia alla Nato, se volessero decidere di entrare. Rispetteremo qualsiasi decisione prenderanno”: lo dice il segretario di Stato americano Antony Blinken a Berlino.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken a Berlino

h. 15:23 | Stoltenberg: “La Turchia non blocca adesione Finlandia e Svezia

La Turchia non sta tentando di bloccare l’adesione di Svezia e Finlandia alla Nato“. Lo assicura il segretario generale dell’Alleanza Jens Stoltenberg in video-collegamento con la conferenza stampa finale del summit dei ministri degli Esteri.

h. 15.00 | Stoltenberg: “L’Ucraina può vincere la guerra

La Russia non sta raggiungendo i suoi obiettivi e l’Ucraina può vincere questa guerra“, e “la Nato è più forte e unita di sempre” ha detto Jens Stoltenberg a Berlino in video per la conferenza finale della riunione dei ministri degli Esteri dei Paesi Nato. “Il dibattito è stato costruttivo“, ha aggiunto il segretario generale dell’Alleanza in un collegamento virtuale poichè non ha partecipato in presenza, in quanto affetto dal Covid.

Il segretario generale della Nato interviene da remoto poichè ha il Covid

h. 14.30 | Nato, Finlandia: “Minaccia nucleare di Mosca molto seria”

Non avremmo preso questa decisione se non avessimo pensato che avrebbe rafforzato la nostra sicurezza nazionale: pensiamo che sia la giusta decisione. La minaccia nucleare è molto seria, e non può essere isolata in una specifica regione se parliamo di armi nucleari”. Lo ha detto la premier finlandese Sanna Marin in conferenza stampa. La premier ha anche sottolineato che la decisione di entrare nella Nato, insieme alla Svezia, “influenzerà tutta la regione baltica e rafforzerà le capacità di tutti i paesi di difendersi e rafforzerà anche la Nato“.

Il presidente della Finlandia Sauli Niinistö

h.14.15 | In Ucraina aumentano gli ingressi e diminuisce l’esodo

Il flusso in ingresso in Ucraina attraverso il confine occidentale dopo il 9 maggio per il quinto giorno consecutivo ha superato il flusso in uscita e l’afflusso netto totale in Ucraina in questi giorni è stato di 31mila persone, un record dall’inizio della guerra. Lo riferisce Interfax Ukraine. Secondo il Servizio della Guardia di Frontiera di Stato, il 14 maggio più di 37.000 persone hanno lasciato l’Ucraina rispetto ai 34.000 del giorno prima, mentre il numero di arrivi nel Paese è stato di quasi 46.000 contro i 40.000 di sabato. “Negli ultimi giorni c’è stato un aumento costante nel numero di persone rientrate in Ucraina. Quasi 46mila sono entrate nel Paese nelle ultime 24 ore,  oltre 42mila di loro ucraini“., fa sapere il servizio ucraino di frontiera citato da Ukrainska Pravda.

Profughi ucraini sostenuti dalla Croce Rossa

h. 13.55 | Ucraina, blitz a Venezia: occupata la sede della Fondazione russa

Contro gli imperi e contro le guerre. Costruiamo autoorganizzazione e reti di solidarietà dal basso“. Con questo slogan è stata occupata da alcuni manifestanti la sede della Venice V-A-C Zattere, Fondazione di arte contemporanea russa fondata da Leonid Mikhelson, oligarca legato al Cremlino, presidente del cda e maggiore azionista di Novatek, la seconda azienda di gas della Russia.Il palazzo, di proprietà dell’Autorità Portuale di Venezia, è stato dato in concessione alla Fondazione nel 2014, e negli anni ha ospitato varie mostre di stampo artistico. Almeno fino allo scoppio della guerra, dopo la quale l’edificio è stato chiuso.

h. 13.45 | Ucraina, “russi scrivono frasi della band Kalush su bombe sganciate ad Azovstal

Gli ucraini accusano i russi di avere scritto su alcune bombe, presumibilmente destinate alla Azovstal, le parole pronunciate dalla band ucraina Kalush dopo la vittoria all’Eurovision proprio per salvare l’acciaieria di Mariupol sotto l’assedio dei russi. La denuncia arriva dal consigliere del sindaco di Mariupol Petro Andriushenko che pubblica su Telegram alcune immagini, subito rilanciate dai media ucraini. “Questa è la reazione dell’esercito russo alla nostra vittoria all’Eurovision 2022“, scrive Andriushchenko, nel testo che accompagna le tre fotografie, in cui denuncia la propria “rabbia“. Nelle foto, di cui è impossibile verificare l’autenticità né come sarebbero entrate in possesso degli ucraini, si vedono le bombe, non ancora sganciate, con delle scritte in inglese e in russo  con un pennarello nero. “Aiutate Mariupol, aiutate l’Azovstal, ora“, è scritto in inglese su un ordigno, ovvero le parole pronunciate da Oleh Psjuk, frontman dei Kalush, alla fine dell’esibizione. Su tutte le bombe è riportata la data di ieri, ‘14.05′. Su un’altra bomba, secondo quanto riporta Ukrinform, appare la scritta in russo “Kalush, come hai chiesto. Su Azovstal”. Su altro ordigno, sempre in russo, si leggono la parola Eurovision 2022 e ‘Azov‘.

Gli ucraini accusano i russi di aver scritto su alcune bombe, forse destinate alla Azovstal, le parole pronunciate dalla Kalush Orchestra dopo la vittoria all’Eurovision 

h. 13.24 | Kiev: dall’inizio del conflitto morti 227 bambini

Sono 227 i bambini uccisi dall’inizio dall’invasione russa dell’Ucraina o oltre 420 sono rimasti feriti. Lo riferisce il servizio stampa della Procura generale su Telegram, riporta Interfax Ukraine. Si tratta di dati non definitivi perché il lavoro di ricognizione nei territori occupati e poi liberati è ancora in corso.
A seguito dei bombardamenti di città e villaggi ucraini da parte delle forze armate russe, sono state danneggiate 1.748 istituzioni educative, 144 delle quali completamente distrutte.

h. 12.45 | Nato, Finlandia: siamo preparati alle reazioni russe

Siamo preparati a diversi tipi di azioni russe, non ce le auguriamo, ma ci stiamo preparando da questa primavera. Quando guardiamo alla Russia, la vediamo molto diversa da come la vedevamo solo pochi mesi fa. Tutto è cambiato quando ha attaccato l’Ucraina e personalmente penso che non possiamo più fidarci del fatto che ci sarà un futuro pacifico vicino alla Russia da soli. Ed è per questo che stiamo prendendo questa decisione di aderire alla Nato, perchè non ci sia mai più la guerra in Finlandia“. Lo ha affermato la premier finlandese Sanna Marin in conferenza stampa.

Un ragazzino ucraino ferito dai bombardamenti

h. 12.37 | Leopoli, “distrutta una struttura militare ai confini con la Polonia

«Quattro missili del nemico hanno colpito una delle infrastrutture militari nella regione di Leopoli. Il sito è completamente distrutto. Secondo le prime informazioni, non ci sono vittime. Nessuno ha chiesto assistenza medica». Lo ha scritto su Facebook il governatore della regione di Leopoli, Maksym Kozytskyi – come riporta Ukrinform – precisando che i missili hanno colpito un’infrastruttura militare nel distretto di Yavoriv, vicino al confine con la Polonia.

h. 12.20 | Nato, l’annuncio ufficiale della Finlandia per l’adesione. Ma manca il voto del Parlamento

La Finlandia chiederà di entrare nella Nato. Lo ha annunciato il presidente finlandese Sauli Niinisto, insieme alla premier Sanna Marin in conferenza stampa. “Abbiamo raggiunto oggi un’importante decisione, speriamo che il Parlamento confermi la decisione di fare domanda per l’adesione alla Nato nei prossimi giorni. In Finlandia abbiamo ancora davanti a noi un processo parlamentare ma ho fiducia che il Parlamento lo dibatterà con determinazione e responsabilità”. Lo ha affermato la premier finlandese Sanna Marin.

la premier finlandese Sanna Marin ed il presidente Sauli Niinisto,

h. 11.45 | Kalush: dopo la vittoria ad Eurovision si torna a combattere in Ucraina

Difficile dire cosa succederà ora, è la prima volta che vinciamo l’Eurovision. Abbiamo un permesso temporaneo per essere a Torino: domani dobbiamo essere di ritorno e come ogni ucraino siamo pronti a combattere, come possiamo e fino a quando possiamo“. Ha un retrogusto amaro per i Kalush la vittoria all’Eurovision Song Contest 2022. “Ogni successo in questo momento è pieno di significato per l’Ucraina. La nostra cultura è stata attaccata e siamo qui anche per dimostrare che invece è viva e ha il suo marchio distintivo“. I Kalush lo hanno fatto anche rischiando l’esclusione, ieri sera, quando a fine esibizione hanno lanciato un appello per aiutare Mariupol (ritenuto poi dall’organizzazione ‘solo’ un messaggio umanitario). “La squalifica era un prezzo che non avrei esitato a pagare per far passare il mio messaggio – ha detto in conferenza stampa a notte fonda il cantante e leader del gruppo Oleh Psjuk -. La nostra gente è bloccata nell’acciaieria Azovstal e non possono uscire. Bisogna farli uscire e per farlo abbiamo bisogno di far circolare le informazioni, di fare pressione sui politici”. Per la loro vittoria si era speso anche il presidente Zelensky, che vorrebbe che ad ospitare la prossima edizione della manifestazione sia Mariupol. “Non abbiamo ancora avuto la possibilità di parlare con lui, ma come sapete è impegnato in cose ben più importanti. Sicuramente saremo felice di ospitare l’ESC nella nuova, felice e integrata Ucraina”.

h. 11.15 | Gran Bretagna: la Russia potrebbe aver perso un terzo delle truppe

È “probabile” che la Russia abbia perso “un terzo” delle forze di terra impegnate nell’invasione dell’Ucraina. Lo ha affermato il Ministero della Difesa britannico nel suo  ultimo aggiornamento sul conflitto.

h. 11.00 | Kuleba: “Ho parlato con Blinken, per l’Ucraina in arrivo altre armi e aiuti dagli Usa

Ho incontrato il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, a Berlino. Altre armi e altri aiuti in arrivo in Ucraina”. Lo scrive su Twitter il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba. “Abbiamo concordato di lavorare a stretto contatto per garantire che le esportazioni di cibo ucraine raggiungano i consumatori in Africa e Asia – aggiunge – Grato a Blinken e agli Usa per la loro leadership e il loro sostegno incrollabile“.

il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba

h. 10.51 | Ucraina, Casellati: sì a un esercito Ue

È evidente che tutti aspiriamo alla pace perché ogni guerra rappresenta una tragica frattura dell’umanità. Però la parola pace ha un senso solo se è raggiungibile. Ci stiamo confrontando con una guerra a più dimensioni che ha sconvolto l’architettura dei poteri a livello internazionale. E quindi è a livello internazionale che va ricercata la soluzione negoziale, mettendo attorno al tavolo non solo Russia e Ucraina, ma anche le grandi potenze, come gli Stati Uniti, la Cina e ovviamente l’Unione Europea. Ma parlo di una Ue che non sia a rimorchio degli altri, ma che sappia affermare una sua autonoma politica estera e di difesa, superando divisioni e incertezze che la condannano all’irrilevanza. Se è vero come è vero che le spese militari degli Stati dell’Ue sono quattro volte superiori a quelle della Russia, vuol dire che non c’è un problema di risorse per gli armamenti. Ma semmai di razionalizzazione della spesa insieme ad una unità di comando. Basterebbe dunque una volontà politica comune di costruire un esercito europeo che vorrebbe dire come tutti sanno che un altro pezzo di Europa è stato fatto“. Lo dice la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in un’intervista al ‘Corriere della Sera‘.

la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati

h. 10.32 | Eurovision, vince l’Ucraina e Zelensky ringrazia l’Europa

 “Il nostro coraggio impressiona il mondo, la nostra musica conquista l’Europa! L’anno prossimo l’Ucraina ospiterà l’Eurovision! per la terza volta nella sua storia. E credo – non per l’ultima volta. Faremo di tutto perché un giorno i partecipanti e gli ospiti dell’Eurovision possano essere ospitati a Mariupol. Libera, tranquilla, restaurata! grazie per la vittoria Kalush Orchestra e a tutti quelli che ci hanno votato! Certo, il nostro accordo vincente nella battaglia con il nemico non è lontano. Gloria all’Ucraina“. Così il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, in un post sulla sua pagina Facebook, a proposito della vittoria del suo Paese all’Eurovision 2022 a Torino.

h. 10.17 | Nato, il partito socialdemocratico svedese verso il voto per l’adesione

A meno di clamorosi ripensamenti dell’ultima ora, oggi il partito socialdemocratico svedese dovrebbe sciogliere l’ultima riserva, annunciando il suo sostegno all’ingresso del Paese scandinavo nella Nato. Parliamo del partito che dal 1917 si è sempre attestato al primo posto nelle elezioni in Svezia. se la proposta dovesse passare (così come si presume) cadrà l’ultimo “veto” verso la formulazione ufficiale della candidatura del governo di Stoccolma, annunciata parallelamente a quella della Finlandia negli scorsi giorni. È una svolta che era impensabile ancora pochi mesi fa, quando la premier socialdemocratica Magdalena Andersson escludeva categoricamente ogni scenario di adesione.

h. 10.00 | Ucraina, l’India apre una finestra per l’esportazione di grano in Paesi con deficit alimentare

L’India ha dichiarato che manterrà una finestra aperta per esportare grano nei Paesi con deficit alimentare, nonostante le restrizioni annunciate dal governo. Il segretario al Commercio indiano B.V.R. Subrahmanyam ha detto che il governo consentirà anche alle società private di rispettare i precedenti impegni di esportare quasi 4,3 milioni di tonnellate di grano fino a luglio. L’India ha esportato 1 milione di tonnellate di grano ad aprile. L’India esporta principalmente grano nei paesi vicini come Bangladesh, Nepal e Sri Lanka. Uno degli obiettivi principali delle restrizioni alle esportazioni è controllare l’aumento dei prezzi interni. I prezzi mondiali del grano sono aumentati di oltre il 40% dall’inizio dell’anno. Prima della guerra, l’Ucraina e la Russia rappresentavano un terzo delle esportazioni mondiali di grano e orzo. Dall’invasione russa del 24 febbraio, i porti dell’Ucraina sono stati bloccati e le infrastrutture civili e i silos di grano sono stati distrutti. Allo stesso tempo, il raccolto di grano dell’India ha subito un’ondata di caldo record che sta rallentando la produzione.

Un campo di grano in mietitura 

h. 09.28 | Kiev, abbattuti 2 missili russi lanciati su regione Leopoli 

Le difesa anti-aerea ucraina ha distrutto due missili da crociera lanciati dai russi sulla regione di Leopoli. Lo fa sapere il Comando delle forze West Air ucraine su Facebook, secondo quanto riporta Ukrinform. Nella mattinata di oggi i russi “hanno sparato diversi missili sulla regione di Leopoli dal Mar Nero, mirando a infrastrutture critiche. I missili da crociera sono stati probabilmente lanciati dai sottomarini. Le nostre forze di difesa anti-missile hanno abbattuto due di questi missili da crociera”, afferma il comunicato.

h. 08.27 | Mosca, villaggio in regione Belgorod bombardato da ucraini

Il villaggio di Sereda, nella regione russa di Belgorod, al confine con l’Ucraina, è stato bombardato dall’Ucraina e un civile è rimasto ferito. Lo fa sapere il governatore della regione, secondo quanto riporta l’agenzia russa Tass. “Il villaggio di Sereda, nel distretto urbano di Shebekinsky, è stato bombardato dal territorio dell’Ucraina. Un civile è stato ferito, riportando ferite da schegge“, spiega il governatore Vyacheslav Gladkov.

h. 08.21 | Sventati attacchi informatici all’Eurovision Song Contest

Attacchi informatici “provenienti dell’estero” all’Eurovision Song Contest 2022 sono stati sventati dalla Polizia di Stato. Gli hacker hanno provato a infiltrarsi nella serata inaugurale e durante la finale di ieri sera. L’attivazione di una sala operativa dedicata all’evento di Eurovision nella quale tecnici e poliziotti specialisti del Cnaipic (Centro Nazionale Anticrimine Informatico Protezione Infrastrutture Critiche) della Polizia Postale hanno lavorato fianco a fianco h24, ha permesso la neutralizzazione attacchi informatici del collettivo di killnet e la sua propaggine “Legion“.

h. 08.16 | Nato, a Eurovision enorme supporto Kiev, guerra Putin brutale 

Abbiamo visto l’immenso supporto per l’Ucraina ieri all’Eurovision”. Lo ha dichiarato Mircea Geoana uno dei vicesegretari della Nato, a margine del vertice informale Nato dei ministri degli Esteri a Berlino. “Il messaggio che vogliamo dare a Putin è che questa è la guerra più cinica e brutale dalla seconda guerra mondiale“, ha aggiunto.

h. 08.11 | Ucraina: Nato, l’Ucraina può vincere 

C’è stato un clima costruttivo al dibattito di ieri sera“. Lo ha detto uno dei vicesegretari della Nato, Mircea Geoana, a margine del vertice informale Nato dei ministri degli Esteri a Berlino, commentando la cena di ieri sera con Finlandia e Svezia. “L’Ucraina può vincere”, ha anche affermato.

h. 07.54 | Kiev, colpita infrastruttura militare nella regione Leopoli

I missili russi hanno colpito stamattina all’alba un’infrastruttura militare nella regione di Leopoli. Lo riferisce l’agenzia ucraina Ukrinform, citando l’amministrazione militare regionale di Leopoli. “Questa mattina alle 4.30 circa una parte dell’infrastruttura militare è stata colpita da un attacco missilistico“, afferma su Telegram l’amministrazione militare regionale, precisando che al momento non sono riportate vittime e i danni sono in via di accertamento.

h. 07.46 | Mariupol, centinaia di civili fuggiti in auto arrivati a Zaporizhzhia

Un convoglio di centinaia di macchine con gli sfollati provenienti da Mariupol è arrivato nella notte a Zaporizhzhia, dopo aver atteso per giorni il via libera delle truppe russe. Nella città meridionale, restano sotto attacco e intrappolati nell’acciaieria Azovstal i soldati ucraini, tra cui membri del battaglione Azov.

h. 07.24 | Kiev: attacchi su Azovstal, russi preparano offensiva nel sud-est

A Mariupol le truppe russe continuano a bloccare le unità di difesa ucraina nell’acciaieria Azovstal, con attacchi aerei e colpi d’artiglieria. E i soldati di Mosca preparano l’offensiva nel Sud-Est. Si stanno raggruppando per puntare su Barvinkove (nell’oblast di Kharkiv, vicino al Dombass), Sloviansk, Lyman, Sievierodonetsk, Avdiivka e Kurakhove nel Donetsk. Lo riferisce lo Stato maggiore delle forze armate ucraine, nell’ultimo aggiornamento sulle operazioni militari, secondo quanto riporta Ukrinform. Nel nord, nelle direzioni di Volyn e Polissia, le truppe russe non hanno fatto “azioni attive, ma la minaccia di attacchi missilistici e aerei dal territorio bielorusso persiste“.

h. 05.53 | Blinken a Berlino per parlare con i ministri dei Paesi Nato

Sono arrivato a Berlino, dove incontrerò informalmente i ministri degli esteri” dei Paesi Nato “per discutere la nostra alleanza e un’azione sostenuta per affrontare l’aggressione non provocata della Russia contro l’Ucraina“. A scriverlo su Twitter è il segretario di Stato americano, Antony Blinken.

h. 04.56 | Eurovision, Johnson: vittoria Ucraina sostegno a lotta per libertà

Il premier britannico Boris Johnson ha fatto le sue “congratulazioni all’Ucraina per aver vinto” l’Eurovision. “È un chiaro riflesso non solo del vostro talento – ha scritto sul suo profilo Twitter – ma anche del sostegno incrollabile alla vostra lotta per la libertà“.

h. 03.18 | Eurovision, cantante ucraino: “Pronti a combattere in guerra

“Come ogni ucraino, siamo pronti a combattere in guerra, fino alla fine”. Così Oleh Psjuk, il cantante della Kalush Orchestra, ha risposto a una giornalista svedese che le ha chiesto se i componenti del gruppo siano pronti ad arruolarsi.

h. 03.03 | Forze armate, nel Donbass respinti 12 attacchi russi

Le forze armate ucraine hanno respinto 12 attacchi russi nel Donbas. Lo riferisce The Kyiv independent, citando il comando delle operazioni delle forze congiunte dell’Ucraina. L’Ucraina avrebbe distrutto otto carri armati, cinque sistemi di artiglieria, nove unità di equipaggiamento corazzato da combattimento e cinque veicoli. Sono state abbattute anche unità di difesa aerea: sei veicoli aerei senza pilota (UAV) Orlan-10 e un UAV Eleron da ricognizione tattica.

h. 01.55 | Eurovision, Michel: “Speriamo nel festival in Ucraina libera e unita”

Congratulazioni” alla Kalush Orchestra per il trionfo all’Eurovision 2022 e “speriamo che l’Eurovision del prossimo anno possa essere ospitata a Kiev in un’Ucraina libera e unita“. Lo scrive su Twitter il presidente del Consiglio Europeo, il belga Charles Michel, commentando il trionfo ucraino a Torino.

h. 01.50 Eurovision, Zelensky: “L’anno prossimo a Mariupol”

L’anno prossimo l’Ucraina ospiterà l’Eurovision per la terza volta nella storia. Faremo tutto il possibile affinché possa essere Mariupol la città ospitante”. Lo scrive sul suo canale Telegram il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, dopo la vittoria dei Kalush a Torino.

h. 01.17 Eurovision, Zelenky: “Il nostro coraggio impressiona il mondo, la nostra musica conquista l’Europa

Il pubblico da casa, da tutta Europa, porta la band ucraina Kalush Orchestra al primo posto della classifica dell’Eurovision e il paese si aggiudica la prossima edizione della manifestazione. Il gruppo ha lanciato un appello per la liberazione dell’ucraina dal palco: “Aiutatate l’Ucraina e Mariupol, aiutate Azovstal!“. Gioisce il presidente Zelensky: “Il nostro coraggio impressiona il mondo, la nostra musica conquista l’Europa”.

h. 01.03 | Eurovision, vince la Kalush Orchestra con il voto popolare

L’Ucraina vince l’Eurovision Song Contest 2022 con 631 voti, di cui 440 ricevuti con il televoto degli spettatori europei che hanno fatto sentire il loro supporto in occasione della kermesse musicale. “Slava “, così la band sul palco del Palaolimpico ricevendo il premio per Eurovision Song Contest con la canzone “Stefania“.

h. 00.56 | Governatore Donetsk: 3 civili uccisi da bombe russe

I bombardamenti russi hanno ucciso 3 civili e ne hanno feriti 4 nell’Oblast di Donetsk. Il governatore della regione, Pavlo Kirilenko, ha detto su Telegram che due civili sono stati uccisi a Bohorodychne e uno a Keramik. Ha anche affermato che due persone ferite nell’Oblast di Luhansk erano in cura a Bakhmut.

h. 00.47 | Ambasciatore russo: minacce a diplomatici in Usa

L’ambasciatore russo per gli Stati Uniti, Anatoly Antonov, ha dichiarato alla tv russa che l’ambasciata russa a Washington “è come una fortezza assediata e sta lavorando in un ambiente ostile: ogni giorno – ha raccontato – si svolgono manifestazioni antirusse vicino alla nostra missione, si verificano atti di teppismo e vandalismo. I miei compagni, i dipendenti ricevono minacce, comprese minacce di violenza fisica. I politici americani rinomati – ha aggiunto – pubblicano appelli ai diplomatici e ai militari russi nei media statunitensi affinché passino dalla parte della cosiddetta democrazia. A tutti gli effetti quindi i miei compagni vengono spinti al tradimento, cosa che ogni Paese considera un’azione spregevole“.

h. 00.20 | Zelensky a senatori Usa: Russia sia dichiarata ‘stato terrorista’

Il presidente ucraino Zelensky, incontrando una delegazione di senatori Usa guidati dal leader della minoranza repubblicana Mitchell McConnell, ha chiesto che la Russia sia ufficialmente dichiarata “stato terrorista”. Lo ha detto lo stesso leader ucraino nel suo consueto messaggio serale. Zelensky ha spiegato che si è discusso di possibili inasprimenti delle sanzioni contro Mosca. “Ho espresso la mia gratitudine per il rinnovo del programma Lend Lease (che permette l’invio di armi a Kiev con meno vincoli) – ha spiegato – e ho chiesto che la Russia sia ufficialmente dichiarata stato terrorista“.

h. 00.15. | Eurovision, l’appello della Kalush Orchestra è un caso

L’appello della Kalush Orchestra per l’Ucraina e Mariupol’ha violato il regolamento dell’Eurovision ? Lo ipotizzano diversi commentatori in rete citando il divieto di messaggi politici da parte dei concorrenti sul palco della manifestazione. Ma difficilmente l’appello dei concorrenti ucraini verrà considerato punibile, per il confine di difficile definizione tra appello politico e appello umanitario. Anche Zelensky ha sostenuto la band, invitando a votare per loro.

h. 00.10 | Ucraina: Zelensky firma legge che vieta partiti pro Russia

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha firmato un testo che rende legge il divieto di fondare partiti politici che sostengano o difendano l’invasione da parte della Russia. Lo ha annunciato una commissione parlamentare.

h. 00.05 | Zelensky: “Situazione in Donbass resta molto difficile”

La situazione in Donbass resta molto difficile” e i soldati russi stanno “ancora provando a venirne fuori in qualche modo vittoriosi”, ma “passo dopo passo stiamo costringendo gli occupanti a lasciare la terra ucraina”. Così il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nel suo videomessaggio serale.

h. 00.02 | Ankara pronta a inviare nave per evacuare combattenti Azovstal

Ankara è pronta a inviare una nave per evacuare i combattenti che sono ancora asserragliati all’interno dell’acciaieria Azovstal di Mariupol. Lo ha detto in un’intervista alla Reuters, ripresa dalla Tass, il portavoce del presidente turco Ibrahim Kalin.In base a questo piano – ha precisato – le persone evacuate dall’acciaieria sarebbero portate via terra fino al porto di Berdyansk, che come Mariupol si trova sul mar d’Azov, e una nave turca le porterebbe attraverso il Mar Nero fino a Istanbul. Se si può fare così, saremo felici di farlo. Siamo pronti. Una nostra nave è pronta per portare i soldati feriti e gli altri civili in Turchia”.

h. 00.01 | Kiev: Mosca verso referendum per annessione Mariupol

Le forze d’occupazione russe starebbero preparando un referendum per sancire l’annessione di Mariupol alla Russia. Lo ha dichiarato all’Observer Petro Andryushchenko, un collaboratore di Vadim Boychenko, sindaco in esilio della città sul Mare d’Azov, dopo l’annuncio di una simile consultazione nell’Ossezia del Sud, territorio separatista georgiano. Secondo Andryushchenko, l’annuncio del referendum potrebbe arrivare già domani.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Draghi al G7: “Sanzioni fondamentali per spingere la Russia a negoziare. Putin al G20? Da remoto”.
I ministri della Lega non indirizzano abbastanza risorse del Pnrr al sud. Ma chiedono i voti...
Guerra Russia-Ucraina. Svolta Ue, sì alla candidatura di Ucraina e Moldavia. Zelensky: “Italia al fianco di Kiev, grazie Draghi”.
Di Maio lascia i 5Stelle: nasce il gruppo “Insieme per il futuro”
Il destino dell' Europa in ballo per i "capricci" di Conte e dei grillini. Draghi perde la pazienza
Guerra Ucraina-Russia: ecco i Paesi che hanno inviato più armi a Kiev. Primi gli Usa, la Polonia più di Germania e Italia
Archivi
Il giornalista Rai Ranucci (Report) indagato dalla procura di Roma per minacce via chat e sms all' on. Ruggieri.
Cambio di vertice allo S.C.I.C.O. delle Fiamme Gialle
Stefano Costantini è il nuovo capo Ufficio stampa del sindaco di Roma
Draghi al G7: “Sanzioni fondamentali per spingere la Russia a negoziare. Putin al G20? Da remoto”.
Condannato a 12 anni e 8 mesi l'ex giudice di Bari De Benedictis

Cerca nel sito