Gli operai della Provincia di Taranto a rischio licenziamento bloccano il ponte girevole

Gli operai della Provincia di Taranto a rischio licenziamento bloccano il ponte girevole

Schermata 2015-06-11 alle 13.39.28Isola Verde spa. società in house della Provincia di Taranto, è in liquidazione non disponendo più delle risorse finanziarie per continuare la sua attività, ed in presenza di una “voragine” finanziaria per oltre un milione e mezzo di euro. I suoi 270 dipendenti che rischiano di restare senza lavoro, hanno manifestato ieri nuovamente, occupando il ponte girevole e di fatto paralizzando le principali vie di accesso ed uscita  dalla città nuova, mentre alcuni nella città vecchia sono saliti sul cornicione di Palazzo D’Ayala . La protesta ha provocato non pochi disagi al traffico.

Finora le istituzioni, con la pressochè totale assenza della Regione Puglia, non hanno potuto offrire delle garanzie sulle prospettive occupazionali per i  270 dipendenti di Isola Verde  dei quali soltanto 20 hanno ruoli amministrativi. “La protesta è stata finora contenuta e siamo riusciti a fronteggiare i momenti di tensione nati dalla decisione del cda di mettere l’azienda in liquidazione – ha dichiarato  il segretario della Uil di Taranto  Giancarlo Turima continua e salirà di tono. Giovedì si terrà un sit-in per tutta la giornata davanti alla prefettura per chiedere un incontro al rappresentante del governo e con lui provare a ipotizzare un percorso di trattativa che coinvolga la Regione Puglia e individui una possibilità di reimpiego per i lavoratori, ad esempio nelle attività di contrasto alla xylella, il batterio che ha colpito alcune zone di uliveti in Puglia“.

CdG provincia-taranto

 

Il consiglio di amministrazione della società pubblica,  che per anni in passato si occupava della manutenzione e pulizia di immobili e strade pubbliche, ha deciso e deliberato la messa in liquidazione della società, che è controllata interamente  dalla Provincia di Taranto. La casse societarie sono vuote ed a causa dell’indebitamento, che ha azzerato il capitale sociale, tecnicamente (ma anche di praticamente) la società è pressochè fallita. I dipendenti dall’anno scorso sono stati pagati grazie ai contratti di solidarietà, che sono scaduti,  e da un paio di mesi sono rimasti senza stipendio.

Oggi pomeriggio si riunirà il consiglio provinciale. Dalla Provincia di Taranto che è il socio unico di di Isola Verde spa, è attesa una decisione politica sulla decisione tecnico-legale del consiglio di amministrazione di chiudere la società, in quanto la procedura di liquidazione, prevista dalla Legge al momento non è ancora stata attivata, in quanto per tale eventuale decisone è indispensabile il voto favorevole dell’assemblea straordinaria della Società e quindi ci sarebbe uno spiraglio per non adottare una  decisione che sarebbe drastica, e drammatica per i dipendenti .

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?