Furti di energia elettrica ed abusivismo, lavoro nero, la Guardia di Finanza controlla la costa tarantina

Furti di energia elettrica ed abusivismo, lavoro nero, la Guardia di Finanza  controlla la costa tarantina

Le Fiamme Gialle scoprono 14 lavoratori irregolari e sequestrano due chioschi completamente abusivi. Multe per 72.000 euro e due denunce.

Nell’ambito dei servizi di contrasto al lavoro nero ed all’abusivismo demaniale e commerciale, la Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Taranto ha effettuato dei controlli mirati, tra la fine del periodo estivo e l’inizio dell’autunno nei confronti di numerose attività commerciali operanti sul litorale della provincia tarantina, individuando 14 lavoratori irregolari e verbalizzando sanzioni amministrative a carico di 9  esercizi per oltre 70.000 euro. L’attività ispettiva si è concentrata nel settore della locazione e noleggio di unità da diportoe del trasporto di turisti, nonché sulle attività stagionali, di gestione di lidi, chioschi e  ristoranti.

I finanzieri al termine dei controlli,  hanno anche richiesto all’Ispettorato del Lavoro di Taranto la chiusura di un ristorante della città vecchia e di un’impresa  specializzata nell’organizzazione di gite turistiche a bordo di imbarcazioni da diporto, in  quanto avevano impiegato irregolarmente più del 20% del totale dei lavoratori dipendenti,
misura prevista dalle vigenti norme in materia. Individuati e sottoposti a sequestro, nel Centro Storico del capoluogo jonico, anche due  chioschi completamente abusivi, realizzati senza nessuna autorizzazione sulla banchina  della Scesa Vasto e di Via Cariati, all’interno della “fascia di rispetto demaniale”, ad  una distanza inferiore ai 30 metri dal mare.

I titolari dei chioschetti avevano, inoltre, trovato il modo di collegarsi illegalmente alla rete dell’illuminazione comunale, occultando abilmente gli allacci abusivi – realizzati, per altro,  con dei fili scoperti – al di sotto della pavimentazione della banchina del Borgo Antico, ponendo così in grave pericolo gli avventori e le altre persone che, ignare della situazione, si trovavano a transitare sul posto. La denuncia all’Autorità Giudiziaria per i responsabili è pertanto scattata, oltre che per l’occupazione abusiva di suolo pubblico e demaniale,anche per furto aggravato di energia elettric

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?