MENU
4 Ottobre 2022 21:22
4 Ottobre 2022 21:22

François Rafin il nuovo Amministratore Delegato di Total E&P Italia

François Rafin, 59 anni,a partire dal 1 marzo 2015, è il nuovoAmministratore Delegato della Total E&P Italia  . Ha iniziato la sua carriera in Total nel 1979 ricoprendo una serie di incarichi che lo hanno portato a misurarsi con i mestieri del drilling, della produzione, della costruzione e dello sviluppo di impianti petroliferi in Gran Bretagna, Tunisia, Spagna, Indonesia, Egitto, Francia, Algeria, Venezuela e Tailandia. Nel 1997 ha assunto l’incarico di Responsabile delle operazioni in Myanmar per lo sviluppo del “progetto Yadana“, un campo offshore di gas, e della relativa pipeline per l’esportazione.

Nel 1999 è stato nominato Rappresentante del Gruppo in Russia e Amministratore delegato di Total E&P Russia con la responsabilità di portare in produzione il campo petrolifero Kharyaga situato nell’Artico. Nel 2003 è chiamato a guidare Total Upstream Nigeria con l’obiettivo di portare in produzione il giacimento petrolifero marino di Akpo. Nel 2009 è passato a guidare, come CEO, Yemen LNG, la società che per prima ha avviato il progetto di liquefazione del gas naturale nello Yemen per facilitarne il trasporto.

Nel 2013 ha quindi fatto ritorno nel quartier generale di Total, a Parigi, prima di assumere l’anno successivo il ruolo di Rappresentante del Gruppo e Amministratore delegato di Total E&P Uganda per guidare lo sviluppo del “progetto Lake Albert“.

 François Rafin è laureato all’Ecole Nationale des Ponts et Chaussées di Parigi ed è membro della SPE – Society of Petroleum Engineering. E’ stato insignito dell’Onorificenza al Merito dal Presidente della Repubblica francese. E’ stato Presidente della sezione francese del Foreign Trade Council in Yemen, così come dell’International Petroleum Club di Mosca nonché dell’ European Business Forum in Uganda.

CdG mappa tempa rossa

TOTAL E&P Italia, con il 50% di partecipazione, è operatore in Basilicata della concessione Gorgoglione (MT) dove nel 1989 è stato individuato il giacimento di Tempa Rossa, nello sviluppo del quale la Società è appunto impegnata. A regime l’impianto – tra i più evoluti nel settore petrolifero – avrà una capacità produttiva giornaliera di circa 50.000 barili di petrolio, 230.000 m³ di gas naturale, 240 tonnellate di GPL e 80 tonnellate di zolfo, con un incremento della produzione petrolifera nazionale del 40%.

Il progetto Tempa Rossa prevede lo sviluppo di un giacimento petrolifero all’interno della Concessione Gorgoglione, situato nell’alta valle del Sauro, nel cuore della Basilicata. Il progetto prevede la messa in produzione di 8 pozzi – di cui 6 già perforati, e 2 da perforare dopo l’ottenimento delle autorizzazioni – e la costruzione di un centro di trattamento oli dove gli idrocarburi estratti, convogliati tramite una rete di condotte interrate, verranno trattati e separati nei diversi sottoprodotti (grezzo, gas metano, zolfo, GPL). Il petrolio sarà trasportato tramite condotta interrata all’oleodotto “Viggiano-Taranto”, mentre il gas sarà convogliato alla rete nazionale di distribuzione.

Prevista anche la costruzione di un centro di stoccaggio GPL dotato di 4 punti di carico stradale. Il progetto si estende principalmente sul territorio del Comune di Corleto Perticara (PZ), a 4 km dal quale verrà costruito il centro di trattamento. L’area dove sarà realizzato il centro di stoccaggio GPL si trova invece nel Comune di Guardia Perticara (PZ). A regime l’impianto – tra i più evoluti nel settore petrolifero – avrà una capacità produttiva giornaliera di circa 50.000 barili di petrolio, 230.000 m3 di gas naturale, 240 tonnellate di GPL e 80 tonnellate di zolfo, con un incremento della produzione petrolifera nazionale del 40%. Numeri questi in grado di fornire un contributo importante alla bilancia nazionale dei pagamenti e alla riduzione della dipendenza dall’estero per l’approvvigionamento energetico.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Il Presidente della Repubblica del Congo Denis Sassou Nguesso incontra l’Ad di Eni Claudio Descalzi
Boselli "cavaliere" nella vita e nella moda
Rivoluzione bollette: saranno mensili per 7 milioni di famiglie.
Poste Italiane conquista la doppia "A” di Morgan Stanley e debutta nell'indice dello Stoxx Global Esg Leaders
Oltre 580 mila posti di lavoro a rischio nel 2023 a causa del caro gas ed elettricità
L’Istituto per il Credito Sportivo e la Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del MIC per un concreto sostegno al settore cinematografico
Archivi
Perquisizioni delle Fiamme Gialle nelle abitazioni ed uffici della famiglia Matarrese: ipotesi di bancarotta fraudolenta
Operazione del Ros Carabinieri: 15 arresti per droga. Coinvolti anche due agenti della Polizia Penitenziaria ed un ex maresciallo dei Carabinieri
GFVip: una pagina di squallore televisivo che gioca sui sentimenti delle persone
Da oggi a Bari il "Prix Italia 2022"
Il Presidente della Repubblica del Congo Denis Sassou Nguesso incontra l’Ad di Eni Claudio Descalzi

Cerca nel sito