MENU
18 Luglio 2024 09:35
18 Luglio 2024 09:35

Descalzi: Eni prima società in termini di investimenti per sviluppo sostenibile

“Siamo la prima società in termini di investimenti sostenibili come educazione, sanità, agricoltura, nella creazione di centri di ricerca, negli scambi con le università. Eppure spesso veniamo descritti come predatori. Siamo la prima e unica società che ha deciso di sviluppare un network interno per dare accesso all’energia a quei paesi invece di esportare il gas. Noi diamo energia a 18 milioni di persone ma diventeranno 24 milioni "

di REDAZIONE ECONOMIA

L’amministratore delegato di ENI, Claudio Descalzi nel corso di un audizione alla Camera dei Deputati in Commissione Affari Esteri, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle dinamiche del commercio internazionale e interesse nazionale ha affermato che “Tutte le società petrolifere sono in paesi difficili perché le risorse energetiche sono in questi paesi. La miglior tutela sono le coperture contrattuali, due diligence, compliance, i sistemi di controllo dell’azienda che vengono sempre migliorati e modificati, la trasparenza. Bisogna integrarsi nel paese per dare un aiuto reale e con lo sviluppo sostenbile:ci deve essere una redistribuzione delle risorse che vada al di delle royalties e delle tasse”.

Nei paesi africani e in via di svilupposiamo la prima società in termini di investimenti sostenibili come educazione, sanità, agricoltura, nella creazione di centri di ricerca, negli scambi con le università. Eppure spesso veniamo descritti come predatori. Siamo la prima e unica società che ha deciso di sviluppare un network interno per dare accesso all’energia a quei paesi invece di esportare il gas. Noi diamo energia a 18 milioni di persone ma diventeranno 24 milioni che prima usavano biomasse. Abbiamo fatto centrali elettriche. In questo modo facciamo sviluppo sostenibile e diventiamo parte di quella comunita’, diventiamo credibili”, ha aggiunto Descalzi. “E’ anche con questi aiuti che proteggiamo una società”.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

Articoli Correlati

Antitrust avvia istruttoria su società dei gruppi Armani e Dior
Le "furbate" degli editori della Gazzetta del Mezzogiorno finiscono in Parlamento e sotto i riflettori delle Fiamme Gialle
A Bari l’evento "La Ripartenza, liberi di pensare" ideato dal giornalista Nicola Porro
Ok da Commissione Ue a prestito ponte da 320 milioni per Acciaierie d' Italia (ex Ilva)
Accordo da 450 milioni di euro tra BEI e Poste Italiane per promuovere digitalizzazione, automazione dei servizi e efficienza energetica
L'ultima assoluzione per l'ex pm Palamara e per il magistrato Fava
Cerca
Archivi
La DIA di Milano arresta 2 imprenditori contigui ad un "clan" di Cosa Nostra. Sequestri per 5 milioni di euro
Lucia Morselli accusata di associazione per delinquere dalla Procura di Taranto
Antitrust avvia istruttoria su società dei gruppi Armani e Dior
Giovanni Canio Mazzaro, ex della ministra Santanchè, condannato a due anni e mezzo.
Alla ricerca del covo trapanese di Matteo Messina Denaro

Cerca nel sito