MENU
22 Maggio 2022 08:54
22 Maggio 2022 08:54

Approvata una delibera della Provincia di Taranto per salvare il posto ai dipendenti di IsolaVerde

Questa mattina, nel corso di una seduta del Consiglio Provinciale, è stata approvata una delibera per tutelare i posti di lavoro dei dipendenti della società controllata "IsolaVerde".

Il presidente della Provincia di Taranto,  Martino Tamburrano ha invitato oggi  il consiglio provinciale a preparare e depositare entro il prossimo 10 marzo dei progetti d’impresa  per determinare la soluzione tecnico-politica-amministrativa più utile e necessario per gestire i servizi provinciali. Chiaramente questo atto di indirizzo politico-amministrativo  non potrà non attenersi alle recenti decisioni del Governo che per gli enti provinciali ha previsto un taglio di finanziamenti di cassa a livello nazionale, per oltre un miliardo di euro , con lo scopo di chiudere le società partecipate e tagliare del 50% il personale dipendente dalle amministrazioni provinciali.

Tamburrano prendendo la parola in consiglio provinciale affermato che “Da queste considerazioni parte l’impegno dell’intero consiglio provinciale di ricercare soluzioni alternative e concrete per garantire i posti di lavoro di tutti i dipendenti di Isolaverde senza alcuna riduzione del personale. Abbiamo scongiurato tempo addietro 134 licenziamenti gravando la società di 700mila euro di debiti. Ora abbiamo bisogno di risorse».

Quindi in definitiva il futuro della società di Isolaverde è attualmente affidata alla Regione Puglia a cui spetta l’onere di capitalizzare e finanziare il progetto messo a punto dalla Provincia “Difesa del suolo” che prevede 3 milioni e 600 mila euro, per la realizzazione di opere per la messa in sicurezza del territorio tarantino prevenire le allerta meteoreologiche, e sopratutto garantendo il posto di lavoro ai 250 lavoratori che potrebbero essere impiegati per tali servizi.

Esiste peraltro anche la possibilità che all’interno del “Decreto Taranto”, che entro il 7 marzo dovrà essere convertito in Legge, venga introdotto un emendamento per la tutela dell’Istituto Musicale Paisiello .

Tamburrano ha aggiunto che “Se riusciremo a sottrarre alle spese di competenza della Provincia di Taranto la somma di 4 milioni di euro destinata per il liceo musicale,  riusciremmo  con certezza a salvare la società Isolaverde ed i suoi dipendenti.  Entro il 10 marzo si deciderà la sorte dei lavoratori, il nostro impegno è massimo, ce la stiamo mettendo tutta“.

CdG TA palazzo governoIncredibilmente, nonostante la manifesta disponibilità ed impegno del Presidente Tamburrano e della maggioranza consiliare della Provincia, di fare tutto il possibile per raggiungere una  risoluzione positiva della vicenda, i lavoratori di Isolaverde che erano stati invitati a presenziare alla seduta consiliare, non solo non hanno apprezzato tutto ciò, ma hanno persino abbandonato l’aula urlando e sbraitando contro i presenti, manifestando un incomprensibile dissenso  per la delibera approvata.

Ma secondo i dipendenti abituati solo a protestare, ben aizzati “sindacalmente”, queste “Sono tutte chiacchiere. Se i soldi non ci sono per mantenere l’azienda come pensano di salvaguardare i posti di lavoro? Il Presidente Tamburrano ha parlato di tagli alla Provincia e di risorse che ancora devono arrivare ma le alternative concrete quali sono? Sono due mesi che non riceviamo stipendi e ne abbiamo bisogno subito, non possiamo aspettare che ci siano soluzioni entro marzo. Abbiamo bisogno di mangiare e portare il pranzo a casa ai nostri figli, ma nessuno se ne preoccupa. La rivoluzione parte da Taranto. Andremo a Roma e pretendiamo che il presidente ci accompagni”.

Un comportamento che aiuta poco per la soluzione del problema originato da precedenti amministrazioni. Ma forse a qualcuno (compresi alcuni giornalisti) tutto ciò sfugge….

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Acciaierie d' Italia (ex Arcelor Mittal) continua a pagare in ritardo le aziende dell’indotto dello stabilimento di Taranto
Poste Italiane fra i 25 marchi più forti al mondo
Le liste della CdP presentate per i Cda di Fincantieri, Aspi e Ansaldo
Le aziende vinicole preparano la vendemmia, con il "rischio bottiglie" a causa degli aumenti del vetro
Marcello Grosso manager di Poste Italiane premiato con il Global Compact Network Italy Sdg Pioneer
L' ILVA in amministrazione straordinaria chiede il dissequestro alla Corte d'Assise di Taranto
Archivi
Guerra Russia-Ucraina. Zelensky: "Solo la diplomazia può porre fine alla guerra". Mosca chiude il gas alla Finlandia.
Operazione Transilvania. Carabinieri ed Europol smantellano organizzazione criminale basata in Romania ma operante in Italia ed all'estero
Perquisiti i due broker coinvolti nella tentata mediazione di D'Alema per le armi alla Colombia.
Guerra Russia-Ucraina. Zelensky: "Missili su Desna, molti morti. C'è l'inferno nel Donbass", Contatti tra Washington e Mosca
Guerra Russia-Ucraina. Biden: “Svezia e Finlandia nella Nato? Con la Turchia andrà tutto bene”. Raid nel Donetsk, ucciso bimbo di 2 anni. Mosca caccia 24 diplomatici italiani

Cerca nel sito