MENU
4 Ottobre 2022 06:15
4 Ottobre 2022 06:15

4 giovani incensurati tentano un’estorsione per restituire un ciclomotore rubato ma vengono denunciati per furto e tentata estorsione.

 A conclusione di tempestive indagini, i Carabinieri della Stazione di Pulsano nella serata di ieri,  hanno denunciato in stato di libertà quattro giovani pulsanesi incensurati in quanto ritenuti responsabili del furto di un ciclomotore rubato nei giorni precedenti e del successivo tentativo di estorsione in danno del proprietario, secondo lo schema tipico del cosiddetto “cavallo di ritorno”.

Il buon esito dell’attività d’indagine svolta dai militari è derivato dalla perfetta collaborazione fra i Carabinieri e la vittima che qualche giorno prima si era presentata presso la caserma di Pulsano, per sporgere denuncia di furto del proprio ciclomotore, asportatogli a Leporano. I militari dell’ Arma, all’esito di un esame delle immagini di videosorveglianze della cittadina, hanno accertato che la sera del furto, un’autovettura sospetta, seguita da uno scooter simile a quello rubato, era transitata contromano a forte velocità in una via adiacente a quella in cui era stato consumato il reato.

Il giorno successivo, il proprietario del motoveicolo si portava nuovamente in caserma, riferendo di essere stato avvicinato da un conoscente di Pulsano il quale, si proponeva come intermediario,  e fissava in 650,00 euro il prezzo per la restituzione del mezzo, indicando al proprietario del ciclomotore rubato dove recarsi l’indomani con i soldi, per riaverlo.

Ma ad attendere gli estorsori però c’erano anche i Carabinieri i quali hanno attivato per le vie del centro storico di Pulsano un vero e proprio pedinamento dell’autovettura utilizzata dal malfattore il quale insieme, ad un complice, aveva cautamente (ma inutilmente) più volte cambiato il luogo dell’appuntamento con la vittima, invitandola telefonicamente a seguirlo in diversi luoghi di Pulsano.

Dopo aver girato per diversi minuti, arrivati in una via cittadina, i due malfattori hanno parcheggiato l’auto, invitando la vittima a seguirli in un vicolo, ma sopraggiungevano i Carabinieri di Pulsano i quali provvedevano prontamente a bloccarli. Gli ulteriori accertamenti svolti dai militari consentivano di individuare altri due complici ed il luogo in cui era stato occultato lo scooter, che veniva restituito al legittimo proprietario.

I quattro giovani, due 18enni e due 19enni, tutti incensurati di Pulsano, venivano deferiti in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per i reati di concorso in ricettazione ed in tentata estorsione. Il buon esito di questa vicenda conferma la necessità ed utilità di denunciare i reati avendo fiducia  nelle forze dell’ ordine.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

La Milano by-night schiava di droga e sesso
Alberto Genovese condannato a 8 anni e 4 mesi per aver dopo averle stordite con mix di droghe e violentato due modelle
Ecco chi sarebbe la donna "anonima" che accusava il Sen. Matteo Richetti (Azione)
Indagata una mamma che si fa pagare per non denunciare le molestie subite dalla figlia a Porto Cesareo
Arrestato Roberto De Santis amico "storico" di Massimo D'Alema
Fabrizio Corona a processo a Milano per resistenza e tentata evasione
Archivi
Da oggi a Bari il "Prix Italia 2022"
Il Presidente della Repubblica del Congo Denis Sassou Nguesso incontra l’Ad di Eni Claudio Descalzi
Emergenza gas. Il ministro Cingolani rassicura: "Per l'inverno siamo coperti"
Boselli "cavaliere" nella vita e nella moda
La relazione del 2° semestre 2021 delle attività della D.I.A depositata alla Camera e Senato

Cerca nel sito