Il governo Gentiloni ha giurato al Quirinale

Il governo Gentiloni ha giurato al Quirinale

Nonostante i tempi di preavviso siano stati molto stretti, tutti i ministri sono arrivati per il giuramento al Quirinale  in perfetto orario, alcuni persino in d’anticipo, schierati nel salone delle feste sono per la cerimonia del giuramento. Abito blu per quasi tutti gli uomini,  eccetto Luca Lotti in abito nero, la ministra Marianna Madia in tailleur e pantalone scuro , la ministra Valeria Fedeli e la sottosegretaria Maria Elena Boschi. Tailleur ma con gonna per la ministra Roberta Pinotti. Abito scuro con richiamo bianco per la neo ministra Anna Finocchiaro. Una nota di “colore” la giacca corallo della riconfermata ministra Beatrice Lorenzin.

Ecco la lista dei ministri del nuovo governo che ha già concluso questa sera il suo primo consiglio dei ministri. Il premier Gentiloni al momento ha tenuto per sé la delega ai Servizi segreti che durante il governo Renzi era stata affidata a Minniti  Dopo la cerimonia del giuramento del nuovo governo al Quirinale, il neo premier si è recato a Palazzo Chigi – accolto nel cortile dal picchetto d’onore dei Lanceri di Montebello – per il passaggio di consegne con Matteo Renzi.

Questo l’elenco dei Ministri:

Ministri con portafoglio:

Angelino Alfano agli Esteri;

Carlo Calenda allo Sviluppo Economico;

Graziano Del Rio,  ai Trasporti ;

Valeria Fedeli, all’Istruzione ;

Dario Franceschini,  ai Beni Culturali ;

Gian Luca Galletti  all’Ambiente ,

Beatrice Lorenzin, alla Salute ;

Maurizio Martina, alle Politiche agricole;

Marco Minniti  all’Interno ;

Andrea Orlando alla Giustizia;

Pier Carlo Padoan,  all’Economia ;

Roberta Pinotti alla Difesa;

Giuliano Poletti,  al Lavoro;

Ministri senza portafoglio:

Anna Finocchiaro alle Riforme e Rapporti con il Parlamento,

Marianna Madia alla Semplificazione e Pubblica Amministrazione

Enrico Costa agli Affari Regionali

Claudio De Vincenti alla Coesione Territoriale e Mezzogiorno,

Luca Lotti allo Sport con delega Editoria e Cipe. .

Sottosegretario di Stato alla presidenza del consiglio Maria Elena Boschi.

Il rito della campanella   Il passaggio della campanella è avvenuto tra baci e abbracci. Non solo tra l’ex premier Matteo Renzi e il neo-presidente Paolo Gentiloni ma anche con Maria Elena Boschi e Claudio De Vincenti . L’ ex-premier Renzi ha donato in regalo a Gentiloni “la felpa di Amatrice che mi ha regalato il sindaco qualche settimana fa“. “Un regalo che è naturalmente è un impegno“, ha detto il neo premier. A Palazzo Chigi sono arrivati tutti i ministri che al termine della cerimonia hanno applaudito dalle finestre Matteo Renzi che lasciava la sede del governo salutandoli con un “buon lavoro a tutti“.

Queste le prime dichiarazioni da “premier” di Gentiloni :  “Il governo si metterà al lavoro immediatamente con tutte le sue forze concentrato sui problemi da risolvere nel Paese con l’ottimismo che deriva dal popolo italiano”, ha detto Gentiloni presentando la sua squadra di Governo. “Ho fatto del mio meglio per formare il nuovo governo nel più breve tempo possibile, per aderire all’invito del presidente della Repubblica e nell’interesse della stabilità delle istituzioni alla quale guardano gli italiani“, ha aggiunto il nuovo premier.  “Il governo come si vede dalla sua struttura proseguirà in azione di innovazione svolta da governo Renzi e nel contempo si adopererà per facilitare il lavoro delle diverse forze parlamentari volto a individuare nuove regole per la legge elettorale“, ha concluso Gentiloni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !