MENU
7 Ottobre 2022 14:06
7 Ottobre 2022 14:06

Salvatore Buzzi

Cronaca Basilicata | Cronaca Giudiziaria | Cronaca Lazio |
Con la sentenza della Suprema Corte sono state confermate così le condanne decise nell’Appello bis nel marzo 2021 accogliendo le richieste della procura generale della Cassazione.
30 Settembre 2022
La Suprema Corte di Cassazione ha annullato la condanna a sei anni per corruzione per l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno, che era stato invece giudicato colpevole in primo e secondo grado. Finisce un incubo giudiziario durato 7 anni.
9 Luglio 2021
Le decisioni della Corte di Appello di Roma sono andate ben oltre la richiesta del procuratore generale Pietro Catalani, che aveva invece richiesto una riduzione di pena a 3 anni e 6 mesi, chiedendo di applicare il solo reato di “corruzione”.
24 Ottobre 2020
Esce dal carcere dopo 5 anni e 7 mesi di carcere, accolta l’istanza della difesa per scadenza dei termini. ALL’INTERNO LE MOTIVAZIONI DELLA CASSAZIONE E LA DECISIONE DEL RIESAME Il ministro Bonafede manda gli ispettori: a fare cosa ?
16 Giugno 2020
La Cassazione in conseguenza della stabilita riqualificazione del reato in “associazione a delinquere semplice”,  ha quindi annullato alcuni risarcimenti alle parti civili, tra cui alcune associazioni antimafia. L’ipotesi accusatoria processuale condotta dalla Procura di Roma, ruotava attorno alla costituzione di una “nuova mafia”, con estensioni ed articolazioni nel mondo degli appalti della Capitale.
23 Ottobre 2019
L’ex sindaco di Roma avrebbe ricevuto da Buzzi somme pari a quasi 300mila euro soldi in contanti ed erogazioni alla Fondazione Nuova Italia, da lui presieduta, per pilotare nomine e appalti. Alemanno si difende: “Sono innocente non c’è una vera prova certa contro di me. Mafia Capitale ha creato dei danni anche a me.”
26 Febbraio 2019
Il ricorso si base sulla sentenza del 2015 dei giudici della sesta sezione penale della Suprema Corte, secondo i quali “la forza intimidatrice” di un’associazione di tipo mafioso non deve essere esclusivamente fondata sulla “violenza” ma anche sulla “contiguità politica ed elettorale” che trova la sua peculiarità nel “metodo corruttivo”» .
2 Dicembre 2017
Un atto dovuto quella della Procura romana l’apertura di un fascicolo conseguente alla trasmissione effettuata dei giudici della decima sezione del Tribunale di Roma, dell’elenco dei testi reticenti, sui quali il collegio presieduto da Rosanna Ianniello, che a luglio ha distribuito pene per 250 anni di carcere.
4 Novembre 2017
Caduta l’associazione mafiosa richiesta dalla procura romana. E’ stata vana la inutile passerella del Sindaco di Roma Virginia Raggi.
20 Luglio 2017
Il capo della polizia a Brindisi alla prima edizione del premio “Palmina Martinelli”, organizzato dalla Questura di Brindisi , in memoria della giovane ragazza uccisa perché non voleva prostituirsi
14 Marzo 2017
La sindaca di Roma ha raccolto 225mila euro di contributi, in gran parte attraverso donazioni inferiori ai cinquemila euro. Per la legge non è obbligatorio rivelare i nomi. E così, nonostante le richieste di trasparenza, questi vengono tenuti nascosti: Ecco cosa scriveva sull’ ESPRESSO nel novembre 2016 il nostro collega ed amico Nello Trocchia. Un articolo che oggi torna molto attuale e da rileggere con molta attenzione
4 Febbraio 2017
“La spiegazione è semplice: Roma è una città tremenda. Che ti avvolge come una spirale, e ti soffoca. Non è facile sfuggire a questi tentacoli del potere e dalle strategie di un sottobosco del potere che ha visto passare papi e re ed è convinto di potere fottere chiunque, perché quelli appunto passano e loro alla fine restano”
19 Dicembre 2016
I primi arresti effettuati dicembre del 2014, la seconda “ondata” di manette lo scorso 4 giugno . Ed arrivano le prime condanne per chi ha scelto di farsi giudicare con il rito abbreviato
6 Novembre 2015

Cerca nel sito