MENU
8 Dicembre 2022 00:20
8 Dicembre 2022 00:20

piattaforma Rousseau

Nazionale |
I disastri economici e sociali, comprese le mille bugie sul Covid-19, stanno logorando il premier, avendogli già fatto perdere, nelle ultime settimane, gran parte dei suoi supporter. Perfino quella frangia di Vaticano che per un attimo aveva sperato in un partito cattolico intorno a lui, ma soprattutto gli Usa e le cancellerie europee che ormai implorano un capo del Governo italiano con esperienza e grandi rapporti internazionali
6 Settembre 2020
Laricchia (M5S): “Il commissariamento da parte del Governo è l’ennesima prova dell’incapacità di Emiliano di governare la Puglia. Non è riuscito a emanare un provvedimento per introdurre la doppia preferenza di genere nella legge elettorale, nonostante fosse al primo punto del suo programma e ora invece di chiedere scusa e ammettere la sua disfatta ringrazia il Governo per aver rimediato al suo fallimento”
2 Agosto 2020
Il numero dei “non paganti” aumentato subito dopo la crisi di governo di agosto. Tra i “big” che non hanno versato alcunchè l’ex- ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti ed il senatore Michele Giarrusso. Ritardatari da alcuni mesi Alfonso Bonafede, Laura Castelli, Carla Ruocco, Federico d’Incà e Giulia Grillo,
26 Dicembre 2019
La scelta del Movimento 5 stelle di far decidere ai militanti sulla piattaforma  Rousseau,  se presentarsi alle Elezioni Regionali del 26 gennaio in Emilia Romagna ed in Calabria ha provocato più di un mal di pancia. Per il ministro Spadafora: “Giusto non partecipare alle regionali”. Buffagni: “Momento di debolezza di M5s è conclamato. Serve una riflessione”
22 Novembre 2019
Una rivolta quella degli esponenti del M5S al Senato che di fatto coinvolge e tocca anche Davide Casaleggio  figlio del co-fondatore del movimento, accusato di interagire in simbiosi con Di Maio pur di perseguire i suoi interessi, a danno del Movimento. Ed ora i fedelissimi di Di Maio temono che anche il gruppo alla Camera possa allinearsi alla sfiducia ricevuta dal gruppo di Palazzo Madama
25 Settembre 2019
Tutti gli improvvisati giuristi e costituzionalisti grillini possono gentilmente spiegarci in quale passaggio della nostra legge elettorale, della legge istitutiva parlamentare, della nostra tanto richiamata Costituzione, che viene continuamente calpestata da un comico, ed un branco di ex-disoccupati privi di alcuna competenza specifica e tantomeno politica, si parla del voto su Rousseau ?
2 Settembre 2019
Il cambio di passo dell’avvocato che alla delegazione del Pd confessa l’ira per gli ultimatum di Di Maio. Incontri fumosi sul programma ma svolti un clima più sereno. Il Pd “prigioniero” del negoziato aspetta Conte alla prova per risolvere la grana dei vicepremier. Il Quirinale chiede tempi brevi
1 Settembre 2019
Chi  ha sperato e  fin qui tifato per il voto invece che per l’accordo, è ancora sempre di più convinto che le urne sarebbero state un passaggio migliore per creare una svolta in Italia. I partiti avrebbero potuto contare le loro reali forze, e avrebbero soprattutto condiviso con i cittadini italiani il peso di una trasformazione di fase così incerta. E avremmo avuto un premier “vero”, invece di un Avvocato arrivato al bis senza mai essere stato votato dagli italiani. 
30 Agosto 2019
Questa mattina il premier riceverà da Mattarella l’incarico di formare il governo. Dopodiche avrà qualche giorno per comporre squadra e programma e salire al Colle per il giuramento a metà della prossima settimana. Ma nel Pd e nel M5S vi sono molti problemi con i dissidenti interni
29 Agosto 2019
Nella notte una telefonata notturna di fuoco fra il leader M5S e il segretario del Pd Zingaretti rischia di far saltare tutto. “Non puoi umiliarmi, devo fare il vice premier”…Zingaretti: “Per noi è inaccettabile”. Mattarella in attesa, disponibile a dare ulteriore tempo per il programma se c’è intesa su Conte
28 Agosto 2019
Sul portale  rousseau.movimento5stelle.it non vi è alcuna ufficialità su quanti siano gli iscritti . Recentemente Luigi Di Maio capo politico del M5S ne ha dichiarati circa 100 mila, che viene spesso “spacciato” come il grande popolo del M5S suil web, che, previa registrazione e successiva approvazione (alla faccia della democrazia ) dell’iscrizione da parte dei “fedelissimi” di Davide Casaleggio, possono esprimere il proprio voto in caso di referendum o per la scelta dei candidati per le varie elezioni, e di poter teoricamente partecipare alle attività del Movimento.
26 Agosto 2019
Secondo l’Authority della Privacy l’associazione presieduta da Casaleggio non garantisce la segretezza e la sicurezza del voto degli iscritti al Movimento
4 Aprile 2019
Il peggio dell’informazione dai media, social network e televisione
27 Febbraio 2019
Dopo l’iniziale «Processatemi!», declamato a gran voce dall’interessato con l’invito ai senatori del M5S a votare secondo coscienza, Salvini — per evitare una possibile condanna e la caduta del governo — ha infatti fatto una brusca marcia indietro, affermando che la sua è stata una decisione «politica» e chiedendo la solidarietà dell’alleato di governo e dello stesso premier.
17 Febbraio 2019
L’erede del “trombato” candidato presidente della Rai lavora con il Ministro degli Interni, grande “sponsor” del padre. E , come L’Espresso è stato in grado di raccontare, segue la produzione e la condivisione dei contenuti salviniani su Facebook, preoccupandosi di “renderli virali”. Mentre il padre…..
3 Agosto 2018
Così è stato modificato il piano di governo di Di Maio , prima e dopo le elezioni, con quattro capitoli non votati dagli iscritti e nuovi file per sostituire i vecchi
17 Aprile 2018

Cerca nel sito