Ruby e le “bunga-bunga girls”. Ecco le cifre sborsate da Silvio Berlusconi ragazza per ragazza

Le cifre sborsate da Silvio, riportate nell’avviso di conclusione indagini dell’inchiesta “Ruby ter”, che insieme ai controlli della polizia giudiziaria, ci consentono di realizzzare una singolare classifica per  incassi e presenze ad Arcore delle fanciulle delle “cene eleganti”, ora indagate per falsa testimonianza e concorso in corruzione in atti giudiziari, e ci permettano di delineare anche una specie di “ranking” (trad:  classifica ) delle ragazze che partecipavano ai  bunga-bunga di Berlusconi.  Ecco i numeri :

CdG Ruby berlusconiKarima El Mahroug detta “Ruby“: 7 milioni promessi per farle dire di non aver fatto sesso ad Arcore e che Silvio non sapeva che fosse minorenne. Le arrivano attraverso l’avvocato Luca Giuliante, che per la Procura è l’“amministratore di fatto del patrimonio illecitamente acquisito”. Almeno 800 mila euro in contanti in un anno a cavallo tra il 2014 e il 2015; 2 milioni attraverso l’ex fidanzato Luca Risso che li investe in Messico e per questo è anche accusato di riciclaggio;altri 2 milioni prendono la strada di Dubai, dove Ruby apre conti correnti collegati a banche di San Marino.

CdG Alessandra SorcinelliAlessandra Sorcinelli: la ragazza sarda, secondo quanto emerso dalle indagini non ha ricevuto meno di 237,5 mila euro, più la villa di Bernareggio da 800 mila euro ed una Bmw.  32 presenze, compreso febbraio 2014 presente alle serate berlusconiane. Sicuramente le sue prestazioni erano molto apprezzate dall’ ex-Cavaliere…..

BSchermata 2015-07-01 alle 17.38.58arbara Guerra: 235 mila oltre alla villa a Bernareggio  dal valore milionario disegnata da Mario Botta. E’ stata “tracciata” con ben 47 presenze ad Arcore, tra il 19 marzo 2012, festa di “papi-Silvio ”, ed  22 febbario 2014

CdG gemelle-vivoConcetta (Imma)  De Vivo: 209,5 mila. Tra il 25 marzo 2012 e il 24 luglio 2013 ha fatto registrare ben 57 presenze, alle cosiddette “cene eleganti”. La sua gemella Eleonora De Vivo : 170,5 mila, di cui 40 mila “intercettate” dal padre.

CdG Barbara FaggioliBarbara Faggioli: dopo aver abitato a lunto in viale Monza, in uno degli appartamenti del quartier generale di Lele Mora, il suo “pigmalione”. Poi ha ha ricevuto 183 mila euro e cambiato casa con l’ l’affitto di un appartamento a Roma sulla via Flaminia,   e l’affitto di un altro appartamento al ventiduesimo della Torre Velasca a Milano pagati da “papi-Silvio“.  Ha raggiunto le 24 presenze ad Arcore tra il 27 marzo 2012 e il 21 ottobre 2013

Schermata 2015-07-01 alle 18.11.58Iris Berardi: 147,5 mila più un bilocale a Milano 2 e contatti di lavoro per programmi tv mai fatti per 60 mila euro. E dire che prima lavorava facendo qualche balletto sui cubi di una discoteca sui colli bolognesi, in una discoteca famosa, e a Rimini, nei locali della Riviera, dove faceva la ragazza “immagine”. Tra le intercettazioni della procura di Milano ce n’è una che appare inequivocabile: Iris parla con un potenziale “cliente”. La persona che la contatta vuole spendere 500 euro, lei ne vuole di più, “almeno 800“.

Schermata 2015-07-01 alle 18.16.42Marysthell Garcia Polanco, 13 presenze  fino al 2013. Poi per qualche settimana finta “pentita” (“Ho scritto a Ilda Boccassini semplicemente perché mi sembrava la cosa giusta e ragiono sempre con la mia testa. Voglio essere sincera… Per me stessa, ma soprattutto per mio marito e i miei figli”) in realtà voleva solo alzare il “prezzo”:142,5 mila più l’affitto di un appartamento a Milano 2 e contratti di lavoro simulati per 125 mila euro.

Schermata 2015-07-01 alle 18.04.40Le “meteorine” : Manuela Ferrera: 114,5 mila più l’affitto di casa e una Fiat 500. Stesso modello d’auto per sua sorella Marianna Ferrera, che ha raggiunto 16 presenze grazie alle quali ha incassato anche i soldi dell’affitto di casa e 97,5 mila euro. Eppure…Marianna Ferrera  disse in aula al pm Ilda Boccassini “Io sono una brava ragazza e mi hanno considerato una escort, quindi se lei mi permette io dico che questo è un processo assurdo”. Una brava ragazza….un pò costosa !

Schermata 2015-07-01 alle 19.07.13La “Pupa” Francesca Cipriani: 105,2 mila euro. Alla Cipriani erano stati sequestrati inizialmente circa 45 mila euro che la ragazza teneva in una cassetta di sicurezza. “Quei soldi – ha raccontato la showgirl – erano in banca e non a casa mia e me li aveva dati mio padre per comprare una casa“. Cipriani ha raccontato inoltre che “io non ho mai preso e non prendo soldi da Berlusconi, a parte un bonifico una volta“. Adesso dovrà spiegare i soldi accertati….

Schermata 2015-07-01 alle 19.10.30Aris Espinosa: 104 mila più un appartamento in via Filelfo a Milano. Ha partecipato alla “cene-eleganti” con   43 presenze , tra il 5 giugno 2012 e il 24 luglio 2013. In Tribunale dichiarò: “il Presidente ha detto “Ora andiamo tutti a ballare in discoteca”, ha usato anche il termine Bunga Bunga, ma io non so cosa significhi ed era per me la prima volta che sentivo tale terminologia. Anzi, mi ricordo che mi hanno preso in giro le persone presenti perché io non avevo mai sentito il termine Bunga Bunga

Schermata 2015-07-01 alle 19.16.17Raissa Skorkina: 99 mila euroNel 2005 era la ragazza immagine del Bilionaire, il locale di Briatore in Sardegna. Il 27 settembre risulta agli atti che Raissa Skorkina chiamò direttamente il rag. Spinelli, il cassiere di Berlusconi  per dirgli che “io ho finito la benzina (il denaro, ndr)”. In aula ha risposto a chi le chiedeva se si fosse concessa a Silvio Berlusconi: “Non si permetta. Non sono carne da macello. Sono pura. Ho già subito tanto per questa storia e non mi sono mai abbassata a nessun uomo nella mia vita

Miriam Loddo: 97,5 mila.

Lisney Barizonte: 95 mila.

Ioana Amarghioalei: 88 mila euro.

Roberta Bonasia: 80 mila più un appartamento al ventiduesimo piano della Torre Velasca.

Elisa Toti: 55 mila più un appartamento in viale Zara a Milano.

Giovanna Rigato: ultima, con 25 mila euro più 100 mila per lavori mai effettuati.

Soldi anche ad altri testimoni, come il cantautore Mariano Apicella (98,6 mila euro) e il pianista Danilo Mariani (117 mila).




La D’Addario registrò anche barzellette di Berlusconi. La Procura di Bari fa trascrivere le registrazioni della escort

Barbara Guerra in Tribunale a Milano

nella foto Barbara Guerra in Tribunale a Milano

Per la quarta volta Barbara Guerra non si è presentata all’udienza del processo escort in cui è stata citata come testimone per riferire delle serate nelle residente dell’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, ed è quindi ancora irreperibile. Il Tribunale di Bari aveva disposto nei suoi confronti  l’accompagnamento coattivo ma i carabinieri non sono riusciti a trovarla per notificarglielo. “Sono state effettuate ricerche quotidiane e in più ore della giornata da parte dei carabinieri di Bernareggio (Monza) dal 9 al 12 aprile presso la sua abitazione – ha spiegato il pm Eugenia Pontassuglia ma non è stata rintracciata“.  Anche Marysthell Garcia Polanco, la dominicana al centro degli accertamenti della procura di Milano sul caso Ruby si è resa irreperibile come la Guerra, anche lei nell’elenco delle ragazze che hanno partecipato alle cene organizzate dal barese Gianpaolo Tarantini.

C’è anche l’audio di Silvio Berlusconi che racconta una barzelletta per intrattenere i suoi ospiti di Palazzo Grazioli fra il materiale depositato dal  consulente della Procura di Bari, Maria Rita Simonetti, nominata per trascrivere il contenuto delle microcassette registrate da Patrizia D’Addario. La consulente, stenotipista presso il Tribunale di Bari, ha trascritto il contenuto dei cd su cui sono state riversate le microcassette, e dei dvd, compresi video e foto di Palazzo Grazioli. Il materiale, registrato da Patrizia D’Addario fra il 2008 e il 2009 compare ora fra gli atti del “processo escort” in corso a Bari in cui la D’Addario è costituita parte civile.

l'escort Cinzia Caci

nella foto l’escort Cinzia Caci

Tarantini conosceva le mie tariffe. Chiedevo 3mila euro per una notte e mille per un’ora. C’era, cioè, un compenso per la serata e in caso di rapporto sessuale un costo aggiuntivo“. Lo ha dichiarato in aula Cinzia Caci, anche lei incredibilmente parte civile nel “processo escort” in cui sono imputati per associazione per delinquere finalizzata allo sfruttamento, favoreggiamento e induzione alla prostituzione Gianpaolo Tarantini e altre 6 persone e cioè suo fratello Claudio, l’ “ape regina” Sabina Beganovic , le showgirls Letizia Filippi e Francesca Lana, e  Pierluigi Faraone e  Massimo Verdoscia gli amici e “soci in affari”… di Tarantini.

Sono stata pagata mille euro per fare sesso con Tarantini e andare poi a cena con Paolo Berlusconi” ha raccontato la ragazza, spiegando però di essere “stata inizialmente invitata ad una cena ad Arcore con Silvio Berlusconi con il quale mi sarei dovuta intrattenere per la notte, – ha detto – anche se non mi è mai stato chiesto esplicitamente. Serata poi sfumata per un imprevisto“.