MENU
19 Agosto 2022 19:06
19 Agosto 2022 19:06

Luciano Violante

Dalla Rete |
“I corvi con le toghe gli rovesciarono addosso calunnie infamanti protetti dall’anonimato. L’ANM lo aveva bocciato quando si candidò per il CSM. Il suo capo, Gianmanco, gli sottraeva le inchieste più importanti. L’allora – e tuttora – sindaco di Palermo giunse a denunciarlo al CSM perché “tiene nascosti nei cassetti della Procura i nomi dei mandanti politici dei più gravi delitti di mafia”.
23 Maggio 2021
In molte vicende, comprese quelle attuali, sono stati assenti la disciplina e l’onore. Bisogna ricostruire la fiducia. Non affrontare riforme indispensabili, come in questi casi, potrebbe nuocere al Paese e vanificare molti degli sforzi che si stanno facendo in altri settori. Lo statuto del Csm è calibrato non su questa magistratura, ma su quella della fine degli anni Quaranta, rigidamente gerarchica e collocata alla periferia del sistema politico costituzionale. Perciò Palazzo dei Marescialli fa fatica ad adempiere alle sue funzioni
18 Maggio 2021
Il potere ha un volto diabolico perché se esercitato senza etica può portare allo schiacciamento dell’uomo da parte di un altro uomo. L’etica del potere è costituita dal suo esercizio in modo conforme alle ragioni per le quali quel potere è stato concesso.
8 Febbraio 2021
Il precedente di questa consultazione è il voto su Monarchia o Repubblica del 1946Serve un dibattito più responsabile per rendere tutti più consapevolil precedente di questa consultazione è il voto su Monarchia o Repubblica del 1946Serve un dibattito più responsabile per rendere tutti più consapevoli
3 Novembre 2016
L’on. Violante, verrà intervistato dal collega Walter Baldacconi Direttore del TG di “Studio 100”, spiegando le ragioni del Sì al Referendum costituzionale del 4 dicembre.
5 Ottobre 2016
Questa opinione intende esporre le ragioni del Sì nel referendum costituzionale che si terrà a novembre. Si divide in tre brevi parti. La prima è una premessa tendente a spiegare le ragioni per le quali questa è una scelta importante tanto per chi vota Sì quanto per chi vota No. Nella seconda parte si indicano i contenuti essenziali della riforma e si risponde alle principali obiezioni. Nella terza si indicano brevemente le ragioni storiche per le quali il sistema disegnato dalla Costituzione è improntato al principio di non decisione.
5 Settembre 2016
L’ex presidente della Camera: al referendum sulle riforme prevalgano i “SI”, potremo cambiare strutturalmente questo Paese
3 Giugno 2016

Cerca nel sito