MENU
29 Gennaio 2023 14:25
29 Gennaio 2023 14:25

Adriano Riva

Affari | Imprese | Sindacato |
Adriano Riva condannato a due anni e mezzo di carcere per bancarotta, truffa e trasferimento fittizio di valori . Il Tribunale di Milano ha accolto la sua richiesta di patteggiamento a due anni e sei mesi di carcere
24 Maggio 2017
Dopo la decisione dei giudici del Jersey si svolgerà un’udienza dinnanzi al Tribunale di Losanna (Svizzera) che dovrà convalidare la decisione della famiglia Riva di trasferire i soldi allo Stato italiano. Adesso il rientro dei soldi in Italia è ora molto più vicino.
12 Maggio 2017
Dopo la bocciatura da parte del Gup Vicidomini che aveva valutato le pene troppo basse, adesso sarò possibile per le difese una nuova formulazione delle richieste di patteggiamento
3 Marzo 2017
Le pene concordate dai legali della famiglia Riva con la Procura di Milano si aggiravano sui tre anni, ma dal giudice Vicedomini state ritenute “congrue”
14 Febbraio 2017
Si è arrivata al via libera da parte della procura di Milano al patteggiamento a seguito della decisione della famiglia Riva di rinunciare agli oltre 1,3 miliardi di euro, attualmente “bloccati” in Svizzera, dopo il sequestro effettuato nel 2013 dalla Guardia di Finanza di Milano, rimuovendo il loro diniego ed opposizione al rientro dei capitali in Italia
12 Gennaio 2017
Per fortuna esistono dei giornalisti seri, documentati e qualificati come Angelo Mincuzzi, del Sole24Ore che lo stesso giorno (30 novembre) spiegava tutta la vicenda sul quotidiano economico milanese. “Il “tesoro dei Riva” non è ancora in viaggio verso Taranto ma ormai è solo questione di giorni.
2 Dicembre 2016
Migliorano nel 2016 i conti del gruppo in amministrazione straordinaria che aumenta la produzione. Sul fronte politico, l’intesa ha acuito i dissapori all’interno del Pd tra il segretario-premier Renzi e il governatore pugliese Emiliano che non perde occasione per attaccare senza alcun risultato il premier sulla pelle dei tarantini al di là delle polemiche sui 50 milioni per la sanità usciti dalla legge di Bilancio
1 Dicembre 2016
Tutto quello che Cozzi, la Federacciai, Confindustria quando parlano con i giornalisti di ILVA e dei loro “amichetti” della famiglia Riva dimenticano sempre. Anche perchè non glielo ricorda nessuno ! Figuriamoci a Taranto dove i Riva hanno “oliato” la maggioranza delle testate e giornalisti locali……
26 Giugno 2016
Ferrante, ex prefetto di Milano, aveva ricoperto il ruolo diPresidente dell’ ILVA fino al maxi sequestro disposto nel maggio 2013. Con lui è stata iscritti nel registro degli indagati la famiglia Riva al gran completo: Adriano, Fabio, Angelo Massimo, Claudio, Cesare Federico, Daniele ed Emilio Massimo Riva
27 Gennaio 2016
Secondo i giudici del Tribunale svizzero di Bellinzona che hanno accolto il ricorso delle figlie di Emilio Riva il rientro dei capitali in Italia “costituirebbe un’espropriazione senza un giudizio penale” . La somma sequestrata dalla Procura di Milano sarebbe stata utilizzata per risanare gli impianti dello stabilimento ILVA di Taranto
24 Novembre 2015
Lettera aperta al direttore de IL FATTO QUOTIDIANO dopo il suo intervento-show al Concerto del 1 maggio 2015 a Taranto
2 Maggio 2015
Il premier Renzi,nell’intervista a Repubblica, si dice per l’acciaio “gestito da privati” ma non al costo di “far saltare Taranto”
30 Novembre 2014
Gli attivisti italiani di “ANONYMOUS” hanno hackerato delle sezioni del sito internet della Regione Puglia con un messaggio forte e chiaro: “Noi non dimentichiamo, vi teniamo d’occhio !”
17 Ottobre 2014

Cerca nel sito