Siglato un protocollo d’intesa fra Ance Taranto e ConfcooperativeTaranto

nella foto Antonio Marinaro

nella foto Antonio Marinaro presidente di ANCE Taranto

Si registrano nuove iniziative anche nella provincia di Taranto, tese alla ricerca di ogni possibile forma di collaborazione tra le organizzazioni a vario titolo coinvolte nel settore dell’edilizia, che rappresenta il vero banco di prova delle dinamiche congiunturali in corso. Nei giorni scorsi è stato infatti siglato un “protocollo” d’intesa da Antonio Marinaro, Presidente di Ance Taranto, e da Carlo Martello Presidente della Confcooperative Taranto, che hanno deciso di percorrere in comune, collaborando un percorso di rilancio delle politiche per la casa in un territorio dalle evidenti tensioni abitative.

Affrontare insieme l’emergenza abitativa e le criticità del mercato immobiliare, facilitare l’incontro tra domanda ed offerta abitativa attraverso un’innovativa alleanza operativa, guardare al credito per agevolare l’accesso delle famiglie al bene casa e la rapida collocabilità delle realizzazioni delle imprese, questi in sintesi gli obiettivi comuni di un patto siglato tra imprese di costruzioni e cooperative.

nella foto Carlo Martello ConfCooperative TA

Carlo Martello presidente Confooperative Taranto

Pur confermandosi la centralità del bene casa, a causa della negativa congiuntura economica ancora in atto, il settore immobiliare ha registrato negli ultimi anni un calo assai significativo espresso in termini di numero di compravendite effettuate e di mutui erogati per l’acquisto della casa. Nel capoluogo tarantino la crisi ha esacerbato la situazione con gravi ripercussioni di tipo sociale che AnceConfcooperative hanno deciso con di affrontare insieme.

Nel Protocollo siglato viene ribadito che le politiche abitative e le iniziative in materia di housing sociale rappresentano una priorità ed una soluzione condivisa per intervenire efficacemente – attraverso la riqualificazione, il rinnovo ed il completamento delle città – sui problemi relativi alla casa. Operativamente mentre l’ Ance Taranto promuoverà ed organizzerà momenti di confronto tra le imprese associate finalizzate alla definizione di un’offerta edilizia che tenga conto anche degli orientamenti e dei fabbisogni espressi dal movimento cooperativo,Confcooperative Taranto si impegnerà a svolgere un’attività di coordinamento ed orientamento tra i propri associati per raggiungere ed ottenere una domanda aggregata che possa utilmente essere messa a disposizione dell’iniziativa imprenditoriale locale.

Un altro aspetto operativo importante, contenuto del “Protocollo”, è l’impegno per la costruzione di un rapporto quanto mai sinergico con gli istituti di credito per incentivare ed agevolare l’acquisto degli immobili, anche ricercando soluzioni tecniche in grado di favorire l’accesso ai finanziamenti erogati e/o contenere i costi relativi alle operazioni di gestione dei mutui ipotecari.

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?