MENU
19 Maggio 2022 20:59
19 Maggio 2022 20:59

Maximo Ibarra: il digitale come leva di crescita e di sviluppo delle imprese italiane

Dalla fusione Wind-3Italia arriverà un operatore molto più forte, solido, in grado di investire ancora di più in tecnologie e nuovi servizi e, quindi, di essere ancora più competitivo sui vari segmenti del mercato italiano delle tlc
CdG Maximo Ibarra
nella foto Maximo Ibarra Amministratore Delegato di Wind

Serve un cambio di paradigma che punti sul digitale come leva di crescita e di sviluppo delle imprese italiane”.  Lo ha detto Maximo Ibarra l’Amministratore Delegato di Wind intervenuto stamani a Milano all’evento CDO Sharing, incontro tra migliaia di imprenditori, pensato per “mettere in circolo” proposte innovative che rilancino il nostro Paese.

Le imprese per restare competitive, ha precisato  Ibarra – , devono trasformare i propri modelli di business. Disruption e disintermediazione della catena del valore non sono più tendenze ma realtà che cambiano il DNA ed i protagonisti di molti settori industriali. In questo scenario – ha aggiunto  Ibarra – è centrale il ruolo del capitale umano. Per questo bisogna pensare da subito alle competenze che affrontino le sfide della digital economy. Gli ingredienti fondamentali per tornare a crescere, conclude Ibarra, sono una nuova politica industriale, un profondo ripensamento dei sistemi formativi e l’investimento nelle infrastrutture in banda ultra larga”.

Dalla fusione Wind-3Italia arriverà un operatore molto più forte, solido, in grado di investire ancora di più in tecnologie e nuovi servizi e, quindi, di essere ancora più competitivo sui vari segmenti del mercato italiano delle tlc. A proposito della realizzazione della banda ultra larga, Ibarra auspica che “vi sia un’accelerazione nella costruzione dell’infrastruttura attraverso una forte collaborazione delle due iniziative in corso, quella di Metroweb e quella di Enel. Le due realtà, ha precisato il Ceo di Wind, sono in un certo senso complementari

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Eni: i conti aperti presso Gazprom Bank è stata avviata senza accettazione di modifiche unilaterali dei contratti in essere
Eni consegna al Tesoro un assegno da 940 milioni di utili
Acciaierie d' Italia (ex Arcelor Mittal) continua a pagare in ritardo le aziende dell’indotto dello stabilimento di Taranto
Poste Italiane fra i 25 marchi più forti al mondo
Elon Musk compra Twitter per 44 miliardi di dollari
Le liste della CdP presentate per i Cda di Fincantieri, Aspi e Ansaldo
Archivi
Stefania Craxi è la nuova presidente della Commissione Esteri del Senato
Guerra Russia-Ucraina, consegnata da Finlandia e Svezia la richiesta di adesione alla Nato. Missili su Dnipro e Odessa. 
Eni: i conti aperti presso Gazprom Bank è stata avviata senza accettazione di modifiche unilaterali dei contratti in essere
L’Opinione del Direttore
Guerra Russia-Ucraina. Missione Azovstal conclusa, evacuati 264 soldati e 53 feriti. Zelensky: "Gli eroi ci servono vivi". Dentro la fabbrica sono rimasti dei combattenti

Cerca nel sito