MENU
5 Dicembre 2022 19:57
5 Dicembre 2022 19:57

La Procura di Perugia chiede archiviazione per ipotesi di corruzione e sulla Loggia Ungheria

La Procura di Perugia ha già chiesto di archiviare anche l'indagine sulla presunta loggia Ungheria aperta sulla base delle dichiarazioni dell'avvocato-faccendiere Piero Amara

La Procura della Repubblica umbra guidata dal magistrato Raffaele Cantone ha chiesto
l’archiviazione del fascicolo che ipotizzava reati di corruzione, nato come troncone dell’inchiesta sulla cosiddetta “Loggia Ungheria” sulla scorta delle dichiarazioni di Piero Amara. Inchiesta per la quale i magistrati della Procura di Perugia avevano chiesto l’archiviazione lo scorso luglio. E’ quanto emerso oggi in tribunale a Perugia, nel corso dell’udienza per corruzione nel quale Luca Palamara e’ imputato insieme ad Adele Attisani.

Adele Attisani e Luca Palamara

Il filone di inchiesta ha riguardato il presunto interessamento di Palamara, quando era consigliere del Csm, per le sorti dell’ex pm di Siracusa Maurizio Musco, amico dell’avvocato Piero Amara, e sotto processo disciplinare per abuso di ufficio. Amara, attraverso il “lobbista” Fabrizio Centofanti, avrebbe spinto Palamara ad avvicinare Stefano Mogini, il giudice di Cassazione che si doveva occupare del caso. Nel corso dell’udienza di oggi e’ emerso anche che la Procura della Repubblica ha depositato come integrazione di indagine alcuni atti di quel procedimento. Atti ritenuti di interesse in relazione al processo attualmente in corso.

Tra gli atti depositati a integrazione da parte della procura di Perugia, due annotazioni del Gico della Guardia di finanza di Roma dello scorso 18 e 23 febbraio 2022, il verbale di sommarie informazioni del
giudice Stefano Mogini e dal magistrato Giovanni Ariolli, il verbale di interrogatorio di Fabrizio Centofanti, reso l’11 novembre 2021. La Procura di Perugia ha già chiesto di archiviare anche l’indagine sulla presunta loggia Ungheria

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Scoperti a Roma 95 "furbetti" del Reddito di cittadinanza: alcuni erano ai domiciliari e percepivano il sussidio
Magistratura solidale...vietato dire "complimenti al gip"? Maurizio Costanzo condannato a 1 anno di carcere. Una vergogna !
Un video di un sommergibile della Marina Militare "smaschera" la Ong Open Arms: gli scafisti erano a bordo ?
Lucarelli censore del nulla: "Moglie Soumahoro sceglie Borrè, ex avvocato di Priebke". E si becca una querela !
Maxiprocesso clan Casamonica, per la Corte d' Appello di Roma "È mafia"
La D.I.A. arresta 27 persone a seguito della sentenza di condanna emessa dalla Corte di Appello di Lecce
Archivi
Governo: "Durerà per intera legislatura"
Renzi lancia l'accordo di federazione Italia Viva-Azione
L'eleganza made in Italy piange la scomparsa di Cesare Attolini, "padre" della sartoria napoletana
Le Ferrovie dello Stato lanciano gara collegamento Aeroporto del Salento. I nuovi treni per la Puglia
Scoperti a Roma 95 "furbetti" del Reddito di cittadinanza: alcuni erano ai domiciliari e percepivano il sussidio

Cerca nel sito