MENU
3 Marzo 2024 19:43
3 Marzo 2024 19:43

La Finanza blocca nel canale d’ Otranto un potente gommone con a bordo 30 migranti

Sono in corso le indagini a cura del Pool Interforze per individuare presunto scafista confuso tra i migranti

Nel corso di una delle quotidiane missioni di pattugliamento notturno del Canale d’Otranto per il controllo dei flussi migratori clandestini e degli altri traffici illeciti, unità aeronavali del Reparto Operativo Aeronavale di Bari competente per la sorveglianza delle coste pugliesi e del Gruppo Aeronavale di Taranto, che svolge le funzioni di Centro di Coordinamento Locale Frontex per l’operazione “TRITON 2015”, intercettavano, nella notte scorsa, un potente gommone che dirigeva verso le coste leccesi. Lo scafo, che viaggiava a luci spente e a forte velocità, veniva agganciato ai radar dei mezzi delle Fiamme Gialle.

Schermata 2015-04-27 alle 16.43.19Un pattugliatore della Guardia di Finanza procedeva a tallonare lo scafo avvistato, indirizzando sullo stesso le vedette “velocissime” che in breve riuscivano a far fermare la corsa del gommone. Particolare attenzione veniva posta dai finanzieri per poter salvaguardare l’incolumità dei migranti e dall’altro individuare e arrestare lo scafista. Lo scafo catturato, un gommone di 8 metri, con due potenti motori fuori bordo da 300 hp ciascuno, veniva condotto presso gli ormeggi della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Otranto, scortato dalle motovedette e sottoposto a sequestro

Sono ancora in corso le indagini a cura del pool interforze antimmigrazione per individuare lo scafista, presumibilmente confuso tra i migranti. I 30 migranti, tutti presumibilmente  siriani, tra cui 3 donne e 4 minori, inizialmente presi a bordo di un guardacoste delle Fiamme Gialle, venivano condotti presso gli ormeggi del reparto navale della Guardia di Finanza, per poi essere trasferiti, per le procedure di rito e per i necessari approfondimenti sulla posizione dei singoli, presso il centro di temporanea assistenza “Don Tonino Bello” di Otranto. Poco prima, in due distinti interventi, Carabinieri e finanzieri avevano rintracciato sulla costa due gruppi di migranti di nazionalità somala, appena sbarcati.

Solo negli ultimi dieci giorni, in Puglia, la Guardia di Finanza ha provveduto al fermo di tre potenti scafi con  migranti a bordo e all’arresto dei rispettivi scafisti di nazionalità albanese e italiana.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

ESCLUSIVA: l'ordinanza integrale sull'operazione antimafia della DDA di Bari e della Polizia di Stato che hanno svelato gli intrecci con la politica e l'economia
Policlinico Foggia, trovate larve nei piatti di prosciutto crudo termosigillati: sanzione per l’azienda Ladisa di Bari
Truffa con i servizi di telefonia di Tim, sequestrati 320 milioni di euro
Nuova condanna per Fabrizio Corona: diffamò Wanda Nara ed un calciatore dell'Inter.
Il Tribunale respinge il ricorso dell' avv. Laforgia e conferma l'interdizione di Elio Sannicandro
Indagati i vertici di Edenred Italia. Truffa sui buoni pasto: sequestrati 20 milioni di euro
Cerca
Archivi
Laudati ex procuratore di Bari indagato dalla procura di Perugia per il caso Crosetto
Gli affari e le speculazioni incrociate fra Albanese, Miccolis e Ladisa sul patrimonio della Gazzetta del Mezzogiorno finiscono in Parlamento.
ESCLUSIVA: l'ordinanza integrale sull'operazione antimafia della DDA di Bari e della Polizia di Stato che hanno svelato gli intrecci con la politica e l'economia
Policlinico Foggia, trovate larve nei piatti di prosciutto crudo termosigillati: sanzione per l’azienda Ladisa di Bari
Incontro Meloni-Biden alla Casa Bianca: sul tavolo la crisi umanitaria a Gaza e la situazione migranti

Cerca nel sito