MENU
19 Luglio 2024 20:25
19 Luglio 2024 20:25

Indagata l’ escort scrittrice Blueangy per aver messo in rete il video di una notte di sesso con una donna-cliente

Le due donne avevano filmato il loro incontro sessuale che doveva restare privato. Adesso l'escort unghere è finita al centro di un’inchiesta della procura per diffusione illecita di materiale sessualmente esplicito

L’escort ungherese Angela Gabriella Princz, 52 anni, in arte Blueangy è finita al centro di un’inchiesta della Procura di Roma per diffusione illecita di materiale sessualmente esplicito. L’oggetto dell’indagine è un filmato a luci rosse girato dall’attrice con un’altra donna (ignara dell’utilizzo finale del video) finito su un canale a pagamento in internet. Un video della durata di cinque minuti in cui l’escort compare in atteggiamenti intimi sessuali con un’altra donna che sarebbe appunto la vittima del reato.

La donna avrebbe autorizzato Blueangy per riprendere le loro effusioni sessuali esclusivamente per una condivisione privata, e non la sua diffusione sul web visibile da un pubblico sterminato. Invece a causa delle riprese diventate di dominio pubblico, si sarebbe trovata, suo malgrado, al centro di mille commenti da parte di sconosciuti che hanno cercato sulla rete il suo nome.

l’escort ungherese Angela Gabriella Princz,in arte Blueangy

La donna denunciante che nella vita non fa la porno attrice nè l’escort, non ha gradito questo genere di attenzioni. Una fama improvvisa non voluta e pericolosa per la sua vita professionale. Tutta questa attenzione l’ha spaventata. La paura che la sua famiglia ed i suoi amici potessero vedere, anche qualche immagine di quella performance lesbo-sessuale, l’ha mandato nel panico totale. Da qui la querela presentata nei confronti dell’ escort Angela Gabriella Princz che non è nuova a performance in video.

L’indagine dei pm e la perquisizione della Polizia, disposta nell’abitazione romana della escort (che si trova per lavoro a Brunico, chiedendo 500 euro per un’ora di sesso) da dove sono stati prelevati i cellulari e i tablet a caccia del video sono conseguenti alla denuncia. Tuttavia, quei minuti a luci rosse, registrati con uno smartphone, non sono così difficile da trovare su internet. Né è molto difficile individuare la persona che ha postato il materiale sul web. Ovvero la stessa Blueangy, che abbiamo provato a contattare via Whatsapp attraverso il numero di telefono indicato sul suo sito. Questa la risposta:

L’ escort Princz, si presenta nella sua biografia come escort, life coach, scrittrice, luxury counselor, sul suo profilo Twitter aveva caricato lo scorso scorso il link per poter vedere il filmato . Il collegamento rimandava a un sito in cui è possibile guardare video a luci rosse pagando 25 dollari. Da quel momento la vita della vittima (cioè la donna-cliente) è stata travolta venendo ricercata da molte persone. Inzialmente non aveva capito il motivo, poi l’ha capito quanto quel video che doveva rimanere “intimo”privato”, invece era diventato virale facendola diventare a sua insaputa e senza la sua volontà una star del porno. L’account Twitter della seconda donna è attualmente sospeso, ma ne sono rimasti altri che per decenza evitiamo di pubblicare.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

Articoli Correlati

La DIA di Milano arresta 2 imprenditori contigui ad un "clan" di Cosa Nostra. Sequestri per 5 milioni di euro
Giovanni Canio Mazzaro, ex della ministra Santanchè, condannato a due anni e mezzo.
Trovato il covo trapanese di Messina Denaro, fermato un suo fiancheggiatore
Alla ricerca del covo trapanese di Matteo Messina Denaro
Venezia, arrestato l'assessore Renato Boraso. Indagato il sindaco Brugnaro
Arrestati dieci operatori per torture, violenze e maltrattamenti nel centro della Croce Rossa di Roma.
Cerca
Archivi
Ospedale Covid alla Fiera del Levante: 10 indagati per corruzione, falso ideologico e peculato
Francesco Curcio è il nuovo procuratore capo della Procura di Catania
La DIA di Milano arresta 2 imprenditori contigui ad un "clan" di Cosa Nostra. Sequestri per 5 milioni di euro
Lucia Morselli accusata di associazione per delinquere dalla Procura di Taranto
Antitrust avvia istruttoria su società dei gruppi Armani e Dior

Cerca nel sito